Home Forum ELETTRONICA GENERALE limitatore di potenza per elettrodomestici ‘affamati’

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  scroogie 1 mese, 4 settimane fa.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60782

    scroogie
    Membro

    buongiorno a tutti,
    ed ecco una domandina facile-facile:
    vorrei limitare in particolari condizioni la potenza assorbita da alcuni elettrodomestici tipo lavatrice, lavastoviglie, ferro da stiro, ecc. senza che questi si spengano.
    pensavo di usare inizialmente un raspberry (appena ordinato la versione B+) che possa pilotare dei triacs ma ho un dubbio che mi blocca.
    Premesso che il limitatore deve essere inserito tra la presa di corrente ed il carico e che quasi sicuramente interverrà durante le fasi di riscaldamento, mi chiedo: ma l’elettronica della lavatrice come di comporterà quando vede arrivare delle semionde ‘affettate’ (PWM) ?
    una volta risolto questo beh, parleremo dell’interfaccia! :-)
    spero di essere stato sufficientemente chiaro…
    grazie in anticipo

    #75754

    Premesso che su certe cose mi reputo ignorante come una bestia…. ma mi sorge il dubbio che il controllo debba essere più “granulare” e non solo “sulla presa”…. ma ad esempio sul motore, sugli elementi riscaldanti, ecc.
    Fatta “alla selvaggia” a monte credo che oltre a surriscaldare i triac rischi di rovinare parti che “esigono” certe condizioni per funzionare correttamente….

    Ciao

    #75756

    Piero Boccadoro
    Partecipante

    Che intendi per “particolari condizioni”?

    #75775

    scroogie
    Membro

    ero via e le ho viste solo ora
    Piero,
    le ‘particolari condizioni’ si verificano quando i contatori di energia elettronici rilevano carichi superiori ai 3KW e iniziano a lavorare nella zona di tolleranza del +10%. Questo però dura solo pochi minuti prima dell’intervento delle protezioni e conseguente black-out! Es. lavastoviglie in riscaldamento e ferro da stiro acceso contemporaneamente.
    Fabrizio,
    si, poter inserire il controllo più a valle (tipicamente sugli elementi riscaldanti) sarebbe progettualmente più semplice ma meno ‘distribuibile’
    -non ho intenzione di costruirci sopra un business ma molti amici lo vorebbero, anche persone che usano il cacciavite solo per aprire le lattine.. :-)
    in effetti la preoccupazione è quella di far lavorare gli altri circuiti in condizioni ‘diverse’
    boh, se scopro qualcosa terrò il forum aggiornato

    grazie comunque

    #75825

    salve,
    io utilizzo una scheda MK2760 di un noto produttore kit elettronica,è regolabile la soglia di intervento,il relè interno non può controllare direttamente il carico,ma lo utilizzo per fare intervenire differenziale 30mA dedicato;tutte le apparecchiature attuali quando si ripristina tensione ripartono senza problemi.

    #75826

    scroogie
    Membro

    grazie per il commento: la sfida è tutta in quel punto cioè ridurre la potenza assorbita senza spegnere le apparecchiature.
    Incidentalmente: le mie lavatrice e lavastoviglie, se interrotte per mancanza di corrente, non ripartono dal punto di programma interrotto ma bisogna riavviarle… ho scelto male :-(

    sono certo che presto o tardi qualche geniaccio del forum suggerirà la soluzione!

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.