Home Forum Scrivi una domanda di elettronica Polazizzazione Mosfet

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  gammacentauri 2 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #59165

    Salve a tutti, ho un problema con una piccola cella solare (2V, 200mA) della quale conosco la caratteristica VI (e di conseguenza tutte le altre) ottenuta mediante due tester e un trimmer da 100K, ora visto che la cella solare cambia la sua resistenza ottima per il max trasferimento di potenza secondo la radiazione incidente mi è stato consigliato di collegare un MOSFET in RN in modo da inseguire approssimativamente questa resistenza; l’unico mosfet che ho trovato è stato l’IRF540.
    Qualcuno sà consigliarmi come fare??, ho cercato in rete e ho trovato formule sulla polarizzazione ma schemi circuitali utili quansi niente.
    Grazie.

    #71814
    Piero Boccadoro
    Piero Boccadoro
    Partecipante

    Dunque, vediamo se riesco a darti una mano…
    Quando parliamo di MOSFET a canale n e ci riferiamo ad Rn stiamo parlando del contributo di resistenza che il dispositivo propone quando esso è polarizzato (acceso!).
    Siccome si tratta di un dispositivo a tre terminali, dovrai utilizzarne necessariamente uno in comune tra la sezione di ingresso è quello d’uscita ed un altro differente per ciascuna delle due.
    In particolare, poiché devi polarizzare il MOSFET, la sezione di ingresso, se la configurazione di usare è source comune, sarà tra gate e source. Quindi tra questi due terminali dovrai applicare la tensione Vgs>= Vth, di modo che Vds>= Vgs-Vth.
    La Rn, in letteratura indicata anche come Ron, sarà quella che leggerai tra drain e source, ovvero alla sezione di uscita.
    Fin qui immagino che ci siamo…
    Ora, veniamo a quello che non ho capito: la configurazione che devi utilizzare è questa?
    Che vuol dire che devi “inseguire approssimativamente questa resistenza”?
    Di quali schemi circuitali esattamente avresti bisogno? Ne vuoi qualcuno sulla polarizzazione?
    Perché se fosse così, ti basterebbe cercare perfino su Google semplicemente “common source”, “common drain” oppure “common gate”.

    #71816

    Innanzitutto grazie, provo a spiegarmi meglio….
    la mia cella solare in base alla luce incidente fornisce una tensione, io mediate un trimmer, un voltmetro e un amperometro ho ottenuto la caratteristica resistenza-potenza dalla quale ho ricavato un picco di potenza max su una resistenza (il carico) di 8.8Ohm (in pieno sole), ora se utilizzo una lampadina il picco di potenza non ce l’ho più in corrispondenza degli 8.8Ohm precedenti ma su un altro valore ad es X Ohm; il MOSFET, che dovrei inserire al posto del trimmer (come carico elettronico), dovrebbe funzionare come “resistenza variabile controllata in tensione” cioè in base alla tensione fornita dalla cella solare, il mosfet dovrebbe cambiare la sua resistenza (e quindi la Id) per ottenere il picco di max potenza, ad esempio alla luce solare il picco di potenza ce l’ho in corrispondeza di V=1.55V I=170mA su R=8.8Ohm, con la lampadina ce l’ho in corrispondenza di altri tre valori, il mosfet non dovrebbe far altro che in base alla tensione V fornita dalla cella regoli le altre due grandezze per ottenere la max potenza (la soluzione penso che stia nella formula Id=(Vgs-Vtn)Vds) per quanto riguadra le cofigurazioni posso fare come voglio dovrei trovare la più adatta… non sò più come uscirne!!!
    Sto cercando anche altre possibili soluzioni come l’uso di un microcontrollre (es MSP430)che acquisica la tensione (facile!), che acquisisca la corrente ma ecco che si ripresenta il problema della resistenza ottima per il max traferimento di potenza perchè il micro acquisisce solo tensione!!
    …. sò che è macchinoso e sicuramente sarà più facile a farsi che a dirsi!!!…. cmq grazie per la disponibilità.

    #71817
    Piero Boccadoro
    Piero Boccadoro
    Partecipante

    Dunque, con ordine :)
    La formula che hai scritto è incompleta perchè manca un fattore e comunque l’espressione cambia a seconda della regione di funzionamento. (ti consiglio vivamente di dare uno sguardo qui: http://it.wikipedia.org/wiki/MOSFET per farti un’idea!).

    Ad ogni modo, se ho ben capito il punto, io credo che tu potresti tranquillamente collegare la cella alla coppia gate-source e prelevare l’uscita su una rete messa in piedi nella sezione drain-source realizzando così una configurazione common-source che avrebbe il vantaggio di proporti una corrente variabile in funzione proprio della polarizzazione.
    Dai uno sguardo qui per vedere di che cosa si tratta: http://en.wikipedia.org/wiki/Common_source
    Ma comunque ti basterà tener conto della resistenza del mosfet (segnata sul datasheet) per capire quali resistenze usare per fare la rete…

    #71826

    Si si lo sò di aver tralasciato il fattore di conducibilità k e un -Vds^2/2 che può essere trascurato quando Vds<<(Vgs-Vtn)e pensavo proprio di andare in questa situazione……cmq seguirò il suggerimento e vedrò cosa succede con qualche prova. Grazie per l’interessamento.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.