Home
Accesso / Registrazione
 di 

Argomento LED...grazie Emanuele + quesito

9 risposte [Ultimo post]
ritratto di sgranfi
Offline
Titolo: User
Utente
Ultima visita:
1 anno 14 settimane fa
Utente dal: 27/01/2012
Messaggi: 8

Ciao a tutti,
Innanzi tutto grazie Emanuele...i tuoi consigli di qualche mese fa sono stati preziosi, se oggi i mei oggetti si illuminano correttamente (spero) lo devo anche a te! Per chi li volesse vedere https://picasaweb.google.com/111867540556850531086/PaoloCarlettiWorksLOLightingObjects#

... oggi sempre da neofita, vorrei però chiederti/vi quanto segue:
generalmente nei miei mini progetti installativi, di led array montati in serie, mi trovo a dover abbattere solo qualche Volts... la cui resistenza calcolo applicando la formuletta R=V(differenza tra V alimentatore e V di comando dei led)/A(amperaggio a cui lavorano i led come da verifica con prova a banco). Ultimamente mi trovo però a dover installare, concretamente, una serie di 4 led che operando correttamente a 3 V./ 600mA praticamente fanno una patta con i 12V dell'alimentatore a 1A. Bene, anzi male, perchè l'intuito (e non la competenza) mi dice che una resistenza la devo pur mettere, per stare nel sicuro. Ma come la calcolo?
Sò che vi farò soridere, ma per me 12-12 fa 0...e io allora pensavo di optare per una resistenza da 0 Ohm...ma poi ho notato che forse per l'aumento della temperatura i led tendono a richiedere più di 600mA...allora ho chiesto ad un amico che parrebbe intendersene. Il quale mi dice che perchè ai led arrivino solo quelli che dico io, e cioè 600...devo calcolare la R. così: 12V./(1000-600)mA= 30 Ohm
.....eeeeh! se prima credevo di cominciare finalmente a capirci qualcosa, ora non più.Perchè da neofita sarei portato a pensare che 30 Ohm sono una esagerazione... e poi da dove verrebbe questa formula, sempre dalla legge di Ohm?....mah!!
Tra l'altro se faccio il calcolo con uno di quei calcolatori di resistenza che si trovano in rete http://ledcalculator.net/default.aspx?lang=it-IT...mi uscirebbe R= 1 Ohm da 1/2w.
Se volete aiutarmi nel caso specifico, come se spiegaste a un bambino, ve ne sarei grato...
Grazie ;-)

ritratto di Piero Boccadoro
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
12 ore 9 min fa
Utente dal: 28/06/2011
Messaggi: 793
Utente PREMIUM
Ciao sgranfi. Prima di

Ciao sgranfi.
Prima di risponderti sono andato a cercarmi i post in cui Emanuele ti aveva consigliato così da capire che cosa ti è servito in passato e come fare ad aiutarti adesso.
Una precisazione: quando parli di "serie" di LED intendi che sono fisicamente collegati uno dopo l'altro oppure che li trovi alloggiati in un box (ad esempio) e che puoi collegarti singolarmente a ciascuno comunque?
Perchè cambia :)

Un collegamento in serie ti porterebbe a qualcosa tipo le luci dell'albero di natale, tanto per intenderci...
Se è così, non credo ti serva una resistenza perchè se ci sono LED in serie, considerato che negli elementi in serie scorre, per definizione, la stesa corrente, in pratica tu puoi tranquillamente avere 3 V ai capi di ciascuno e 12 V totali senza dover aggiungere nulla.
Scopo di una resistenza in serie ad un LED è quello di limitare la quantità di corrente che circola nel LED, e questo per evitare che il LED si riscaldi troppo... e si bruci!
Se, però, ho capito bene, tu non dovresti essere in questa situazione, e quindi la resistenza non ti serve.
Ecco per quale motivo il valore che ti sei calcolato, quello restituito dai programmi per il calcolo delle resistenze ecc ecc ha senso effettivamente :)

ritratto di sgranfi
Offline
Titolo: User
Utente
Ultima visita:
1 anno 14 settimane fa
Utente dal: 27/01/2012
Messaggi: 8
Ciao Piero, ...la

