Home Forum NUOVE IDEE O PROGETTI DA SVILUPPARE Led di diversi colori lampeggianti

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  metafisico46 3 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57299

    Elex
    Membro

    Salve a tutti!!!Vorrei realizzare un progettino abbastanza semplice..e mi piacerebbe avere qualche dritta!In pratica mi piacerebbe prendere led bianchi, rossi e verdi e farli lampeggiare. Mi potreste dire che componenti devo comprare e come collegarli fra loro?:)

    #68455

    stewe
    Membro

    Spiega meglio il contesto del tuo progetto, in modo da poterti consigliare al meglio…

    #68456

    sorex
    Membro
    #68457

    stewe
    Membro

    Visti i led rossi, verdi e bianchi… provo ad indovinare il contesto.

    Il led rosso è da mettere sull’estremità sinistra?
    Il led verde è da mettere sull’estremità destra?
    Il led bianco è stroboscopico?

    Mmm… se ci ho azzeccato, abbiamo in comune un bellissimo hobby!!
    In tal caso per gestire il tutto ci vorrebbe un piccolo microcontrollore per poter simulare correttamente i lampeggi…

    Fammi sapere!!

    #68458

    linus
    Membro

    si può realizzare anche con i PIC oltre che con i circuiti indicati da sorex, puoi realizzare oltre che il lampeggio anche l’accensione tipo KITT la Supercar, non so se ti ricordi.

    Metto un video se non ti ricordi:

    http://www.metacafe.com/watch/1004975/oricalc_crisis_division_knight_rider_supercar_kitt/

    #68459

    stewe
    Membro

    Si, con un pic, magari un 12F629 (quindi un microprocessore davvero piccolo) si possono fare tutti gli effetti che si vogliono.
    Ora sta a te specificare cosa vuoi ottenere: una soluzione te la troviamo! :-D

    #68473

    Elex
    Membro

    io come microcontrollore ho l’atmega 7533 ma non l’ho mai utilizzato (non ci so fare niente)..vorrei creare una matrice di leds..verde bianchi e rossi..3 strisce..come la nostra bandiera!!:) e poi vorrei far accendere i leds e farli lampeggiare..per ora vorrei fermarmi a questo!!parto dall’a b c..

    #68491

    Felix92
    Membro

    Ciao, puoi utilizzare un semplice oscillatore ad’ onda quadra utilizzando un timer 555.
    ecco lo schema dell’oscillatore:

    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/3d/555_Astable_Diagram.svg

    il tempo t1 che è il tempo in cui l’uscita è alta si calcola con la formula:
    t1=0,693(R1+R2)C
    mentre il tempo t2 in cui l’uscita è bassa si calcola con la formula:t2=0,693R2C
    l’uscita varia tra 0 e Vcc,dunque potresti alimentarlo a 5 volt,e in uscita collegare un partitore di tensione (http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/8f/Voltage_divider.svg), magari con due resistenza di pari valore, avrai in uscita, con una Vin=5 V, una Vout=2.5 V

    #68497

    vaka85
    Membro

    Pic o ne555…
    Se devono lampeggiare e basta va benissimo un ne555.
    Cerca lo schema di un astabile in rete, ne trovi a bizzeffe, anche di calcolatori per trovare automaticamente i valori dei componenti in base alla frequenza da usare.
    Se vuoi fare giochi di luce più complessi, invece, dovrai usare un pic.

    #68689

    Casciana17
    Membro

    Secondo me la cosa più semplice da fare nel tuo caso è realizzare un multivibratore astabile.Ti spiego,i multivibratori astabili sono circuiti che generano onde quadre o rettangolari,in funzionamento è basato sulla carica e scarica di un condensatore attraverso un circuito resistivo (Elettrotecnica insegna xD ) il tempo di carica e di scarica del condensatore e quindi la frequenza del segnale prodotto dipende dalla costante di tempo t=RC questo circuito può essere realizzato con porte logiche o con integrati dedicati e non sei pratico ti consiglio innanzi tutti di farti due calcoletti:a quale frequenza vuoi che i led lampeggino?vuoi che lampeggino insieme o che si alternino?
    Allora supponiamo che tu voglia far lampeggiare 3 led avente colorazione dalla tua descrizione.Prima di tutto serve la frequenza F, supponiamo 5Hz,ricordiamo che il periodo T=1/F ottenuto il periodo lo andiamo a sostituire nella formula T=1,4RC che diventa 0.2=1,4RC Ebbene si le incognite sono 2,come si fa?semplicissimo poniamo una delle due ad un valore definito da noi ad esempio C=1uF (1*10^-6F) e partendo da questa formula possiamo benissimo trovare la R con la formula inversa ovvero R=(0.2*10^6)/1.4=142857 ohm valore commerciale=150k.Ed ecco,questi calcoli appena svolti se connessi opportunamente,potresti realizzare un’astabile a trigger di smith con una porta not triggerata 40106.Collegamenti:pin 7=massa;pin 14=VDD;tra il pin 2 e massa colleghi il condensatore,e tra il pin 2 e 3 colleghi la resistenza.Il risultato?Hai ottenuto un onda quadra sul pin 3!dopo gli puoi collegare i tuoi led e far si che lampeggino.Ah dimenticavo una cosa è bene collegare in serie un trimmer alla resistenza per far si che diminuisca o aumenti la frequenza di lampeggio dei led,e poi il dimensionamento delle 3 resistenze dei led effettuando kirchoff alla maglia:”la somma delle forze elettromotrici è uguale alla somma delle cadute di tensione sui singoli rami” per cui R=(Vout-Vd)/15mA.Dove per Vout sta la tensione in uscita dalla porta Vd è la tensione di soglia del diodo e 15mA è la corrente di lavoro.Spero di esserti stato d’aiuto anche perchè l’argomento dei generatori d’onda è molto vasto e di certo non si assimila in una paginetta comunque se hai qualche dubbio non esitare a chiedere e/o contattarmi.:-)
    :-)

    #69323

    metafisico46
    Membro

    Praticamente è da oltre 10 anni9 che progetto e realizzo punti luce a LED. Al contrario di quanti ne vedo in giro (perfettamente funzionali) preferisco eliminare tutti i consumi superflui come il trasformatore e relativa circuitazione di controllo. Praticamente lacvoro con 100 led e multipli di 100. Sto parlando dei led bianchi ad alta luminosità. Ebbene 100 led se messi in serie fanno esattamente 310 volt (3,1 3,5 ad elemento) quindi posso alimentarli direttamente dalla rete Enel 220V. E’ ovvio che oltre al ponte di diodi e relativo condensatore (10uF 400V), inserisco anche un varistor da 275V in ingresso; questo mi permette di tosare gli impulsi di accensione. Altro particolare sono due zener in serie da 16oV cadauno per ulteriore abbattimento dei picchi. Tutto qua. Vi assicuro che 400 led realizzati con una cornice per quadri, con fondo in forex bianco, fanno una ottima luce per una stanza di oltre 20mq. Vorrei postare lo schema e le foto delle varie realizzazioni …… ma qui sembra non essere contemplata questa eventualità.
    Disponibile per qualsiasi schema e consulenza, potete comunicare con me attraverso la mail perchè non frequento molto i forum.
    metafisico46#@gmail.com

    PS: colgo l’occasione per chiedere un apposito spazio per foto e realtivi circuiti con spiegazioni. Sono un tecnico appassionato di progettazioni in pensione (per modo di dire) Potete chiedere q

Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.