Home
Accesso / Registrazione
 di 

ANTISMARRIMENTO: schema elettrico

24 risposte [Ultimo post]
ritratto di Emanuele
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
34 min 54 sec fa
Utente dal: 28/07/2007
Messaggi: 1019
Utente PREMIUM

Sulla base di quanto discusso nel post iniziale:
http://it.emcelettronica.com/forum/antismarrimento

e pi definito nell'articolo pubblicato sul blog:
http://it.emcelettronica.com/antismarrimento-nasce-primo-progetto-collaborativo-di-eos-e-f...

Questo thread è relativo ad ogni approfondimento necessario per realizzare lo schema elettrico.

Partendo con la base dello schema relativo a CPUstick, sciogliere le seguenti problematiche:
-scelta batteria e quindi alimentazione del sistema
-Individuazione del segnale signal strength dal transceiver Zigbee
-Valutazione dei chip Zigbee attualmente sul mercato.

+ varie ed eventuali che emergeranno nel corso della discussione.

P.S. lo stato di avanzamento potrebbe essere anche documentato con immagini dello schema elettrico, uploadate su uno dei tanti siti di hosting con l'upload gratuito delle immagini, tipo www.imageshack.us, www.TinyPic.com, www.imgur.com, etc... e poi inserito qui il link.

ritratto di delfino_curioso
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
7 ore 26 min fa
Utente dal: 01/09/2012
Messaggi: 95
Utente PREMIUM
Replica post nel Thread su "prove CPUStick"

Ragazzi,
riporto quanto ho accennato accennato nel thread sulle prove di CPUStick (giusto per conoscenza):

"[....] vorrei comunicarvi che dopo un pò di ricerche tra vari marchi, ho individuato un possibile "vincitore" tra i microcontrollori.
Si tratta della serie MCP430 della Texas Instruments (tra l'altro è recente sul portale EMC elettronica la presentazione di una demoboard chiamata LaunchPad che ne integra uno e permette la programmazione ed il debug.
La serie di micro in questione sembra sia nata con il preciso scopo del risparmio energetico (ancor più della serie Xtreme Low Power della Microchip, vedendo alcuni benchmark e commenti di utenti), e questo sicuramente è un punto a suo favore.
Inoltre questo tipo di micro si sposa bene con la serie di transceiver CC2530, sempre della T.I., anch'essi orientati al risparmio energetico. In questi ultimi viene caricato direttamente il firmware con le funzionalità di networking e le API di programmazione(lo stack Zigbee denominato Z-Stack, uno stack free di T.I.), lasciando al firmware del micro MCP430 la sola programmazione della logica applicativa.
E' presente il supporto per l'RSSI via software.
Inoltre questi accoppiamenti di chip sono altamente supportati dalla comunità di utenti T.I. e non solo (nella ricerca, a volte mi sono trovato spaesato per la gran mole di datasheet, tutorial, faq etc. presenti..).
Basta che inseriate su Google le due sigle e viene giù una montagna di documenti, quindi evito di postare direttamente i link :-)
Di tutti vendor che ho vagliato (Microchip, Renesas, Freescale, Atmel, Marvel, ST), la soluzione di T.I. mi è sembrata quella più vicina alle nostre esigenze. Ditemi la vostra in merito."

Se anche al resto del gruppo piace questa dotazione HW, appena ho modo prendo un kit di valutazione di TI (nello specifico il CC2530ZNP Mini Kit) e comincio a fare delle prove, così da poter dare un contributo al lavoro dei realizzatori dello schema elettrico/PCB.
Ogni commento/modifica/idea è bene accetto!

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
Penso che la tua scelta sia

Penso che la tua scelta sia buona, hai fatto una ricerca accurata, per me va bene il controllore che hai postato!! Hai la mi aapprovazione!!!

ritratto di delfino_curioso
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
7 ore 26 min fa
Utente dal: 01/09/2012
Messaggi: 95
Utente PREMIUM
E' arrivato!

