Home Forum Scrivi una domanda di elettronica cancello automatico

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Emanuele 3 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57640

    vinci 70
    Membro

    Buona sera vorrei sapere se qualcuno di voi sa risolvere questo problema.Nel mio condominio abbiamo un cancello automatico si apre e si chiude tramite dei telecomandi aprimatic.Ci sono dei giorni che funziona alla meraviglia e altri il cancello rimane chiuso perche’ i telecomandi non funzionano.Passa 2 -3 giorni e i telecomandi del cancello rifunzionano senza che nessuno abbia fatto qualcosa. Come mai succede questo? ci sono delle soluzioni per risolvere l’inconveniente? grazie per le risposte

    #69114

    È difficile dare una risposta esatta a questo problema senza stare sul posto a effettuare delle misurazioni, ma può darsi che se l’elettronica funziona bene ci siano disturbi elettromagnetici in aria e la centralina non riceva bene il segnale dei telecomandi. Non è facile risolvere questo problema, sarebbe necessario l’intervento sul luogo di una persona competente dotata di analizzatore di spettro e antenna che si metta a ricercare il motivo del disturbo. I telecomandi dei cancelli infatti funzionano in genere a 433MHz, e siccome in Europa le frequenze liberamente fruibili, se non sbaglio, sono quella e la 868MHz, e per motivi di compatibilità con i sistemi americani viene usata in pratica solo la 433, succede che a quella frequenza il “traffico” elettromagnetico è molto elevato. Intanto potrei consigliarti di far controllare la centralina, perchè se per caso il guasto è lì, allora potrebbe essere tutto più semplice, anzi te lo auguro! Sarebbe una vera rogna mettersi a cercare disturbi elettromagnetici.

    #69115

    Emanuele
    Keymaster

    Sembra proprio un lavoro per Capitan Ventosa, e quindi sarà bene procedere come nei servizi di Striscia la Notizia.

    Prima di tutto ci vuole un analizzatore di spettro, poi bisogna aspettare l’inconveniente ed intervenire con una scansione delle frequenza, più è larga meglio è.
    Identificata la frequenza dannosa, bisogna seguirla con l’analizzatore, fino a dove il segnale è più ampio e quindi trovare l’apparato che emette tale disturbo.
    Infatti il disturbo, sarà talmente forte che direttamente o anche tramite armoniche secondarie potrà accecare il ricevitore del cancello.

    Certo l’ideale sarebbe trovare il disturbo nelle frequenze ammesse, 433MHz e 866MHz, ma spesso sono le armoniche a creare danno. A volte anche i 27MHz possono disturbare.

    Se non avete a disposizione l’analizzatore di spettro, la vedo dura, fatevelo prestare!

    Potete comunque cercare visivamente, anche negli appartamenti/negozi vicini, apparati che disturbano, facendo semplicemente la prova on/off.

    Da striscia la notizia (Capitan Ventosa) mi ricordo spesso un trasmettitore A/V, di quelli per vedere la televisione in tutte le stanze, senza fili….

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.