Home Forum ELETTRONICA GENERALE antifurto auto help

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  lucagiuliodori 3 anni fa.

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58178

    asdin
    Membro

    ciao a tutti ,dovrei fare per la scuola un progetto di un antifurto per auto con sensori di pressione sui sedili,volumetrico ad altrasuoni ,apertura porte e che faccia suonare il clacson ad intermittenza in caso sucedesse qualcosa.mi potreste dare 2 dritte?
    con cosa gestire i sensori e che tipo di sensori usare visto che la macchina d’inverno raggiunge temperature molto basse.il tutto low cost :)

    #69595

    alexm90
    Membro

    per stare sul low cost, puoi utilizzare arduino (così risparmi moltissimo su programmatori e strumenti di sviluppo, se non ne possiedi già)
    per quanto riguarda i sensori, essendo un progetto didattico puoi utilizzare dei comuni sharp a infrarossi.

    #69655

    si può prendere l’idea di questo progetto https://wiki.aalto.fi/display/EmbeddedSystems/Car+Project+Instructions+2011
    anche al posto del sensore di pressione è possibile utilizzare interruttori semplice contatto (se questo è per la scuola) che vi aiuterà nella realizzazione dell’idea

    #70151

    asdin
    Membro

    grazie a tutti e 2.ho fatto un giro su farnell per i sensori di pressione per i sedili .c sono di vario tipo assoluto, differenziale, manometro.dovrei scegliere assoluto o manometro?ed il peso di una persona entra nei range di in cui operano ?scusate ma sono veramente impreparato:(

    #70158

    Ciao asdin,

    se devi fare qualcosa di “didattico” puoi pensare (magari per il momento) di escludere il problema che la temperatura possa scendere al di sotto dello zero. In questo modo riesci a trovare un maggior numero di sensori a prezzi più accessibili.

    Per quanto riguarda la gestione di questi sensori puoi usare un microcontrollore con una scheda di valutazione (ad esempio Arduino come suggerito nelle precedenti risposte).

    Per la scelta dei sensori, visto che è a scopo didattico, io ti consiglierei di fare la tua scelta basandoti sul costo e sulla semplicità di utilizzo: nel tuo caso non ti serve particolare precisione e robustezza.

    Facci sapere i tuoi sviluppi.

    #70161

    asdin
    Membro

    ciao luca grazie ma purtroppo a scopo didattico ma il prof dice che deve essere come se lo dovessi realizzare devo fare pure il pcb e tenere conto delle temperature e la potenza delle resistenze per vari adattamenti della corrente erogata dai sensori agli ingressi del microcontrollore.x quanto riguarda il pic proverei uno della serie 16f… che costa meno di 1euro in confronto ai 5 e rotti dell’arduino (purtroppo posso usare solo roba farnell).appena riesco a tirare giù uno schema elettrico lo metto cosi mi dite la vostra grazie mille :)

    #70162

    Ok perfetto, attendo il tuo schema così ti possiamo dare ulteriori indicazioni.

    Ottima la scelta di usare un PIC (anche perchè Arduino è per fare prototipazione e per come ho capito non è proprio per il tuo caso) ma se posso darti un consiglio io proverei ad orientarmi, se il prezzo te lo permette, su un PIC18: puoi gestire più codice e periferiche e inoltre ha il set di istruzioni adatto ottimizzare le istruzioni se si scrive in C.
    Se proprio non ci stai con il prezzo prova ad usare la famiglia PIC16 ma orientati verso la nuova generazione (quelli “a quattro cifre” dopo la “PIC16F”): sono molto simili ai PIC18 ma con delle limitazioni RAM e Program Memory.

    Attendiamo tue notizie.

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.