Home
Accesso / Registrazione
 di 

codifica satellitare

11 risposte [Ultimo post]
ritratto di Fabrizio87
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 30/01/2011
Messaggi: 91

newcamdCome il tuo consiglio ho aperto questo discussioni cui per non essere troppo fuori tema,

certamente che conosco il mondo dei linux box con OScam e CCcam.
Fino all'anno scorso quando ero in città universitaria i Dreambox era una cosa normale,
ce n'era perfino uno se non vado errato DM 800 nel salotto studenti della palazzina dove si poteva vedere tutti i canali sky il compagno di camera mia ne aveva uno DM 7020.

Io non ho mai avuto interesse semplicemente perché non guardo più la televisione o pochissimo da parecchi anni e onestamente mi basta il mio MySky senza incazzarmi nelle riviste OScam,

ma da cosa saputo ultimamente c'è stato una grossa fermata un grosso contrattacco da parte sky con un errore 9993 che arrivato un sacco di schede da cosa capito.

ho sempre considerato card sharing, un attacco mio nobile che l'attacco alle codifiche dirette o perfino all'attacco del sistema di codifica DVB,

Secondo me essa andrà alla bella pirateria satellitare e l'attacco diretto al sistema di accesso condizionato,
come estrarre dal flusso MPEG la chiave CW1 e CW2 usando la funzione inversa della codifica,
Con questo tipo di attacco tutte le codifiche attualmente in uso Nagravision, Viaccess e VideoGuard saranno completamente inutili e senza possibilità di contrastare questo attacco è certo cambiare tutto il parco ricevitori attualmente del mercato.

all'epoca quanto me ne occupavo più attivamente si era toccato vicinissimo con i ricevitori Niokia,

per tornare alla condivisione di schede lo trovo piuttosto un sistema molto spazioso e molto interessante ma trovo che non sia un attacco viene proprio visto che la codifica e sistema di codifica non vengono toccati ma solo diviso e separati su più luoghi diversi.

chiaramente questo ottimo sistema per aprire i canali anche se personalmente ritengo da idioti farli passare tramite Internet visto che schifando nella rete universitaria scorrevano i numeri delle smart carta in chiaro se non ricordo male il protocollo si chiamava newcamd inquilini avevano usato come chiave DES 0102....1314,
dopo c'era il protocollo un po' più evoluto CCcam che questo anche avendo tutti pacchetti non siamo riusciti a bloccare il sistema.

secondo me il vero attacco al satellite e l'analisi delle codifiche,
le strategie non sono solo di ingegneri inversa sulla Samar card che attualmente non è più possibile,
Ti potrei dire di più la goccia di resina si può levare facilmente utilizzando acetone quello per le unghie lasciando bagno un po' di tempo.
Ma il fabbricanti hanno aggiunto uno strato di alluminio sopra sopra il chip è questo non è possibile rimuoverlo senza distruggere la EEPROM.

Ci rimane esclusivamente l'attacco per ingegneria sociale direttamente sulle aziende di produzione delle codifiche ma questo rimane tuttora impossibile da praticare visto che tutto il personale a seguito corsi contro questo tipo di attacco e l'azienda si è preparata per questo tipo di attacco.

mi sa che per un po' di tempo ancora l'unico modo di avere i canali sky è pagare l'abbonamento.
è dopo al massimo si potrebbe condividere.

ma avevo sentito parlare alle necessità delle contromisure della finanza,
dove si apriva dei free server dove si poteva accedere alle smart card,
ma come qualunque informatico saprà basta fare il log beccare l'indirizzo IP e fare una piccola visita a queste persone il secondo tempo.

