Home Forum CIRCUITI STAMPATI PCB E CAD INVERTER/BMS PER ACCUMULO – RETROFIT

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Angelo.Bilotta 8 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60394

    Buongiorno a tutti,

    sono un neo iscritto, spero che la sezione sia giusta. Sto lavorando a un progetto per la realizzazione di batterie di accumulo innovative green, come prima applicazione destinate allo storage domestico, on grid e off grid, potenze da 2 a 40 kw.

    La parte inverter/bms la stavo facendo sviluppare a una persona che non può più seguirmi. Il progetto è a carattere industriale, sto cercando una o più persone che possano sviluppare il dispositivo partendo da specifiche funzionali, con la possibilità di entrare a far parte del progetto o di esserne fornitori.

    Lavoriamo a Milano, Bari, Lecce, abbiamo rapporti avviati con Polimi, Poliba, Unisalento e con aziende di Milano e Bari. Tra l'altro il progetto è di ampio respiro e si propone di rilanciare la produzione industriale innovativa in Italia. Dopo due anni lavorando "in economia" ad Aprile 2014 ripartiamo con un'altra marcia in collaborazione con alcune aziende partner, i tempi sono stretti.

    Essendo così "immersi" nel settore, avete suggerimenti, consigli, soluzioni, persone da propormi?

    ringrazio anticipatamente,

    Angelo

    #75096

    Piero Boccadoro
    Partecipante

    Sembra davvero molto interessante (e questa volta non lo dico da studente del PoliBa).
    Che ne dici da dirci qualcosa di più?
    A che punto è il progetto?
    A che titolo lavorate con le università?
    Sono disponibili tirocini e/o tesi di laurea?
    Che tipo di ingegneri vi servono?

    #75105

    riguardo all'inverter sono ritornato allo stadio iniziale : un elenco di specifiche relative alle funzioni che l'inverter/bms dovrebbe espletare, niente di più.

     

    riguardo alla batteria abbiamo realizzato 2 prototipi con un guru dell'elettrochimica industriale.

     

    Siamo in attesa di partire col progetto industriale e coi fondi relativi.

     

    Le università sono coinvolte nel progetto perchè apporteranno ricerca, ogni dipartimento secondo la propria competenza (elettrochimica, elettrotecnica, meccanica strutturale, modellazione matematica)
     

    credo che siano possibili progetti di ricerca ma devo approfondire

     

    non ci servono necessariamente ingegneri , ma progettisti di circuiti elettronici di potenza con una visione di insieme e allo stesso tempo capacità hands on

     

    purtroppo non posso entrare in dettagli ulteriori dato il carattere pubblico del vostro forum.

    sono comunque contattabile alla mail a.bilotta2@gmail.com per offerte o richieste di chiarimenti.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.