Home Forum ELETTRONICA GENERALE Cotruire un pannello fotovoltaico

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Antonio Mangiardi 3 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57525

    buongiorno a tutti sono un ragazzo del professionale mi chiamo costanzo kristian frequento il 4 superiore e vorrei costruirmi un pannello fotovoltaico.. Come posso fare? grazie anticipatamente a ki mi risponderà……:)

    #68982

    linus
    Membro

    Puoi leggerti questo articolo apparso su questo sito in merito alla realizzazione di un pannello fotovoltaico:

    http://it.emcelettronica.com/costruire-proprio-pannello-solare

    #68983

    prendi pezzi di celle che ti capitano tutti i tipi e qualità, forme eccetera…
    poi ti serve:
    – un saldatore a punta (punta tipo matita e non tipo cacciavite) abastanza potente in modo che non si debba fare troppa pressione sulla cella (è delicata alla pressione) bastano 40W poi acido per saldatore e un rocchetto di stagno (se c’è anche il piombo non respirare i vapori ^_^ )
    – ribbon (serve da conduttore per collegare ad una ad una le celle) all’incirca 15 euro per 15/20 m
    – pannello di plastica o altro materiale non conduttore di elettricità e resistente agli agenti atmosferici (sarà il piano di appoggio delle celle).
    Grandezza in base al numero di celle che si son trovate…
    -pannello di vetro o plastica trasparente da montare sopra al precedente pannello, sempre resistente all’esterno ma facendo in modo di lasciare uno spessore tra uno e l’altro visto che in mezzo ci sono le celle
    -pistola e colla a caldo, servirà per incollare le celle saldate al pannello di plastica sottostante
    -silicone e siringa (bisogna creare un’inscatolatura stagna)
    – fili elettrici (vanno bene quelli degli impianti elettrici di casa)
    – diodi shokty (tanti quanto sono le celle): servono per far scorrere in modo adeguato la corrente in tutte le singole celle, visto che ognuna ha forma e dimensione diversa.
    Inoltre non fanno danneggiare le celle che altrimenti sarebbero soggette a sovracorrenti e quindi malfunzionamenti. Ogni diodo deve essere in antiparallelo ad ogni singola cella.
    – un diodo, che sopporti tensione e corrente erogati da pannello del pannello, da saldare sul polo positivo in polarizzazione diretta (visto dai capi di tutto il pannello fotovoltaico una volta saldate tutte le celle). costo 0,50 eur al negozio sotto casa. Serve per non far danneggiare il pannello mentre sta caricando una batteria dunque per far scorrere in un solo senso la corrente.
    – mutimetro digitale capace di misurare (un tester che ti vendono anche i cinesi va bene)

    1. Tra tutte le celle che si è riusciti a procurare fare una selezione in base alla forma e grandezza della cella (occhio che sono delicate) e riunire tutte le celle con forma e grandezza simile.
    2. Tagliare il filo di ribbon di una lunghezza adatta a collegare due celle adiacenti, sciogliere lo stagno sopra e saldardo su di una cella alla volta soltanto sulla faccia blu (il polo negativo), seguendo la guida principale della cella, procedere con l’assemblamento tra loro in serie, (polo negativo di una collegato al polo positivo dell’altra) fino ad una catena di 32 celle (ogni cella ha una tensione di circa 0,5V dunque tutto il pannello avrà 0,5 x 32= 16v a vuoto, cioè senza alcun carico collegato)
    3. Una volta collegata tutta la catena delle 32 celle, in corrispondenza di ogni singola cella collegare un diodo schotky in parallelo (Testarlo con il multimetro)

    4. Ora fissare il tutto sul pannello che farà da base con la colla a caldo (la base è il pannello di plastica) poi inscatolare e sigillare col silicone.

    qui c’è tutto.

    http://fotovoltaicoabruzzo.blogspot.com/2010/06/come-costruirsi-un-pannello.html

    anche su youtube puoi trovare dei tutorial

    #68985
Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.