ritratto di divivoma
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
12 ore 24 sec fa
Utente dal: 02/03/2011
Messaggi: 208
eccomi... si, sul fatto che

eccomi... si, sul fatto che non sia il più nobile degli attacchi contro la codifica, sono d'accordo però a dirti il vero... il risultato non cambia..reta sempre il fatto che puoi vederti la partita o il film senza pagare.. e questa diciamo è la logica del POPOLO...
poi ovviamente per persone pià ambiziose...c è la logica da perfezionisti, scrutatori e innovatori..che è quella che tu tanto ami..e che anche a me piacerebbe saper fare !
Quindi..certo le considerazioni da fare oggi non sono banali...e sicuramente non ci conviene neanche tanto farle in rete...ma sicuramente un modo prima o poi si troverà..e anche la dvb-t2 cede...e qualcuno ci dirà anche come...ma io non credo di riuscirci a farlo.. a meno che tu non abbia qualche idea geniale...oppure non si riescano a leggere i bit con un lettore ottico che penetra fin dentro al chip, senza neanche lacerare la resina :)...!ma mi sa ke è fantascienza...

ritratto di Fabrizio87
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 30/01/2011
Messaggi: 91
Ho chiesto un compagno mio

Ho chiesto un compagno mio esperto nell'arte della condivisione di abbonamenti,

mi è spiegato
attualmente sky Usa tre generazioni di codifiche diverse NDS2 schede 919 quella che conoscevo,
93b e 9cd non mi chiedete come si riconoscono che non lo so.

Mi ha spiegato che attualmente scagli sta facendo una politica di intento a eliminare tutte le schede 919,
Con un errore 9994 semplicemente perché erano bucate come con il metodo MOSC che consiste ad inviare dei falsi EMM,
così da poter modificare Le date di scadenza degli abbonamenti e ridare vita a schede con fusibile 25,
che all'epoca mia voleva dire scheda buona a nulla.
Mi diceva che era anche possibile fare su alcune serie di vecchie card 93b ma questa notizia non l'aveva confermata

In realtà il mondo della crittografia e dei pirati è andato avanti,
mi ha spiegato che c'erano riuscito a modificare degli EMM semplicemente ascoltando quelli che arrivano dal cielo e con un'accurata archiviazioni di questi su diversi anni,
dopo questa base di dati è stata analizzata con un'analisi in fonon si è certorza bruta così da rivelare le chiavi di crittografia Del famigerato nano 90 che era appena uscita all'epoca dove ho smesso di seguire questo mondo.

e mi ha spiegato una cosa carina,
Anche nel mondo dei pirati che a loro volta si fanno piantarlo,
mi spiegava che CCcam la condivisione era controllata con il sistema hop è che chi aveva il server poteva decidere il numero di clienti che si potevano connettere allo stesso utente.
ma mi diceva che con le avanzate del software OScam si poteva aggirare molto facilmente questa limitazione, così d'avere il numero di utente voluto e far credere che uno abbia la scheda in locale è di nuovo condivide.

Mi diceva che dall'epoca avevano fatto le prove schifando la rete avevano fatto molti progressi adesso usano tutti OpenVPN di questo velo posso garantire per esperienza personale non è possibile piantarlo.
E per di più usavano ormai solo il protocollo CCcam che avevo constatato anche io che era codificato con ASE 256 e non avevo spinto oltre l'analisi per assenza di tempo e di voglia.

per cosa riguarda DVB-T2 attualmente non viene utilizzato.
semplicemente perché attualmente canali in alta definizione scarseggiano.
è pochi che sono disponibili entrano facilmente nel sistema DVB-T,
solo al momento della moltiplicazionedei canali in alta definizione sarà necessario passare al sistema DVB-T2,
Infine aggiungere che sarebbe necessario aspettare la fine delle aste delle frequenze in Italia così da vedere un po' il panorama dei nuovi sistemi come si svilupperanno.

ritratto di divivoma
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
12 ore 24 sec fa
Utente dal: 02/03/2011
Messaggi: 208
Ok...quindi se ho capito bene

Ok...quindi se ho capito bene l'ultimo sw utilizzato è OpenVPN...mmm devo informarmi un pò..ma è difficile da imparare e usare in poco tempo?se hai qualche link interessante me lo giri così magari mi faccio un'idea meglio su qualche esempio già fatto...o leggo qualcosa a riguardo...

