Home Forum ELETTRONICA GENERALE Alimentazione Valvolare, modifiche circuito per utilizzare una tensione diverda.

Questo argomento contiene 9 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  angelo9896 2 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58575

    angelo9896
    Membro

    Buon giorno a tutti , visto che questa è la prima volta che entro in questo forum mi presento , anche se in maniera molto schematica come si usa adesso ….
    Sono Angelo da Verona , ho 26 anni , e appassionato di tante cose , forse troppe , tra cui l’elettronica e tutto quello che ci può ruotare attorno…
    Il mio problema principale è che non ho mai avuto tanta passione per la teoria ,e quindi mi trovo sempre a dover trovare qualche soluzione un po per tentativi o comunque avendo una mezza idea di cosa provare per risolvere qualche problema.
    Da un annetto a questa parte ho deciso di avvicinarmi all’affascinante mondo delle valvole , dove c’è ancora una relativa semplicità nel costruire qualcosa ,e comunque di grande effetto per un appassionato del suono.Ho anche il supporto di un amico chitarrista che uso un po come cavia ….
    Ho già fatto qualcosa , niente di che , anche perchè copiare un circuito non è proprio una cosa complicata , per curiosità vi giro il link magari vi può interessare :http://hiwatt.org/tech2.html.

    Adesso ho in progetto una cosa un po più semplice ma con delle varianti , nel senso che vorrei utilizzare un trasformatore di alimentazione con delle caratteristiche leggermente differenti.
    Il trasformatore richiesto ha queste tensioni : 325-0-325 6,3-0-6,3
    Il trasformatore che ho io è : 420-0-420 6,3-0

    So che sarà una cosa semplice ,ma volevo qualche suggerimento su come modificare il circuito sia di alimentazione che per il BIAS , con magari qualche spiegazione in merito .
    Grazie

    #70666

    Si ma a che schema ti riferisci

    #70829

    angelo9896
    Membro

    Scusami ma mi sono perso con le parole,questo è il link con la versione aggiornata dello schema:

    http://mhuss.com/Plexi6V6/Plexi6V6c.gif

    grazie

    #70831

    Sono un po’ tanti 420Vac rispetto ai 325Vac previsti,
    in ogni modo una possibile soluzione è quella indicata in questo schema

    http://img100.imageshack.us/img100/2289/alim420.gif

    eventualemnte modificare le 1200 Ohm e gli zener per avere tensioni
    indicate ai punti A-B-C

    #70839

    angelo9896
    Membro

    Intanto grazie , farò un po di prove.
    Volevo chiederti cortesemente una breve spiegazione delle modifiche , per sapere anche come trovare dei valori adatti ,vedi diodi zener e nuova induttanza, anche per capire meglio il funzionamento ,grazie

    #70845

    In pratica ho dovuto fare un ragionamento a ritroso…
    sono partito chiedendomi quali fossero le tensioni omesse A-B-C
    quella in A pressappoco è nota in quanto conoscendo la Vac 325V ne consegue che raddrizzando il punto A si carica a circa 325 x 1,41 = 458V di picco
    che poi come valore medio si abbassa in funzione della corrente assorbita dalle valvole tranquillamente attorno ai 400 V

    Valutando il punto C che alimenta l’anodica delle 12AX7 e valutato i datasheet di queste

    http://hvid.it/datasheets/12AX7%20Sylvania.pdf

    dove di evince che la corrente di ogni triodo è di circa 0,5 mA e che la tensione indicata per una amplificazione in classe A è di 250V ho dedotto che il punto C doveva appunto avere 250V.

