Home Forum Scrivi una domanda di elettronica Luce lampione con mulinello ad acqua

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Vittorio Crapella 2 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58645

    omegaub
    Membro

    Ciao a tutti!
    Sono nuova in questo forum e sono felice di esserci!
    Vivo da poco in campagna. C’è un fiumiciattolo che passa sotto ad un ponte che porta fino alle ultime case (7) della valle in cui vivo e con un mio vicino abbiamo pensato di sfruttare il ruscelletto per illuminare il ponticello. … come dovremmo procedere?
    La teoria l’ho studiata tutta nel mio corso di studi (laurea in matematica indirizzo fisico) ma di pratica non so assolutamente.
    Mi piacerebbe, se non fosse troppo complicato, costruire da me la bobina o l’alternatore necessari considerando che il ponticello da illuminare è piccolissimo (1.00×2.00mt) quindi non serve tantissima luce.
    Penso che devo partire dal decidere la lampadina da utilizzare e da lì “indietreggiare” per arrivare alle dimensioni/capacità/caratteristiche del generatore di corrente… potete darmi una mano/consiglio?
    Inoltre, ho un bimbo piccolino e vorrei che un giorno facesse assieme a me tutte queste piccole cose (abbiamo anche un po’ di vento da sfruttare) ma prima devo impararle io
    Grazie a tutti quanti!

    Mic molto principiante

    #71025

    Emanuele
    Keymaster

    Ciao Omegaub,
    benvenuta sull’Elettronica Open Source, EOS per gli amici :)

    Seguendo le tue indicazioni direi che la prima decisione sia la scelta dei LED.
    Potresti provare con una batteria ed accendere alcuni led in modo da identificare che tipo di led e quanti te ne servono per illuminare il ponticello. Anche una lettura della corrente che circola nel led sarebbe utile (si misura semplicemente con un tester in serie).

    Quindi, realizzato il circuito a batteria con LED, Resistenza e Batteria, e, avendo il dato della corrente, puoi passare allo step successivo: eliminare la batteria.

    Dai un’occhiata qui

    http://www.niklasroy.com/project/85/privefonteintjes

    e poi, se vuoi esagerare qui

    http://www.niklasroy.com/articles/109/wasserklang-modulsystem-test-run-1

    Il principio e quello della dinamo, che, se hai fatto matematica e fisica, conosci meglio di me, che sono elettronico :)

    Una volta definito lo schema a blocchi possiamo ragionare sull’ottimizzazione dell’energia utilizzando componenti energy harvesting

    #71031

    omegaub
    Membro

    Grazie mille Emanuele!
    Comincerò con gli studi e le prove e riporterò i risultati ottenuti.

    Mic riconoscente e sperimentale :)

    #71039

    Il sistema che mi sento di sugggerire è quello di figura 3 del seguente documento

    http://sleekfreak.ath.cx:81/3wdev/VITAHTML/SUBLEV/EN1/WTRWHLOS.HTM

    Ho visto realizzato di persona una cosa simile che muoveva, con adeguato adattamento dei numeri di giri, un alternatore d’auto che veniva usato per ricaricare una batteria d’auto che poi forniva corrente alle lampade di una abitazione in alta montagna

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.