Ragazzi,
ho da poco ricevuto il mini kit Zigbee della Texas Instruments che vi dicevo nell'ultimo post (http://www.ti.com/tool/cc2530zdk-znp-mini).
Sembra veramente interessante ed utile ai nostri scopi: praticamente una schedina in miniatura che fà da Coordinator e due End-Devices.
Tutte e tre le schede sostanzialmente constano di un microcontrollore MCP430 e di un transceiver CC2530, con a bordo di quest'ultimo lo
stack Zigbee preinstallato.
Per le caratteristiche che vi dicevo l'ultima volta, questo accoppiamento sembra veramente vincente. Dimensioni ridotte, risparmio energetico,
pochi componenti esterni, pieno supporto HW e SW.
L'unico problema, se si deciderà di utilizzare questo binomio per il prodotto finale, sarà per i realizzatori dei PCB, date le dimensioni miniaturizzate
dei package in gioco....
Appena ho modo inizio a giocarci un pò e vi faccio sapere i risultati.
Nel frattempo chiederei proprio ai realizzatori PCB una cosa.
In attesa dei risultati delle prove con CPUStick (e sempre che piaccia a tutti l'idea del CC2530), vi andrebbe di prendere confidenza con il transceiver citato
costruendo una piccola basetta adattatrice per il CC2530? Si tratterebbe di portare su uno strip di contatti (o su una morsettiera) i segnali del CC2530, almeno
le alimentazioni e i segnali del bus SPI, così da poter lavorare agevolmente durante la fase di prototipazione.
Vi chiedo questo perchè il CC2530 è in package QFN a 32 piedini con pitch ridottissimo, il tutto racchiuso in 6x6 mm quadrati: quando passeremo da CPUStick al
prodotto vero e proprio, senza una basetta adattatrice sarebbe veramente un'impresa fare le prove con i componenti finali!!!
Il datasheet del transceiver lo trovate qui:
http://www.ti.com/lit/ds/swrs081b/swrs081b.pdf
con tutti i dettagli e le misure sul suo footprint.
Sto scrivendo in fretta dall'ufficio, se non siete convinti o se avete domande/suggerimenti fatemi sapere e ne riparliamo con più calma.

ritratto di jonnyno
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
25 settimane 5 giorni fa
Utente dal: 28/07/2007
Messaggi: 14
Utente PREMIUM
certo le dimensioni del

certo le dimensioni del package e' ridottissimo, comunque ci provo, ti devo mettere 8 pin per lato estrapolando sempre per lato 8 piazzole un po' distanti e ingrandite vero? quindi la basettina dovra' essere circa un paio di centimetri quadrati? vanno bene? fammi sapere.

ritratto di jonnyno
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
25 settimane 5 giorni fa
Utente dal: 28/07/2007
Messaggi: 14
Utente PREMIUM
scusami ma dal datasheet che

scusami ma dal datasheet che ai indicato i piedini sono 40 e non 32 o mi sbaglio

ritratto di delfino_curioso
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
7 ore 26 min fa
Utente dal: 01/09/2012
Messaggi: 95
Utente PREMIUM
Si, hai ragione, sono 40, mi

Si, hai ragione, sono 40, mi ero sbagliato.
L'idea è quella di portare i segnali dei vari pin (comprese le alimentazioni) su 4 file di contatti.
Potresti usare i classici strip femmina a passo 2.54 mm, così da poter interfacciare il CC2530 comodamente tramite una breadboard.
Il motivo per cui ho fatto la richiesta è che prima di passare al PCB definitivo potrebbe tornarci utile una basetta adattatrice dell'integrato con cui fare le varie prove (programmazione del chip, utilizzo dell'interfaccia seriale per il dialogo con l'MCU etc.) .
A tal proposito, per i test vedrei bene un PCB che ci permetta di lavorare comodamente, quindi non particolarmente piccolo.
Diciamo, giusto per fare un esempio, che potrebbe essere una basetta di 5 centimetri quadrati, che al centro presenta i pad del CC2530 con 10 piste che escono parallele per ogni lato e che terminano in altrettanti strip.
Una basetta del genere penso possa essere di aiuto sia per le future prove firmware sia per prendere confidenza con la realizzazione del PCB finale, che credo rappresenterà una bella sfida......

ritratto di jonnyno
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
25 settimane 5 giorni fa
Utente dal: 28/07/2007
Messaggi: 14
Utente PREMIUM
infatti e' come pensavo io,

infatti e' come pensavo io, adesso ci provo e poi ti faccio sapere quando e' pronta, spero di riuscirci perche' a disposizione ho solo mezzi amatoriali, comunque ci provo.

