Home Forum ELETTRONICA GENERALE ADP230x – Esperienze

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  de.biagi.marco 1 anno, 2 mesi fa.

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #59864

    Salve,
    sono Marco di Perugia, non è la sezione adatta ma ne approfitto. COMPLIMENTI per il bel progetto.

    Ho una domanda, vorrei sostituire il classico regolatore lineare 7805 o affini con un regolatore switching.
    Questi ADP230x farebbero al caso mio, qualcuno di voi li ha mai usati?

    Dovendo alimentare una scheda a 5V (ATMEGA 2560 e un piccolo amplificatore audio, componenti separati da digitale e analogico) e un modulo radio a 3.3V dovrei metterne due in serie, conviene? Si potrebbe usare un partitore o uno zenerino per alimentare il modulo radio? (non penso sia un’alimentazione ottimale però, meglio i due regolatori credo.)

    Avete consigli?

    Grazie mille!

    Marco

    #73778

    illupo89
    Membro

    Ciao per avere informazioni più specifiche ti consiglio di entrare più nello specifico delle alimentazioni cioè fornendo anche la corrente massima o comunque informazioni sulla potenza.
    Comunque il vantaggio principale per passare dai classici regolatori lineari 78xx a un regolatore switching è la minor potenza dissipata.Di conseguenza è conveniente usare gli ultimi quando le potenze in gioco sono gradi.
    In particolare quindi i regolatori switching vengonousati quando il salto tra tensione di ingresso e uscita del regolatore è grande e le correnti sono elevate,perchè essi danno un rendimento intorno al 80-90%(se usati correttamente anche maggiore),naturalmente di contro il loro costo è maggiore e si aumenta la complessità del circuito.

    #73779

    Ciao!
    Grazie per la risposta, il problema che il circuito ha dei picchi di assorbimento di 1,5A nel caso peggiore per alimentare un LED IR (è un proiettore che raggiunge in condizioni ideali 100-200 metri) il drop out voltage sarebbe al massimo di 3V circa (alimentazione da pacco batterie per modellismo, tra i 7 e gli 8 volt).

    Ora come ora, nei primi prototipi usavo un transistor come pompa di corrente per non sovraccaricare troppo gli L4941 per questo pensavo che degli switching potessero svolgere meglio il loro compito ma in effetti la circuiteria necessaria per fornire dei picchi di corrente molto breve è molta di più.

    A questo punto mi mantengo su un LDO da 1,5A e dropout di 300mV circa. Così posso operare con batterie da 6V e belle capacità di input e output per fornire rapidamente la corrente necessaria.
    Avrei individuato questo: MCP1827S http://ww1.microchip.com/downloads/en/DeviceDoc/22001c.pdf, farò i test del caso, il datasheet è ottimistico fino a correnti pulsate di 3A con condensatori adatti.

    Grazie mille!

    #73780

    illupo89
    Membro

    si mi sembra una buona soluzione il problema da te esposto non lo affronterei con gli switching perché essi funzionano bene se la corrente è stabile perché nella progettazione si usano approssimazioni di equilibrio basate sul fatto che la corrente di carico varia molto lentamente rispetto alla tensione pilota (cioè la banda della corrente di uscita deve essere molto minore della fclk).Vedo che hai abbastanza conoscenze di elettronica quindi presuppongo che sai il principio di funzionamento degli switching se poi vuoi dei chiarimenti non esitare a chiedere.
    ps mi indichi che led usi non pensavo esistessero led ir con quelle portate perché sono molto sensibili ai disturbi ( luce solare per esempio).

    #73781

    Beh dai purtroppo a cause universitarie ho perso un po’ la mano con l’elettronica vera che all’ITIS abbiamo affrontato alla grande.
    Ci sto tornando piano piano sopra grazie a progetti hardware abbastanza complessi e grazie alle tante soluzioni open che ormai il mercato offre, ma mi sento carente in molti rami dell’elettronica vera, che purtroppo l’università non affronta. Eppure è ingegneria lo sbroglio di una PCB! :D
    Ma è più facile, ovviamente, infarcirci di formule e chiederle di saperle anzichè svolgere attività tecniche-progettuali.

    Per il led usiamo un OSRAM SFH4545 o 4511 ora non ricordo, ma è inserito in un tubo con lente per raggiungere tali distanze ;).

    A calcoli è molto sicuro e non sfora nel laser IR che è per forza pericolosissimo.

    Vedi questo degli switching non la sapevo, non avendoli mai usati mi stavo fidando del consiglio di un amico e stavo per fare un bell’arrosto!

    Grazie mille per il tempo dedicatomi!

    #73784

    illupo89
    Membro

    tranquillo ti capisco pienamente anche io faccio ingegneria elettronica a pisa e anche a me hanno riempito di formule lasciando come marginali tutti gli aspetti pratici sopratutto alla triennale per fortuna poi alla specialistica ho avuto 3-4 corsi nei quali ho dovuto sviluppare dei progetti fino al livello hardware e quindi sono ritornato sull’esperienza acquisita al professionale in cui abbiamo realizzato una montagna di progetti favoriti dal maggior tempo liberi a disposizione e un ottimo professore che ci teneva il laboratorio aperto fino alle 8-9 di sera e ci dispensava preziosi consigli.
    Per curiosità che volete realizzare? a cosa serve un led ir con tale portata?
    ps per il tempo è un piacere impegnarlo per discutere di elettronica e ampliare i propri orizzonti.

    #73796

    Sto sviluppando una specie di lasertag

    Beato te, noi niente di niente a Perugia, forse alla tesi che inizio a settembre ma bisogna veramente cercarseli. :)

    #73801

    Salve..
    considerato che si vuol lavorare con batteria io opterei per il regolatore lineare L4841 che alimenta la scheda poi per i 3,3V prenderei spunto dalla fig. 27 a pag. 30 di questo PDF

    http://www.ti.com/lit/ds/symlink/tl431.pdf

    che usa ul TL431 con l’aggiunta di un transistore scelto in base alla corrente potrebeb andare anche un BC517 che porta fino ad 1A dove Rb= 1K e R verso massa = 27K-1% e R verso +Vout = 8,66K-1%

    Mentre per il led userei direttamente la tensione di batteria pilotandolo in modo PWM tenendo la corrente media non superiore a quella massima di 1 A del led IR

    #73802

    Per il PWM sicuramente userai la scheda ma se proprio vuoi altro vedi anche qui

    http://it.emcelettronica.com/forum/fari-led-jeep-elettrica#comment-23657

    Ho scritto L48 invece di L4941

    #73803

    Ciao Vittorio,
    grazie per la risposta ma ormai per i 5V andrò di lineare, per i 3.3 l’assorbimento è minimo c’è solo un modulo radio e forse altre periferiche ma nulla di potente.

    Grazie!

    #73827

    Per i 3,3V ci sono pure degli integrati specifici sia per correnti basse che fino a 800 mA in contenitore TO220 come LD1117 con Vdrop di 1V soltanto.
    Qui le mie prove con il TL431

    http://www.webalice.it/crapellavittorio/electronic/varisch12.htm#tl431

    #73828

    Ciao Vittorio, scusa il ritardo della risposta,
    si ora sto usando proprio il 117, e credo che lascerò questo, visto che funziona bene.

    Cambio solo il regolatore dei 5V per avere maggiori prestazioni.

    Grazie mille per l’interessamento!

    PS: il TL431 è interessante ma richiede un po’ troppa componentistica. Grazie!

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.