Home Forum Scrivi una domanda di elettronica chiedo scusa!!!

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  linus 3 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57910

    mi scuso se mi permetto di sottoporre a gente qualificata una domanda per me difficile ma per voi ritengo assolutamente banale.
    ecco il mio problema, ho una bici elettrica con motore 36v 12ah con pacco batterie al piombo, ho cambiato il pacco di batterie con un pacco sigillato al litio 36v 20 ah e dopo un iniziale buon funzionamento ora il motore dopo pochi metri entra come in protezione, spengo e riaccendo 3/4 volte agendo sulla chiavetta e riparte per rifare il problema poco dopo. Cosa puo essere? devo mettere per caso qualche protezione prima del motore avendo installato un pacco batterie con amperaggio più elevato? ho fatto questo perchè avevo capito che l’amperaggio influiva solo sulla durata della autonomia ma non intaccava il motore. attendo Vs. gentili risposte, grazie ancora Luca

    #69438

    linus
    Membro

    Probabile che la tensione sia superiore a quella nominale indicata nel pacco batterie e sicuramente ci deve essere un circuito di protezione (se va realmente in protezione), prova a fare delle misure di tensione su entrambi i pacchi batteria sia a vuoto che a carico per vedere se vi sono grandi differenze valutabili, poi c’è da evidenziare che le batterie al piombo sono caratterizzate da correnti di spunto abbastanza elevate rispetto alle batterie al litio che sono più delicate. Potrebbe essere dovuto anche al circuito di ricarica utilizzato non adatto alle batterie a litio che si siedono poiché non ben cariche.

    #69439

    grazie per la risposta e proseguo con i chiarimenti. il pacco al litio lo ho caricato con il suo carica batterie specifico, al momento del problema, ho staccato l’alimentazione del motore e ho verificato tramite tester uscita delle batterie che a mi segnalava 39.5/40,0 volt. secondo te è possibile vi sia un dispositivo di protezione dentro il motore? grazie luca

    #69448
    Luca Giuliodori
    Luca Giuliodori
    Partecipante

    Più che un dispositivo di protezione contro le sovratensioni (vedo che la tua supera di 4 volt quella richiesta dal motore) solitamente nei motori ci sono protezioni termiche. In pratica quando il motore supera una certa temperatura si attiva un sensore (solitamente una termocoppia) che interrompe il funzionamento del motore e lo riattiva quando la temperatura è scesa al di sotto di un certo livello. Forse è per questo motivo che dopo un po’ che provi a riattivarlo riparte ma ti si ferma poco dopo: appena sceso al di sotto della temperatura di soglia si riattiva ma subito dopo ritorna nuovamente in termica.

    E’ difficile trovare una protezione sulla sovratensione e in particolar modo nel tuo caso è difficile che intervenga per 4 volt superiori alla tensione richiesta dal motore: solitamente i motori sono fatti per lavorare con tensioni superiori a quella dichiarata. Vedo più probabile che invece quei 4 volt superiori, uniti ad un’amperaggio maggiore fornito dalla batteria (in questo caso più tensione dai al motore e più corrente assorbe, soprattutto se sei nella condizione di sovratensione) portino il motore ad un surriscaldamento sopra la soglia massima.

    Una prova che puoi fare (anche se empirica) è quella di misurare la temperatura del motore e vedere se supera la temperatura di funzionamento indicata nell’etichetta del motore (sempre che ci sia).

    Facci sapere.

    #69451

    ringrazio per la rapida risposta, e ovviamente sul motore non c’è indicato nulla.forse dico una schiocchezza ma se io forassi la calotta che chiude il motore? otterrei qualcosa o necessità secondo te di un vero e proprio estrattore di calore?ahn. ho riposizionato il vecchio pacco batterie e nella stessa identica condizione (ho tenuto bloccata la gomma posteriore)il motore non si è fermato. grazie per i consigli. luca

    #69452
    Luca Giuliodori
    Luca Giuliodori
    Partecipante

    Si, dare la possibilità di dissipare calore al motore può essere una strada ma tieni presente che se interviene la termica del motore vuol dire che non sta lavorando bene.

    L’ideale per farlo funzionare bene dovresti dargli la tensione giusta, o con un pacco batterie adatto oppure con un circuito che toglie questi 4 volt in più ma in questo caso è un circuito un po difficile in quanto le potenze in gioco sono elevate.

    #69453

    linus
    Membro

    Solitamente la termocoppia è realizzata con una PTC e inserita all’interno degli avvolgimenti, nel caso che si interrompa è molto difficile sostituirla poiché dovresti agire sull’avvolgimento del motore.

    Ma mi ponevo una domanda che ti riporto, questa bici non ha un regolatore di velocità? Perché nel caso è il variatore di velocità che regola la tensione del motore potrebbe essere che, invece del motore, entra in protezione il circuito di regolazione che solitamente è più sensibile ad alimentazioni con tensioni superiori a quelle di targa, nel caso fosse così è più semplice trovare dei rimedi.

    #69454

    a dire la verità non lo so, nel senso che ora la centralina non riconosce piu il PAS e pertanto la bici da quando giro la chiave parte, io posso anche non pedalare, praticamente il motore è sempre in tiro, dici che non posso inserire un variatore? proprio per controllare il voltaggio? grazie per la risposta luca

    #69455

    linus
    Membro

    lo puoi benissimo inserire, anzì puoi fartelo anche da te, devi misurare la corrente assorbita dal motore per dimensionare il circuito di potenza.

    Ti allego un circuito realizzato da un appassionato di elettronica che non è più tra noi, questo era stato realizzato per motori fino a 20A di assorbimento.

    http://www.newsland.it/attach/img?id=NDE2MA

    #69459

    ho gia scaricato il circuito e rileggendo tutto quanto mi sono accorto proprio all’inizio di aver dato forse delle indicazioni sbagliate e cioe che il pacco batterie è 36 volt per 12 ampere e il motore a rigor di logica è 36v con consumo di 250w (ecco il dato che non avevo scritto). pertanto, tutto il Vs. aiuto è stato inutile o è ancora valido? scusatemi per l’ignoranza in materia. luca

    #69460

    linus
    Membro

    Certamente è valido, il circuito che ti ho proposto può sopportare correnti di 20A con cui puoi regolare la tensione di uscita e quindi non sovraccaricare il motore, inoltre credo che quella corrente sia una corrente di spunto e non quella a regime, poichè essendo la Potenza in corrente continua il prodotto tra la tensione e la corrente, quindi P = V * I, in condizioni normali il motore dovrebbe assorbire I = P/V, ovvero circa 7 A.

    Oltre ai componenti elencati nello schema elettrico è opportuno dotare i componenti attivi di potenza di una adeguata aletta di raffreddamento.

    #69461

    linus
    Membro

    è la tua batteria che ha una capacità di 12Ah, ovvero che riesce ad erogare 12 Ampere in un ora, quindi invece di utilizzare 2 Mosfet di potenza, ne potresti utilizzare solo 1, il circuito è stato realizzato da Giuliano e sperimentato sul campo.

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.