    Conoscendo che i triodi 12AX7 erano in totale 6, ne consegue che dentro la 22K del punto C ci doveva scorrere circa 3 mA e di conseguenza la sua caduta di tensione si aggira sui 65V. Dunque il punto B sarà circa 250 +65 = 315V

    Ora con lo stesso ragionamento pensando al datasheet delle 6V6

    http://hvid.it/datasheets/6V6GT%20GE.pdf

    in push-pull dove si può ritenere che la corrente di griglia schermo a 285V delle due 6V6 possa essere circa 4+4= 8 mA
    ma avendo noi le griglie a circa 310/315V è presumibile una corrente maggiore che ipotizziamo 5 + 5 = 10 mA più gli altri 3 mA delle 12AX7 arriviamo a 13 mA
    che scorrendo nella 5K + la R dell’impedenza che immagino di 1,5K , ci sarà una caduta di tensione di circa 6,5 x 13 = 84V
    ne consegue che il punto A = B + 84V = 315+ 84 = 399V

    Valore appunto come ipotizzato di circa 400V

    Ora noi avendo non 325Vac ma bensì 420Vac devo cercare di diminuire questa tensione che darebbe un valore di picco sul punto A di ben 590V circa che possiamo ipotizzare mediamente sui 500V cioè 100V in più del necessario.

    Allora sottraendo un po’ con lo zener un po’ con le R da 1K2 e l’aggiunta di una impedenza supplementare arriviamo pressappoco al valore necessario attorno ai 400V previsti sul punto A

    #70902

    giordy72
    Membro

    Quando mi capitano cose simili lavoro con i valori della prima bobina di filtro, al limite inserendone un altra. Nel caso del tuo schema io inserirei un altro LC a monte del filtro gia presente aumentando eventualmente la R da 5K/5W prima della bobina gia presente. la Plexy comunque è una testata piu che discussa su numerosissimi forum. (diyitalia, fennecelectronic per citarne 2 italiani). Per le 12AX7 non ti preoccupare troppo…cerca di stare sui 350/400 per il punto A che al massimo ci guadagni in ‘suono’ :) Quest’ultima affermazione è dettata dai miei gusti personali. Attento alla corrente di bias delle finali :)
    Buon divertimento e buone suonateeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    #71198

    angelo9896
    Membro

    Eccomi, finalmente…
    Ho finito di montare l’amply nel frattempo , e ho fatto un pò di prove sul circuito di alimentazione come mi avevi suggerito.
    Adesso il circuito è uguale a quello che mi avevi suggerito ,tranne :

    -Le due resistenze da 2200 in parallelo le ho rimpiazzate con una sola 270 ohm 10W
    -Ho inserito 5 diodi zener , la tensione alternata e di 360 0 360
    -Dopo la resistenza da 270 ho messo un condensatore 500V 47mF perchè la tensione e la corrente erano troppo bassi con la bobina da 10H come filtro (raddrizzata arrivava a 340 v ).

    Ti elenco le caratteristiche che leggo adesso , anche se non mi convincono tanto :

    – Tensione anodica 472 v
    – Tensione di griglia 402 v
    – Alimentazione C per i triodi 269 v
    – La corrente assorbita a riposo da una 6v6 e di 6,8 ma con una tensione negativa di -45 circa.

    Quello che mi chiedo è , visto che l’amply ha 20 watt di potenza , guardando le caratteristiche sul datasheet non mi risulta proprio!!!
    Dovrebbero assorbire circa 20 ma ciascuna a riposo….
    Come si fa a trovare il corretto funzionamento se sullo schema il costruttore a dato delle tensioni fisse , come quella negativa che risulta appunto di -45?

    Grazie

    #70778

    Anonimo

    Ciao,
    ti segnalo questi 3 siti

    solitasolfa.ampbooks.com/
    solitasolfa.freewebs.com/valvewizard/
    solitasolfa.18watt.com/

    Spero che ti siano utili

    #71214

    angelo9896
    Membro

    Grazie …molto interessanti , peccato per l’inglese…
    Darò un’occhiata con calma, intanto era giusto da sapere i parametri del plexi, cosi da finire questo progetto…
    Mi interessava sapere anche come testare il corretto funzionamento di un amply, magari evitando troppe formule…visto che non sono il mio forte !!

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.