Home Forum ELETTRONICA GENERALE Potenziometro

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Emanuele 7 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60455

    Ciao,

    al fine di fare delle prove, vorrei applicare un potenziometro ad un alimentatore (input: 230 V AC – output: 12 V DC 1 ampere). Il tutto per poter usare l'alimentatore anche per voltaggi inferiori a quello per cui è stato costruito. E' possibile? Se si, che caratteristiche deve avere il potenziometro per ottenere un ampio ventaglio di Volts? Su internet ne ho visti di diverse tipologie (5K, 10K, 20K, 50k, 100k ecc.): cosa succede utilizzandone un tipo al posto dell'altro?

    Ciao e grazie

    #75273

    Emanuele
    Keymaster

    Se utilizzi delle resistenza per variare l’uscita di un alimentatore devi utilizzare le formule relative al partitore di tensione e fare MOLTA attenzione alla dissipazione, quindi scegliere con attenzione la potenza (W) del potenziometro.

    Non è certamente la soluzione migliore, sarebbe meglio utilizzare dei regolatori di tensione, ad esempio 7805 oppure 7808 etc. ovviamente dissipandoli se assorbi 1A. Valuta anche dei modulino DC-DC che non necessitano dissipazione (TRACO, RECOM etc)

    Un’altra soluzione ancora è utilizzare dei regolatori variabili, tipo LM317

    http://it.emcelettronica.com/lm317-calcolare-online-tensione-di-uscita

    In questo caso il potenziometro R2 non ha problemi di dissipazione termica ;)

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.