Home Forum MICROCONTROLLORI Pic, atmel, freescale

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Emanuele 3 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #57682

    Nicolò
    Membro

    Salve a tutti,
    mi servirebbe un chiarimento sulle differenze tra i microcontrollori della Microchip, dell’ Atmel e di Freescale. Mi interesserebbe in particolare capire quali sono i migliori per applicazioni elettroniche home made e quali sono i migliori, am soprattutto cosa va bene per iniziare(sono alle prime armi). Mi piacerebbe capire anche che programmatori utilizzare per Freescale o Atmel(avevo dato un occhio a Atmel AVR Dragon).

    #69211

    Per iniziare ti consiglierei di più i microcontrollori di microchip e atmel, per il fatto che hanno una comunità di supporto enorme. In particolare per gli atmel ci sono tutti i fanatici di Arduino (credo che tu ne abbia sentito parlare), che sicuramente ti potranno aiutare a risolvere qualunque problema. Personalmente dunque ti consiglierei Atmel, per vari motivi tra cui la velocità e la semplicità di programmazione (realizzare un programmatore per porta parallela significa saldare solo qualche resistenza), ma sono utilizzatissimi anche i PIC di microchip. Alla fine qualsiasi cosa scegli caschi in piedi. Se poi li programmi in assembler sappi che i pic della serie 16 e 18 hanno un set di 32 istruzioni, mentre gli AVR di un centinaio, e gli AVR a parità di frequenza di funzionamento vanno 4 volte più veloci

    #69212

    Emanuele
    Keymaster

    Qualsiasi casa scegli è sicuramente un ottima scelta, di ognuna potrei elencarti pregi e difetti, ma DAL MIO punto di vista!

    Fatti un giro sui vari siti ufficiali, vedi i costi dei sistemi di sviluppo hardware e software (in genere gratis, ma non sempre i compilatori c)
    Poi vedi anche le application note ufficiali ed i vari progetti realizzati in rete.

    #69214

    Nicolò
    Membro

    Grazie mille.
    Quindi potrei imparare e utilizzare uno qualsiasi dei tre, e ciascuno ha pregi e difetti… Ora guardo un po in rete, intanto grazie ancora!

    #69257

    Mino_73
    Partecipante

    Credo che Atmel sia la scelta migliore per imparare, grazie anche all’ottimo tool di sviluppo gratuito AVR Studio. Questo comprende già il compilatore gcc!! Impari a programmare in C e non hai bisogno dell’assembler, almeno se non vuoi approfondire la cosa. Ho sviluppato diversi progetti con atmel e mi sono trovato molto bene sia nell’utilizzo dei dispositivi sia nella progammazione. Su internet trovi moltissimo materiale di studio ed esmpi software. Come programmatore utilizzo AVR JTAGICE mkII, molto potente ma anche piuttosto costoso. Si trovano tuttavia, in giro per internet, vari cloni a prezzi abbordabili, oppure puoi realizzarti un programmatore con uno dei tanti progetti che trovi su internet. AVR Studio ti permette di eseguire il debug completo del tuo software in modo veramente semplice e immediato.
    Buon Lavoro.
    P.S. Non lavoro per atmel :-) semplicemente li trovo degli ottimi dispositivi.

    #69258

    Anche io non posso nascondere di essere abbastanza pro-Atmel, però non concordo molto sull’uso della programmazione in C per iniziare.
    Magari può essere un approccio leggermente più soft, ma chi vuole imparare, credo che farebbe bene a iniziare a capire con cosa ha a che fare… Ritengo molto molto istruttivo iniziare a lavorare da subito con i registri, soprattutto per evidenziare la semplicità e la meccanicità di queste macchine.
    Ovviamente non è che si nasce istruiti, per cui io consiglierei di usare una buona guida per capire dove mettere le mani all’inizio, e poi con comodità si può iniziare a scrivere codice col datasheet completo alla mano. (attenzione a scaricare il datasheet perchè esistono anche versioni ridotte).
    Ovviamente la conoscenza di base dell’inglese è un prerequisito fondamentale.
    Io personalmente ho cominciato coi PIC, e se ritrovo la guida che ho utilizzato metto qui il link. Poi se vuole passare ad atmel o a freescale, è abbastanza semplice. l’importante all’inizio è acquisire la forma mentis

    #69259

    Nicolò
    Membro

    Sicuramente l’inglese non è un problema, come il C. Inizierò a studiarmi l’assembly!!!
    Devo ancora decidere su cosa punterò(credo pic, ma atmel è un’alternativa che devo valutare attentamente), ma sicuramente le vostre dritte mi aiuteranno molto.
    Ora mi informo un po’ e vi saprò dire!
    Grazie!!

    #69261

    electropower
    Membro

    Giovanni, sapresti mica indicarmi una guida per i microcontrollori Atmel? Vorrei iniziare anch’io con questi microcontrollori svincolandomi da Arduino (core Atmega ma con le API classiche di Arduino lo si sfrutta in tutta la sua potenza. basti pensare che per mandare alto un pin di I/O, con la funzione apposita per Arduino ci metti un sacco di tempo…in assembly lo si fa in un solo ciclo di clock!!)!…un getting started che mostri anche l’utilizzo dell’IDE e magari qualche esempio commentato passo passo…un pò come la guida PicByExample di Sergio Tanzilli…anche se è in inglese non importa! Fammi sapere! ;)

    #69262

    se prendi il datasheet della atmel è completissimo di tutti i dettagli! Se poi vuoi inserire delle righe assembly in mezzo al codice C puoi usare l’istruzione standard asm().
    Abbiamo risolto questo problema all’inizio di aprile su questo sito. La discussione si chiama tipo
    “Arduino ha vinto adesso cerchiamo di non perdere” o giù di lì.

    Comunque grazie, non mi ricordavo che si chiamasse pic by examples, volevo linkarlo prima ma non mi veniva il nome.

    @nicolò, prima stavo dicendo questa guida.

    http://www.areasx.com/index.php?D=1&page=download.php&idfile=36&todo=downloadfile&view=download

    #69263

    electropower
    Membro

    errata corrige…volevo dire “…non lo si sfrutta in tutta la sua potenza…” manca un non…scusate l’errore!

    #69268

    Nicolò
    Membro

    Grazie mille, per il link, ora inizio a studiarmi per bene il mondo dei microcontrollori. Ormai sono quasi certo di scegliere i Pic, vista la possibilità dei campioni gratuiti. Più avanti inizierò a studiarmi anche atmel. Magari con un arduino fai-da-te. Se riesco me ne progetterò uno anche coni pic.
    Grazie ancora.

    #69269

    Emanuele
    Keymaster

    Ecco il link del cosro PIC by Example del nostro amico Tanzilli, che abbiamo pubblicato anche noi sul blog

    http://it.emcelettronica.com/picmicro-picmicro-cult

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.