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
ecco un immagine, se può

ecco un immagine, se può andare li faccio un paio

fatemi sapere...

http://imageshack.us/a/img13/3051/adattatorew.jpg

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
sto facendo l'adattatore!!

sto facendo l'adattatore!! appena posso lo passo su basetta

ritratto di delfino_curioso
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
7 ore 26 min fa
Utente dal: 01/09/2012
Messaggi: 95
Utente PREMIUM
Ottimo, ragazzi! Signolo, ho

Ottimo, ragazzi!
Signolo, ho visto l'immagine del layout., se il passo tra i contatti finali è standard (2,54 mm), potresti direttamente saldarci sopra 4 strip femmina da 10 contatti, così lavoriamo con i cavetti da breadboard.

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
purtroppro non ho gli strip

purtroppro non ho gli strip mannaggia.... vedo di recuperarli

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
ecco le
ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
fra poco vado a stampare i

fra poco vado a stampare i circuitini adattatori, dove spedisco?

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
http://imageshack.us/a/img210
ritratto di delfino_curioso
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
7 ore 26 min fa
Utente dal: 01/09/2012
Messaggi: 95
Utente PREMIUM
Ottimo lavoro singolo! Unica

Ottimo lavoro singolo!
Unica cosa, se puoi togliere i residui di resist dalle piste (o almeno dai PAD) poiché per fare le prove con il chip non andrei a saldarlo subito sulla basetta ma lo "appoggerei" tenendolo fissato con una piccola morsa da c.s.
Mi servirebbe pertanto il contatto pulito sulle piazzole.
Gli strip posso saldarli io senza problemi.
Ti mando una mail con il mio indirizzo, contribuisco alle spese di spedizione

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
Figurati, te li mando tutti e

Figurati, te li mando tutti e 4 cmq l'email è questa

signolo1988@gmail.com

ritratto di delfino_curioso
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
7 ore 26 min fa
Utente dal: 01/09/2012
Messaggi: 95
Utente PREMIUM
Rieccoci

Forum EMCELETTRONICA

Salve crew,
C'è stato un po' di silenzio stampa, dettato da parecchie ricerche e prove, con buone e cattive notizie collezionate. 
ora vi riassumo il tutto, cominciando dalle cattive.
Per ogni singolo elettrone che passa nei suoi circuiti, Texas instruments emette un documento. Ci sono tonnellate di application notes, data sheets, user guides, wiki etc, spesso anche per descrivere la stessa cosa: purtroppo l'assenza di un documento che riassuma un po' il tutto genera confusione e fa perdere tempo.
Come già sapete:
1) il transceiver scelto per il nostro progetto è il cc2530 di T.I.;
2) lo stack zigbee è lo Z-Stack di T.I.;
3) il microcontrollore scelto per controllare il transceiver è della serie mcp430, sempre di T.I.;

Ora.
Il cc2530 è un qfn abbastanza difficile da maneggiare. Per programmarlo serve un apposito programmatore HW, il CCDEBUGGER (che mi è arrivato da poco),  il software di programmazione è fornito gratuitamente da T.i. mentre sembra che la toolchain per compilare i programmi utente più supportata sia IAR embedded Workbench, la cui versione free permette di compilare codice non superiore a 4 KB di eseguibile.
Non si capisce bene se lo stack zigbee è fornito sotto forma di eseguibile o di codice sorgente (se va compilato, l'eseguibile risulterebbe molto superiore ai 4 kb...). Ad ogni modo, lo stack è uno ma ci sono diverse API che permettono l'accesso a più o meno funzionalità dello stesso.
Di documentazione su come realizzare e trasferire il firmware su un pcb cc2530-based creato da zero è praticamente inesistente, poiché T.I. mette a disposizione una marea di kit ed evaluation board in cui il transceiver è già montato e precaricato con lo stack e del codice utente di esempio, e chiaramente tutta la documentazione si rifà ai kit e non al singolo chip.
Dulcis in fundo, ho acquistato uno di questi kit, il cc2530znp mini kit , ed ho fatto una serie di prove: si riesce agevolmente a creare una rete zigbee funzionante, ma di tutte le funzionalità messe a disposizione dalle API di programmazione del kit manca proprio quella che permette di estrarre il valore di RSSI alla ricezione di un pacchetto dati (cosa per noi fondamentale!). Tale funzionalità è comunque resa disponibile dallo Z-Stack.
Riassumendo: tanti documenti, tanto software, tanto hardware, insomma tanta potenza...ma poco controllo (ricordatevi la pubblicità....)
Bene, mi sembra che le notizie cattive siano sufficienti, ora rinfranchiamo ci un po'.....
Fortunatamente, la confusione è tanta perché è tanta la disponibilità di risorse, e questo è comunque un bene. Magari ci vorrà di più a sciogliere i dubbi ma alla fine ci si riuscirà. Anche sul forum della Texas sono molto disponibili ad aiutare, punto in più a loro favore.
Il CC2530 è veramente un ottimo componente, è piccolo, costa e consuma pochissimo, e soprattutto...è una radio zigbee con un microcontrollore integrato (8051). All'inizio credevo che l'MCU interna servisse solo per per gestire il dialogo SPI tra MCU esterna e modulo radio, poi invece ho capito che si può anche caricare il codice utente su tale mcu interna, avendo quindi un pcb finale con solo il transceiver, un'antenna stampata, qualche componente passivo e la batteria. Praticamente il dispositivo piccolissimo che setviva a noi!
Inoltre, anche se presi essenzialmente dai kit di valutazione, ci sono tanti schemi elettrici e di layout del pcb disponibili. Nel giro di non molto vi presenterò un possibile schema fatto da me e mi direte che ne pensate.
E poi una Cosa che reputo stupenda: se cambiamo il firmware, tramite un bootloader si può fare in modo di mandarlo alla schedina tramite la radio, evitandoci di creare la circuiteria necessaria (quindi con ulteriore risparmi di spazio).
Insomma, sono sempre più convinto che i componenti scelti facciano al caso nostro, basta solo rompere il ghiaccio nel capire come utilizzarli.