Ciao Piero,
...la configurazione che dovrei relizzare prevede 4 led Nichia 183 NS6L, sono degli array che monto in serie, uno dopo l'altro per intenderci, all'interno degli oggetti che creo, sono un artista.
Di solito ne monto 3 facendoli lavorare ad un regime medio alto, ovvero ad un voltaggio che prevede l'abbattimento di + o - 3V con la resistenza che calcolo come da post sopra.
Ora però, vorrei farne lavorare 4 (a 3V/600mA), su un oggetto che richiederebbe più punti luce.
Come avrai capito non sono un elettronico....mi arrangio insomma, ma vorrei capire. Il programma per il calcolo della resistenza credo, e dico credo, non fa altro che applicare la legge di Ohm... infatti i conti tornano sempre...per quale motivo allora, con i dati di cui sopra mi spara una resistenza da 1 ohm....come la ricava?...e ancora, se i 12 V dell'alimentatore fanno una patta con quelli dei miei 4 led quale regola devo applicare per calcolare una resistenza tale da limitare solo la corrente ( visto che tendenzialmente quando i led scaldano tendono a richiedere oltre i 600mA, cosa che non va bene)...
Francamente il calcolo dell'amico riportato nel mio post precedente, nella mia logica non torna, vorrei capirne di più per essere consapevole nel calcolare i miei mini impianti...
Grazie per l'attenzione

ritratto di linus
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 12/11/2009
Messaggi: 195
Utente PREMIUM
la legge di ohm

Il calcolo che hai eseguito è corretto, mentre quello che ha fatto il tuo amico è totalmente errato.
Il led o il diodo non segue la legge di ohm in modo lineare, ovvero se aumenta V, aumenterà anche la I.

Rled= Vled/Iled dove Iled è la corrente di lavoro del diodo che non dovrebbe essere superata ad la tensione di lavoro Vled.

Se i led vengono messi in serie, la tensione di lavoro, diminuisce in base al valore della corrente che vi scorre.
Nel caso in cui i led sono uguali, la tensione che si trova in ogni led è pari alla tensione applicata diviso il numero di led.
In questo caso Vled=V/n ovvero Vled=12/4= 3 Volt

Quindi non occorre alcuna Resistenza, ma nel programmino che hai utilizzato, il programmatore ha utilizzato una condizione in cui R non può essere uguale a 0, altrimenti suddivide i collegamenti ai led in altro modo (serie o parallelo).

Nel caso che inserisci una Resistenza di 1 ohm, avrai una caduta di tensione sull'intero ramo pari a V=RI ovvero Vcdt=1*0,6= 0,6V

Ma ritornando a ciò che ti avevo scritto prima, la tensione su ogni led sarà uguale a Vled=V/n, ovvero (Vled-Vcdt)/n =(12-0,6)/4 = 2,85 V

Devi considerare idealmente la corrente è come il flusso d'acqua, dove 1000mA è la portata (ovvero la capacità massima di acqua che è possibile far scorrere) mentre 600mA è l'acqua richiesta dai led, per questo chi ti ha dato quelle indicazioni ha molta confusione in testa.

ritratto di Piero Boccadoro
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
12 ore 9 min fa
Utente dal: 28/06/2011
Messaggi: 793
Utente PREMIUM
in conclusione...

Ecco, in questa frase
"[...] nel programmino che hai utilizzato, il programmatore ha utilizzato una condizione in cui R non può essere uguale a 0, altrimenti suddivide i collegamenti ai led in altro modo (serie o parallelo)."
trovi le'ssenza dei problemi di programmazione :D

A rigore è anche tecnicamente giusto... la resistenza 0 al passaggio di corrente non esiste...però può spiazzare come risultato :)

Ad ogni modo, credo che linus sia stato infinitamente più chiaro di quanto non lo sia stato io quando ho cercato di spiegarmi con le luci dell'albero di natale :)

ritratto di sgranfi
Offline
Titolo: User
Utente
Ultima visita:
1 anno 14 settimane fa
Utente dal: 27/01/2012
Messaggi: 8
R sì R no......

