Home Forum Scrivi una domanda di elettronica Modificare software di dispositivi per impianti elettrici domotici

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  adrirobot 10 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60142

    fioriello91
    Membro

    Buongiorno scusate il disturbo, avrei una domanda da fare, chiedo a voi perchè sembrate molto competenti. Io programmo impianti elettrici domotici con protocollo KNX. Tali impianti usano dei dispositivi(attuatori,interfacce ecc) programmabili a computer tramite un software creato dalla casa che consente di modificare determinati parametri dei dispositivi in base alle proprie esigenze. Questi parametri a volte però non sono sufficienti e quindi vorrei sapere se è possibile e, se sì, come, entrare in tali dispositivi e programmarli in modo diverso da quello che che offrono, usando anche dei linguaggi di programmazione. Studio ingegneria informatica e non avrei problemi a programmarli in altri linguaggi. Grazie e scusate il disturbo.

    #74586

    adrirobot
    Partecipante

    Ciao Fiorello91
    Vedo che ti sei appena iscritto perciò ti do in nome di tutti il benvenuto.
    Per quanto riguarda la tua domanda, devo confessarti che non ho esperienza in quel tipo di protocollo.
    Mi sono documentato un po’ sulla rete è ho visto che l’KNX è il primo standard di building automation aperto, coperto da royalty e indipendente dalla piattaforma, approvato come standard europeo.
    Da quanto mi sembra di avere capito con questo sistema le varie aziende devono utilizzare per esempio lo stesso tipo di variabili in modo da che prodotti di produttori possano dialogare tra loro.
    Fermo restando questo credo che ogni produttore sia abbastanza libero di realizzare i suoi prodotti utilizzando componenti diversi, fermo restando che i dati siano poi “comunicati” e gestito secondo lo standard.
    Nel tuo messaggio non specifichi a quale produttore o prodotto specifico ti riferisci. Quello che credo e che sia difficile accedere all’hardware, se questa possibilità non è prevista specificatamente dal produttore.
    Perciò, ma credo che tu l’abbia già fatto, esaminerei la documentazione per verificare se esiste la possibilità, magari il produttore potrebbe fornire al software per la configurazione che permette l’indirizzamento fisico e logico, la creazione di gruppi, la modifica di parametri, l’analisi del traffico bus e modalità di comunicazione dei dispositivi.
    Magari se comunichi il modello qualcuno del gruppo ha già avuto esperienza.
    Un saluto
    Adriano

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.