Home Forum VARIE messa a terra impianto fotovoltaico

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  alexm90 3 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58214

    alexm90
    Membro

    salve a tutti,
    sono qui a porvi un quesito che mi provoca molti dubbi!
    supponiamo di aver un impianto fotovoltaico con pannelli in doppio isolamento, cavi in doppio isolamento e inverter senza trasformatore.. l’ impianto si trova su un tetto a falda.
    secondo me la struttura di sostegno non va connessa a terra per i seguenti motivi:
    – i pannelli sono in doppio isolamento, il loro collegamento a terra è vietato, collegando a terra i sostegni, collegherei anche i pannelli
    – non è una massa estranea perchè in caso di guasto non può entrare in contatto con un potenziale (cavi e pannelli in doppio isolamento.. si dovrebbe verificare un doppio guasto nello stesso punto)
    – non è a rischio contatto diretto in quanto in tetto a falda non (dovrebbe XD) essere calpestabile, e sul tetto dovrebbe accedere solo personale qualificato

    c’è anche da tenere in considerazione però che l’ inverter è dotato di monitor di isolamento… monitor che non può funzionare la struttura non è connessa in maniera efficace a terra.
    mi viene però da dire, che questo monitor di isolamento non mi serve, in quanto i componenti sono tutti di classe II.
    inoltre, se collegassi la struttura a terra, dovrei dimensionare la conduttura in modo da poter resistere alla corrente di fulminazione?

    detto questo, per realizzare l’ impianto secondo la regola dell’ arte, cosa è più corretto fare?
    la mia l’ ho detta, a voi la parola

    #69588

    fuzzzy
    Membro

    è una domanda complessa…

    il mio impianto è connesso a terra, la struttura è connessa terra e credo che comunque per evitare soprattutto scariche atmosferiche.

    Cmq potrebbe attirare dei fulmini una struttura metallica di quel tipo e quindi per cercare di evitare danni all’impianto in condizioni di scarica è preferibile collegarlo a terra.

    Non vedo pericoloso l’impianto verso il mondo esterno mentre l’impianto rischia di essere danneggiato da agenti atmosferici di varia natura.

    Questo è quello che mi viene in mente ora. Vi aggiorno se c’è altro.

    #69590

    alexm90
    Membro

    i tuoi moduli sono in doppio isolamento?
    il conduttore di terra è collegato nel pozzetto con una calata di grossa sezione, o è collegato all’ impianto esistente?

    #69599

    fuzzzy
    Membro

    Non so dirti ora se i miei moduli sono in doppio isolamento, cmq sono moduli mitsubishi di ultima generazione e gli inverter sono aurora.

    La calata invece è fatta con una barra di metallo che scende direttamente dal tetto al pozzetto.

    #69606

    alexm90
    Membro

    mmm è una barra piatta?
    da come lo descrivi mi sembrerebbe un impianto LPS… per caso hai sul tetto una corda nuda che circonda il perimetro?

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.