Si riguardo il DVB-T2 ho esagerato..è una tech nuovissima e ancora nn si usa tanto..per ora domina la dvb-t senz'altro..cmq il principio è lo stesso aumenta soltanto la banda mi sa di ogni canale..consentendo quindi la riproduzione in HD decente..
Ps: EMM cosa sarebbe..? scusa l'ignoranza..

ciao

ritratto di Fabrizio87
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 30/01/2011
Messaggi: 91
Prima di tutto OpenVPN è un

Prima di tutto OpenVPN è un programma che serve a creare dei VPN,
questi sono tunnel che transitano attraverso una rete informatica tra due o più utenti,
naturalmente viene crittografato con metodi piuttosto avanzati ad esempio chiavi simmetriche comminate a chiavi asimmetriche con vari stadi di cifratura ciascuno usando un algoritmo AES 256.
Quindi tutti dati che transitano all'interno di VPN sono difficilmente leggibile e anche se vengono intercettati Non possono essere usati facilmente o almeno di spendere grosse cifre di denaro per squalificarle.

io personalmente l'uso tutti i giorni per collegarmi su sersev di casa dall'università o da fuori con il mio computer portatile funziona molto bene.

per cosa riguarda EMM la teoria un po' più complessa.

Partiamo dalla struttura di trasmissione via satellite,

i dati vengono inviatidalle di studi televisivi, fino al satellite e vengono rispedit sui diversi ricevitori dei clienti,
in mezzo a questo flusso video dove di solito vengono mandati più in contemporanea viene mescolati altri due tipi di dati secondo le normative DVB il primo è ECM questi contengono la chiave che serve a squalificare il flusso video ma lei stessa è codificata attraverso una codifica piuttosto oscura e diversa da ogni sistema a disposizione sul mercato, il secondo tipo sono EMM che servono ad inviare le istruzioni alle diverse smar card all'interno di questi messaggi di solito ci sono i messaggi di aggiornamento dei diritti di visione, o l'informazione di attivazione disattivazione delle schede secondo come il cliente desidera e quanto paga.

una volta che arriva al ricevitore questo flusso di dati i dati vengono separarsi gli EMM e ECM vengono mandate alla scheda che restituisce in risposta i due chiavi che servono a squalificare il video sono chiamate CW1 e CW2.

Questo attacco consiste a mandare finti EMM dove l'interno viene scritto di aggiornare una carta ad esempio aggiungendo pacchetti non disponibili nel contratto o poco più semplicemente di riattivare una scheda dove l'abbonamento è stato disattivato.

per cosa riguarda DVB-T2 in realtà non si modifica la larghezza del bando di di un canale che rimane sempre 8 MHz c'era anche la banda della televisione analogica, ma si cambia il tipo di codifica passando da una codifica di Canale QPSK o 16 QAM a una codifica molto più sofisticata 64 QAM,
In realtà esisterebbe un passaggio in più dove viene effettuato un post modulazione per avere dei sistemi tipo Iso frequenza che significa di avere lo stesso canale televisivo per tutto il territorio italiano nel nostro caso e nel futuro dovrebbe essere 56 per la Mediaset 59 per la Rai.

Amica mia mi ha dato altri suggerimenti da leggere
http://dreambox.roliaforum.com/ qui spiegano bene tutto mi ha detto
http://www.sat-universe.com/ e questo permette di scaricare tutto i necessari e tutto immagini per il linuxbox.

ritratto di divivoma
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
12 ore 24 sec fa
Utente dal: 02/03/2011
Messaggi: 208
cavolo hai ragione ho detto

cavolo hai ragione ho detto una grande castroneria sulla dvb-t2...è la 64-QAM...con 64 simboli..giusto :)..cmq grazie per le spiegazioni..vedo che sei davvero esperto su questo campo e io adesso, grazie a te, sto cominciando a scoprirlo un pò di piu..cmq penso tu abbia studiato telecomunicazioni giusto? anche se queste cose sicuramente le hai imparate sul campo...non si insegnano mica :)
appena posso leggo un pò questi link che mi hai inviato e magari ti chiedo qualche altra cosa...