Concludo dicendo che anche se al momento ho ancora poco di concreto tra le mani, se non un po' di prove fatte col mini kit, questo periodo mi è servito molto a capire in che direzione ci potremmo muovere.
Tempo di riorganizzare un po' le idee e presenterò qualche primo risultato, dando così anche agli altri modo di riorganizzare la "catena produttiva".
A presto, stay tuned!

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
Fantastico Delfino :) allora

Fantastico Delfino :) allora aspettiamo e sopratutto aspetto lo schema elettrico così da realizzare il piccolissimo PCB :)

ritratto di zohan85
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
10 settimane 4 giorni fa
Utente dal: 18/09/2012
Messaggi: 33
Ottimo lavoro delfino!

Ottimo lavoro delfino! Rimaniamo in attesa dei tuoi risultati.

ritratto di lobbyking
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
7 settimane 1 giorno fa
Utente dal: 12/12/2008
Messaggi: 13
mentre sono qui a guardare i

mentre sono qui a guardare i vostri risultati e a non poter fare niente, mi congratulo con tutti per quanto state facendo e, allo stesso tempo, vi ringrazio per commenti e delucidazioni sul vostro operato, è una occasione importante per me quella di poter imparare da voi esperti del settore

ritratto di delfino_curioso
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
7 ore 26 min fa
Utente dal: 01/09/2012
Messaggi: 95
Utente PREMIUM
Pronti

@Lobbyking: grazie per il commento positivo, essendo la CREW composta da personale di formazione eterogenea, questo progetto sarà occasione per una crescita di ognuno di noi.
@Emanuele: ho preparato una cartella zippata con i file del progetto eseguito più una breve relazione di quanto prodotto, tempo di mettere la relazione in bella e massimo per domani sarà tutto pronto. A chi invio il file zippato?
@Signolo: oltre al resto dei componenti, nello schema ho impiegato un quarzo a 32 MHz, un'antenna SMA a 50 ohm ed un relativo balun, tutti e tre presenti sul mercato in versione SMD. Per le stesse ragioni del CC2530, ti chiederei la cortesia di saldare anche questi sul pcb, se puoi. Non li ho al momento a disposizione, tempo qualche giorno per la spedizione da qualche grossa catena (RS, Farnell etc.) e te li invio insieme al transceiver. Fammi sapere....

ritratto di signolo
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
11 settimane 8 ore fa
Utente dal: 07/10/2011
Messaggi: 35
@delfino_curioso: Certo non

@delfino_curioso: Certo non ci sono problemi appena hai i componenti inviami tutto e fammi avere lo schema elettrico.

ritratto di Emanuele
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
34 min 55 sec fa
Utente dal: 28/07/2007
Messaggi: 1019
Utente PREMIUM
Pubblicato articolo
ritratto di Emanuele
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
34 min 55 sec fa
Utente dal: 28/07/2007
Messaggi: 1019
Utente PREMIUM
MESSAGGIO PER LA CREW

MESSAGGIO PER LA CREW

Mercoledì 19 DIC videoconferenza sul progetto. Contattatemi in privato per i dettagli

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 64 visitatori collegati.

Ultimi Commenti