Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ford Sync: la seconda generazione della connettività wi-fi in auto

Ford Sync connettività wi-fi in auto

Ford lancia la seconda generazione per la sincronizzazione in sistemi per la connettività in auto, trasformando così un veicolo in un punto di accesso Wi-Fi, attraverso il sistema Sync. Questa novità è riservata ad un numero imprecisato di modelli che usciranno nel 2010. La prima generazione del Sync è attualmente in uso e disponibile in tredici modelli della casa automobilista statunitense.

Wi-fi e connessione 3G sulle nuove auto Ford

Un nuovo, importante, passo per la tecnologia Wi-Fi, sempre più integrata nei veicoli da una grande varietà di produttori, che si basa sulla domanda dei consumatori per la connettività costante. La statunitense Ford prevede nel prossimo anno di stendere la seconda generazione della sua sincronizzazione in sistemi per la connettività in auto, che stabilisce una rete Wi-Fi di bordo ed una connessione 3G all'interno del veicolo. Per attivare la seconda generazione Sync è molto facile, basta che il conducente o il passeggero inserisca un modem usb mobile a banda larga in una porta usb e si creerà una connessione wireless sicura che permetterà a tutti i passeggeri all'interno del veicolo di utilizzare dispositivi Wi-Fi. Dal lato della sicurezza i protocolli (Wi-Fi Protected Access 2), saranno affidabili. Richiederanno agli utenti di inserire una password “scelta a caso per la connessione a Internet”, è stata la dichiarazione del 21 dicembre da parte di Ford, e il conducente specificherà un dispositivo per la connessione. Tutto ciò impedisce agli utenti non autorizzati di catturare il segnale.

Le origini della wi-fi sulle auto

Questa tecnologia è stata originariamente sviluppata in collaborazione con Microsoft e diffusa al Detroit Auto Show. Supporta Apple iPod e Zune di Microsoft e sarà sincronizzata con telefoni dotati di tecnologia bluetooth in grado di accedere ai loro elenchi di contatti e riprodurre la musica direttamente tramite usb. Sarà possibile, così, a tutti i possessori di smartphone e altri dispositivi di restare sempre connessi. Sync è una vera piattaforma open-source, che sempre più si sta facendo spazio nel mercato. E' sempre più probabile che si presentino in futuro sviluppatori interessati a creare applicazioni dedicate, ampliandone le potenzialità e la versatilità.

Un mercato sempre più in espansione

Il mercato si sta evolvendo lungo questa direzione. Soltanto qualche mese fa un gruppo di imprese ha mostrato ai giornalisti di New York la LTE Connected Car, un prototipo. La nuova avveniristica automobile ha in bella mostra quattro schermi touch, permettendo l'accesso alla navigazione, l'intrattenimento, le comunicazioni e le applicazioni di diagnostica del veicolo. Ma questa non è l’unica novità. Molte sono le imprese, da Alcatel-Lucent sino a Toyota, che stanno dando il loro contribuito e la loro conoscenza alla ricerca. Nonostante quest’ultima auto resta saldamente in fase di ideazione, altri costruttori hanno adottato misure più concrete. Ford, ad esempio, ha costruito una serie di funzionalità di nuova generazione, nei suoi veicoli, come ad esempio un sistema di 76GHz radar che avvisa il conducente della presenza di ostacoli in arrivo, oppure la funzione MyKey, che consente a un programma di riconoscere la principale chiavi del veicolo per consentire modalità di default per i driver specifici, come limitare la velocità di un giovane guidatore e il livello del volume dell’autoradio. Queste nuove capacità, almeno in parte derivano dalle nuove tecnologie introdotte dai produttori di hardware, come Intel, che a marzo ha implementato una serie di processori Atom progettati per i sistemi di bordo.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 9 utenti e 79 visitatori collegati.

Ultimi Commenti