ancora grazie..ciao

ritratto di Fabrizio87
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 30/01/2011
Messaggi: 91
In realtà sono studente in

In realtà sono studente in ingegneria elettronica,
e stranamente queste cose si imparano esclusivamente sulle dispense dei prof.
Perfino alcunecose che ci hanno dato ad esempio le specifiche DVB o IEEE sono accesso riservato,
e che in realtà non puoi divulgare tutte le specifiche al pubblico,
mai i che personalmente trovo che sia ingiusto visto che tante persone anche che non hanno frequentato L'università dovrebbero avere accesso a questi informazione.

Spesso gli ingegneri sono come i medici vogliono fare la loro piccola casta a lungo.
ma nell'ingegneria e particolarmente quella informatica questo sta sempre diventando più difficile per loro.
basta vedere tutti progetti open source e il mondo linux dove tutto si può leggere senza vincoli,
e non è necessario frequentare l'università o essere ingegnere.

ritratto di divivoma
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
12 ore 24 sec fa
Utente dal: 02/03/2011
Messaggi: 208
allora siamo colleghi ;)...io

allora siamo colleghi ;)...io m sn laureato a padova qst anno in ing elettronica :)..
cmq..io queste cose non le ho mai fatte...certo si qualche protoccolo..ma per grandi linee..il mio corso era specializzato nella progettazione dei circuiti integrati analogici...quindi ti lascio immaginare..
ad ogni modo fai bene a divulgare le info..tanto per ora nn sei ancora minacciato da nessun contratto e nessun vincolo di segrettezza aziendale..e poi viva l'open source..siamo un sito chiamato così proprio perche è la sua filosofia..!

ritratto di Fabrizio87
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 30/01/2011
Messaggi: 91
In realtà non è così vero che

In realtà non è così vero che essendo studenti possono rivelare tutto cosa mi pare,

quando mi sono iscritto o accettato alcune condizioni in cui una è l'obbligo della segretezza dei documenti che potrei avere a disposizione durante i miei studi.

lo so perché un compagno mio ha avuto la geniale idea di pubblicare sul suo sito dei documenti scaricati dal server IEEE che sono riservati solo ai professionali e gente iscritta pubblicandoli sul suo Blog,

per questo ha avuto seri problemi con l'universitàè soprattutto con IEEE.

Quindi realtàan che come studenti siamo vincolati dal segreto professionale,

Nel nostro percorso dell'ingegneria elettronico è stato previsto a giungere diversi corsi di protocolli di comunicazione in particolar modo "servizi di telecomunicazioni" c'è piuttosto un esame piacevolea confronto di analisi 1, dove si parla esclusivamente di tutti i sistemi commerciali di telecomunicazione attualmente disponibili si è parlato naturalmente DVB trasmissioni televisive ma anche tutte le reti mobili GSM e tutte le sue evoluzioni, la rete Telecom con ISDN anche lì abbiamo avuto documenti della struttura della rete che possono essere considerati abbastanza sensibili.
e tante altre reti che adesso non ricordo più là che mi avevano appassionato all'epoca.

