Home Forum ELETTRONICA GENERALE Regolare tensione alimentatore pc (LM317)

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da adrirobot adrirobot 1 anno, 1 mese fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60103

    Pico96
    Membro

    Ciao a tutti sono nuovo di questo server e spero di aver utilizzato la sezione giusta. Dopo questa piccola introduzione vi sottopongo il mio problema: ho modificato un alimentatore da pc per usarlo come alimentatore da banco, il problema è stato quando ho deciso di usare un’uscita variabile (0-12v:). Prima pensavo di mettere un potenziometro due ogni cavo ma non avrei potuto usare più di pochissimi Ampere per non bruciare il potenziometro (a meno che non usare uno di quelli da 140€ con 50W di resistenza); Poi ho pensato di utilizzare un regolatore di tensione utilizzando un LM317.
    Va bene questo tipo di circuito: http://www.adrirobot.it/elettronica/lm317/lm_317.htm

    Come posso proteggere il mio alimentatore switching da extra tensioni che si creano quando scollego il carico dall’alimentatore (induttanze, motori elettri) se metto un diodo 1n4007 come mi è stato consiaglito nn lo brucio a causa della corrente elevata (cirva 18A)?

    P.S.io ho già messo un carico fittizio sulla 5v in modo da stabilizzare meglio la 12v quando non uso l’uscita a 5v (centra qualcosa??)

    Grazie ancora scusatemi se nn si capisce qualcosa o se ho usato termini inadatti ma sono nuovo in questo campo. :D

    #74408
    IvanScordato
    IvanScordato
    Partecipante

    Ciao Pico96, benvenuto!
    Ottimo lavoro, anche io ho realizzato qualcosa di molto simile.
    Ne ho parlato in questo post (http://it.emcelettronica.com/forum/piccolo-aiuto-iniziare).
    I motivi per cui ho modificato questo alimentatore sono:
    Quello che ho fatto l’ho fatto appunto per 3 motivi principali:
    1. Per dare un ruolo ad un alimentatore che avevo conservato (messo solo a prendere polvere);
    2. Per non comprare un alimentatore stabilizzato;

    Come hai potuto vedere nel post che ti ho indicato, Vittorio Crapella ha proposto una pagine del suo sito nella quale spiega come effettuare questa modifica che ti serve, esattamente a questo link: http://digilander.libero.it/i2viu/power.html

    Non è molto complicato, devi soltanto seguire le istruzioni riportate sulla pagina.

    #74409
    IvanScordato
    IvanScordato
    Partecipante

    “Riassumendo si tratta di:
    1- Tagliare la pista del +5V
    2- Tagliare la pista tra pin 1 e 14 del LM339
    3- Togliere la R da 2K in testa all’ LM339
    4- Tagliare pista sulla R da 910 Ohm a fianco del LM339, sostituirla con 1k5 e unire con R vicina da 1K
    5- Sostituire la R da 820 ai piedi del LM339 con una R da 15K
    6- Collegare un filo tra la JAF in serie al +12V (prima dei fili gialli) e il foro liberato togliendo la 2K (ex pista +5V tagliata)
    7- Staccare il diodo in testa all’integrato KA7500 e inserire in serie un 1N4148 e uno zener da 9V1 – fare attenzione all’orientamento dei diodi
    8- Togliere le tre resistenze a fianco del KA7500 (68K, 6K8, 120K) e collegare un trimmer da 10K con in serie una R da 15K
    9- Togliere R37 da 5k1
    10- Regolare il trimmer per avere in uscita 13,8V o quanto desiderato”

    Vedi le immagini della pagina per avere un impressione visiva.
    Spero di esserti stato utile.
    Facci sapere,
    Ivan

    #74410
    adrirobot
    adrirobot
    Partecipante

    Ciao Pico96
    Anche da me un benvenuto nella comunità.
    Ho visto che hai citato una pagina del mio sito, il circuito descritto è molto facile da realizzare ma le sue caratteristiche non rispecchiano quelle da te richieste.
    Tu parli di una tensione variabile da 0 a 12, il mio progetto la cui realizzazione pratica è a questo link.

    http://www.adrirobot.it/elettronica/lm317/alimentatore_variabile_con_lm_317.htm

    Non garantisce questi valori.
    Certamente come hai potuto verificare, non è possibile usare un semplice potenziometro poiché la variazione di tensione si ha solo tramite la caduta di tensione e relativa trasformazione in calore con prematura morte del potenziometro.
    Perciò con la modifica proposta da Ivan puoi sicuramente modificare l’alimentatore per PC, sempre che il tuo modello sia come quello descritto data la grande varietà in vendita http://danyk.cz/s_atx_en.html
    Ma per avere un alimentatore variabile dovrai completarlo con un altro circuito che svolga questa funzione.
    Ultimamente sono disponibili integrati specifici, denominati convertitori DC/DC, alcuni sono di tipo variabile, permettendo in pratica di variare la tensione in uscita in un certo range, con ottimi rendimenti.
    Puoi trovare degli esempi sul mio sito nella sezione “Progetti di alimentatori”

    http://www.adrirobot.it/menu_new/index/index_alimentatori.htm

    Un saluto
    Adriano

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.