grazie Piero e grazie Linus... comincio a fare chiarezza. Ma un dubbio mi rimane, abbiate pazienza e per questo mi scuso...
Mi è chiaro il fatto che "l'acqua richiesta dai led" è nel mio caso 600mA indipendentemente da quanta ne mette a disposizione l'alimentatore (1A)...ma con le prove che faccio a banco, mi capita di osservare che il led ad un primo momento si prende sì la sua corrente di esercizio + o - come da data sheet, ma poi scaldando tende a prendersene di più, e questo ovviamente tenendo invariata la tensione.
Mi si dirà, è un problema di dissipazione calore....ma di fatto accade, e io devo tenerne conto al di là dell'ovviarvi. Pertanto mi chiedo e vi chiedo se, per intenderci, anche con V -Vled=0 non sia il caso di metterci una resistenzina. Magari continuo a non comprendere, ma la mia paura è che se in condizioni di massimo esercizio e stress termico i miei led cominciano a ciucciarsi altri mA...dai una e dai due poi si brucino.
Chiedo venia ;-)

ritratto di linus
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 12/11/2009
Messaggi: 195
Utente PREMIUM
deriva termica

Ovviamente qualsiasi componente elettronico è soggetto a deriva termica e anche i LED vanno incontro alla cosiddetta deriva termica, ovvero il punto di lavoro del LED non è costante al variare della temperatura nel tempo (leggi tensione di lavoro), in pratica varia la Resistenza interna. Tale variazione dipende dalla temperatura raggiunta dalla giunzione e, con il passare del tempo, se il calore prodotto non viene smaltito, la deriva si accentua sempre di più. Ogni °C fa si che la Vf (tensione di giunzione o di lavoro) si abbassi di 2,5 mV, e può variare da Led a Led anche dello stesso tipo. Solitamente nei diodi Led di Potenza, oltre la Vf nominale, viene indicata la Vmax di lavoro (condizione limite in cui il LED non dovrebbe avere forti decadimenti nel tempo. Infatti, alcune Lampade a LED vengono garantite per 10 mila ore di lavoro anzicchè 50mila. Nel tuo caso, essendo LED di potenza non è sufficiente collegarli all'alimentazione con una semplice resistenza in serie, ma serve un circuito che "piloti" i LED con una corrente costante adatta per il tipo di LED da accendere. Esistono varie tecniche per realizzare questo tipo di circuiti e in commercio si può trovare una vasta gamma di drivers già pronti per l'uso. Se vuoi sperimentare ancora con la R in serie, puoi inserire in serie al tuo circuito, una Resistenza calcolando una Vled (es. 2,95 V) inferiore e visto che utilizzi solitamente led in serie, ti consiglio l'uso di questo programma che ti dà anche il valore teorico della resistenza da mettere in serie: http://www.hebeiltd.com.cn/?p=zz.led.resistor.calculator.
Ho provato ad inserire la tua configurazione, è il valore teorico restituito è 0,33 ohm periodico ma il valore commerciale di 0,33 ohm si trova anche se quello suggerito è sempre 1 ohm.
Comunque, è bene raffreddare adeguatamente i LED di potenza, io ho LED (non di potenza) sempre accesi da oltre 10 anni in serie senza alcuna resistenza.

ritratto di Piero Boccadoro
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
12 ore 9 min fa
Utente dal: 28/06/2011
Messaggi: 793
Utente PREMIUM
Quoto

Quoto quanto detto da linus.
Sia le considerazioni sulla necessità del raffreddamento sia sulla "grandezza" della resistenza di cui hai bisogno. :)

ritratto di sgranfi
Offline
Titolo: User
Utente
Ultima visita:
1 anno 14 settimane fa
Utente dal: 27/01/2012
Messaggi: 8
Grazie Linus e Piero, mi

Grazie Linus e Piero, mi siete stati di grande aiuto...
se avrò altri dubbi cercherò conforto nella vostra competenza...sempre che abbiate ancora la bontà di sopportarmi!;-)
Un saluto

ritratto di Piero Boccadoro
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
12 ore 9 min fa
Utente dal: 28/06/2011
Messaggi: 793
Utente PREMIUM
contento di averti dato una

contento di averti dato una mano. alla prossima :)

 

 

Visita il sito EOS-Book con centinaia di progetti ed articoli!

Visita il nuovo sito di EOS-Book
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 9 utenti e 63 visitatori collegati.

Ultimi Commenti