Da noi sono in realtà tre corsi di elettronica con tre indirizzi di specializzazione
- Elettronica ( questa si può considerare solo di digitale con poca analogica, quella che ho scelto io)
- elettronica e telecomunicazioni
- Elettronica ed informatica ( quello è più legato alla robotica e sistemi automi)

Infine esiste il corso chiamato ingegneria biomedica ma ormai è stato chiuso fino a esaurimento dei studenti

ritratto di divivoma
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
12 ore 24 sec fa
Utente dal: 02/03/2011
Messaggi: 208
ok..si vabbè ricordavo

ok..si vabbè ricordavo anch'io riguardo la segretezza dei dati presi dagli articoli della comunità scientifica ..cm quelli da IEEE..però dai mica siamo così tanto stupidi..e poi certo nn è il nostro caso...nn stiamo scrivendo nessuna formula...invece i ocntratti di riservatezza aziendali sono molto più complessi e sofisticati..diciamo che non potremmo dire neanche A in merito ad un progetto..e già dichiararne l'esistenza o che ne stai facendo parte..potrebbe essere fatale credimi..!
per questo..forse ho esagerato nel paragone...
Cmq..qual' è la tua università..cioè di che città? io ho fatto prima a napoli la triennale e poi a padova la magistrale..e mi son trovato benissimo... tu invece?

ritratto di Fabrizio87
Offline
Titolo: User++
Utente++
Ultima visita:
1 anno 26 settimane fa
Utente dal: 30/01/2011
Messaggi: 91
Io frequento attualmente

Io frequento attualmente l'università politecnica delle Marche ad Ancona,
mi trovo abbastanza bene anche se il caso mio è necessario prenderlo con i guanti,
visto che è necessario tener conto anche del fatto della mia dislessia ad esempio da cosa sono è un macello da questo punto di vista Padova che un compagno che studia la giù.

Ho sentito dire che era un'ottima università quella di Napoli.

per dirti anche io lavorando come tecnico informatico o spesso a che vedere con dati sensibili,
ma l'ultima che ho fatto ho gentilmente rubato dei dati a una a un progetto anch'egli nel campo della dislessia, ma non hanno mai potuto accusarmi in nessun modo visto che questi dati nemmeno loro avevano il diritto di averli per vari motivi in cui uno era violazione del segreto medico.

non puoi denunciare dalla polizia che che hanno rubato uno spinello, sennò ti cacciano dentro per uso di stupefacenti.
qui siamo nella stessa situazione.

ritratto di divivoma
Offline
Titolo: PowerUser
Utente Power
Ultima visita:
12 ore 24 sec fa
Utente dal: 02/03/2011
Messaggi: 208
ho capito... bella mossa

ho capito... bella mossa ;)..cmq anch'io ho sentito parlarne bene della tua università e capisco il problema di cui mi accennavi...nonostante sia molto "acclamata" padova ha anch'essa le sue pecche..cosi come ogni facoltà ha le sue..però dai l'importante è che ti trovi bene e riuscirai a laurearti ! Poi oggi si dicono tante stupidaggini che una facoltà è migliore dell'altra..ma in realta sn tt baggianate..per nn dire altro..
Ad esempio io sn andato a Padova soprattutto perchè avevo dato un occhio al piano di studi specialistico..e mi era piaciuto di più di quello di napoli..Poi volevo sfatare il mito che le uny del Nord sono migliori di quelle del Sud.. e così è stato infatto..laureato in 2 anni e poco piu..con quasi il massimo dei voti..!!
E mi son ricreduto di tante cose...io credo che l'unico vero vantaggio sia soltanto la posizione geografica..e la quantità di aziende che ci sono al Nord rispetto a quelle al sud..e che , fortunatamente, a noi Ing. al nord ci danno molte opportunità...però questo esula dall'aspetto didattico/teorico/pratico delle facoltà...e penso lo sai anche tu questo..
adesso nonostante lavoro già da 6 mesi..sto ancora ricevendo proposte di altre aziende..soltanto perchè mi sn laureato a padova...facendo una percentuale...ho fatto na 15ina di colloqui...tt tra padova e varese...dal sud ho avuto solo una chiamata..da firenze un'altra...il resto tt al nord...è questi sono i dati che giustificano la mia teoria..ovviamente basata soltanto sul caso personale...!

 

 

Visita il sito EOS-Book con centinaia di progetti ed articoli!

Visita il nuovo sito di EOS-Book
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 29 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti