Home Forum ELETTRONICA GENERALE regolatore di corrente da 1A a 50A

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marvi 1 anno, 5 mesi fa.

Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #59827

    baldo084
    Membro

    Ciao a tutti

    per questo progetto mi serve una mano, non vorrei far saltare in aria qualcosa…

    l’obiettivo di questo regolatore è quello di scaldare un filo, così da poter agevolmente tagliare polistirolo e gommapiuma.

    l’elevato amperaggio deriva dal fatto che voglio essere in grado di scaldare fili di sezione generosa in modo da poter creare scassi sagomati (il tutto ovviamente in base alla forma data a priori al filo).

    ho buttato giù un idea e dato un primo dimensionamento

    http://img16.imageshack.us/img16/8230/jvvb.jpg

    Rv = pot. 250 ohm 1/4 Watt
    R1 = 2,2 ohm 1 Watt
    R2 = 2,2 ohm 1/4 Watt

    come transistor un BDW93C (trovato sul catalogo RS) 12A guadagno 100

    il problema è che in vari siti trovo per lo stesso transistor guadagni differenti, qualcuno lo conosce o me ne sa indicare un altro (economico!) con un guadagno 100?

    la corrente sul collettore è si importante ma non fondamentale, al più ne metto qualcuno extra!

    per il raffreddamento, un dissipatore di una vecchia scheda video può bastare?

    #73651
    IvanScordato
    IvanScordato
    Partecipante

    Proverò a risponderti presto

    #73659

    marvi
    Membro

    se devi usarlo come filo caldo per tagliare il polistirolo, perchè non usi direttamente la ca?

    Non è necessaria la cc.

    #73661

    illupo89
    Partecipante

    ciao secondo me il circuito da te mostrato non è corretto o meglio per quanto ne so io bjt non devono essere usati in parallelo per problemi di fuga termica.In quanto,se la Ic di un bjt è maggiore degli altri(normali fluttuazione dei B)allora quest’ultimo di scalda di più,data la proporzionalità della Ic con T anche quest’ultima aumenta.di conseguenza si avrà un effetto a valanga che porta alla rottura della giunzione.
    Tornando alla domanda che tensione e corrente ti serve??

    #73665

    baldo084
    Membro

    grazie mille dell’interessamento,
    per CA, intendi corrente alternata?
    la mia era solo una idea dettata dai miei rimasugli scolastici e ne è passato di tempo…
    qualunque soluzione per me va bene, qualsiasi idea commento o consiglio è ben accetto!

    Saluti Baldo

    #73666

    baldo084
    Membro

    ciao lupo!

    come detto sopra, la mia conoscenza dell’elettronica si ferma alla ormai lontana scuola superiore…

    la corrente di cui ho bisogno credo si possa essere variabile tra gli 1A e i 50A, per la tensione pensavo di utilizzare la batteria di una macchina che in quanto ad Ampere ne ha a sufficienza ed in più avrei il vantaggio di avere già l’occorrente e non dover comperare altro :D

    la mia era solamente una idea, te come risolveresti la cosa?

    io ho utilizzato i transistor perché completamente all’oscuro di altre soluzioni.

    saluti Baldo

    #73668

    Ciao, da quello che vuoi fare ti suggerisco di fare un regolatore PWM con Mosfet finale, in pratica pilotando ON/OFF un mosfet puoi avere una corrente in uscita pulsante il cui valore medio è quello che vuoi regolare. Il vantaggio è nel fatto che non scaldi il modulo di potenza, specie se usi sezioni “grosse” di filo, a quel punto ti troveresti ad avere una tensione di pochi volt (direi anche meno di uno) e quindi sul BJT di potenza dissiperesti il 90% dell’energia. Con la soluzione switch invece le perdite sono bassissime. Puoi poi mettere in parallelo molti mosfet di basso costo senza pericoli di variazioni di caratteristiche, e il circuito di pilotaggio lavora con correnti molto basse.
    La soluzione con un BJT usato in modo switch è comunque percorribile, ma certamente meno efficiente del MOSFET.

    #73671

    marvi
    Membro

    Un regolatore in CA (corrente alternata) lo realizzi semplicemente con un regolatore a triac che alimenta il primario di un trasformatore col secondario a bassa tensione, magari con 2 o 3 prese, che so: 3, 6 e 9 volt, per regolare meglio e semplicemente la corrente sul tuo filo da riscaldare.

    Io ne uso uno con un filo di costantana da 0,35 mm che mi serve per tagliare i tubi di vetro dei neon da 4 cm di diametro, alimentati a 8 v ca per scaldare il vetro eppoi con una siringa spruzzo acqua fredda ed il vetro si rompe lungo la linea termica di frattura.

    #73682

    baldo084
    Membro

    Ciao Nicola, grazie dell’idea,

    devo chiederti un po’ di chiarimenti:
    – il regolatore PWM va bene uno qualunque? tipo il primo sito che Google ti da se scrivi “regolatore pwm”?
    – non scaldare il modulo di potenza? è possibile? Mi fido…. Parli di sezioni grosse di filo, ho visto il filo che ho usato e come diametro è di 1,5 / 2 mm circa, non so se può essere abbastanza grosso.
    – la soluzione switch che dici, perdona se non l’ho capito, quale è?

    Grazie ancora dell’aiuto.
    Saluti Baldo

    #73683

    baldo084
    Membro

    Ciao Marvi,
    l’idea tua mi sembrerebbe la più semplice da realizzare.

    Se non erro mi basta un regolatore a triac (quello che si usa per regolare l’intensità luminosa nelle case può andar bene?) e un trasformatore.
    Se così fosse devo trovare però un trasformatore che non si bruci se metto l’uscita in corto. Esistono?
    Trovato questo posso andare ben oltre i 50 ampere se non erro (dipende dal trasformatore), ma la corrente la regolerei grazie al triac del primario e alla tensione dell’uscita al secondario (es: i supposti 3, 6 o 9…)

    Grazie
    Saluti Baldo

    #73687

    marvi
    Membro

    Si, il regolatore triac è quello usto per le lampade.
    ricorda che a 3 volt e 50 ampere la potenza è di circa 200 VA, mentre a 9 V e 50 A la potenza sarà di circa 500 VA…

    Se devi tagliare il polistirolo, penso che bastino potenze inferiori, comunque fai delle prove e vedi come meglio fare

    Ciao,

    Marvi

Stai vedendo 11 articoli - dal 1 a 11 (di 11 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.