Home Forum Scrivi una domanda di elettronica consiglio progettuale

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da delfino_curioso delfino_curioso 1 anno, 10 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #59340

    cardistef
    Membro

    mi potrebbe consigliare un sensore di luminosità che non dia grossi problemi per essere gestito?doovrei costruire un “riflettore catarifrangente” ora spiego meglio:
    le macchine di notte viaggiano con i fari accesi e i catarifrangenti ai bordi delle strade riflettono la luce in base alla lontananza, o vicinanza della fonte luminosa. L’obbiettivo da raggiungere è quello di far in modo che lòa luce riflessa dal catarifrangente sia sempre la solita tanto che la fonte luminosa sia vicina tanto che la fonte luminosa sia lontana. Per far cio bisogna accorpare al catarifrangente dei led che li illuminino.
    Quello che avrei pensato è di usare un sensore di luminosita che a mano a mano che la fonte luminosa si avvicina, il led deve funzionare sempre meno fino a che la fonte liuminosa èpassa e il led torna allo stato iniziale se non ci sono altre fonti luminose.qualche consiglio?

    #72404
    Piero Boccadoro
    Piero Boccadoro
    Partecipante

    La cosa più semplice è un LDR, ovvero un Light Dependent Resistor.
    Sarebbe anche facile da gestire perchè alla fine è come avere un semplice resistore…

    #72405

    Emanuele
    Keymaster
    #72407
    delfino_curioso
    delfino_curioso
    Partecipante

    Il consiglio ti serve esclusivamente sul SENSORE da impiegare oppure su come progettare l’intero SISTEMA che faccia quanto richiesto (se ho capito bene, praticamente un dimmer per i led “illuminatori” dei catarifrangenti su strada che mantenga fissa l’intensità della luce riflessa al passaggio dell’auto)?
    Te lo chiedo perché, nel primo caso, conviene dirci di che sistema di controllo già disponi, così da indirizzarti sul prodotto opportuno magari a livello di interfacce Hardware; nel secondo, ti si può aiutare in base alla “logistica” dell’esigenza, ovvero se devi fare un rapido prototipo (vedi l’uso di Arduino), se devi crearti un PCB da zero, se ti serve potenza di calcolo per ulteriori controlli etc etc.
    Piero ed Emanuele, è il giusto caso di dirlo, hanno già dato dei consigli “illuminanti” …. :-)

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.