Home Forum Scrivi una domanda di elettronica Resistenza che si riscalda al collegamento dei diodi led.

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  alemi 7 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60590

    Pacifico437
    Membro

    Gent.mi,

    mi si presenta un dubbio che gradirei risolvere con la Vostra gradita esperienza.

    Ho collegato 7 Diodi Led in parallelo e, inserendo una resistenza al polo positivo del Diodo ed alimentando a 12V. noto che la resistenza si riscalda leggermente.

    La resistenza, secondo il calcolo che ho fatto, l'ho maggiorato del 10% e descrivo il procedimento.

    > Tensione di ingresso: 12 V. c.c.
    > Tensione di alimentazione di 1 led: 3.6 V.
    > Corrente nominale di 1 led: 20 mA.
    DATI PRELEVATI DAL DATASHEET.

    CALCOLO IN PARALLELO DEI DIODI LED:   
    Tensione di ingresso:  12
    Tensione del Led (VD):  3,6
    Caduta di tensione del Led VD: 8,4
    Numeri dei Led:   7
    Corrente in MA di 1 Led: 20
    Corrente in A di 1 Led:  0,02
    Corrente in A. totale dei Led: 0,14
    Valore della RESISTENZA: 60
    Valore della R. arrotondato: 68
    Wattaggio della resistenza: 1,176
    Wattaggio arrotondato:          2

    In pratica ho inserito una resistenza da 68 Ohm con un wattaggio di 2.

    Con un alimentatore variabile l'assorbimento a 12V. è appena di 0,12 mA.

    Con questi valori, secondo me, la resistenza non dovrebbe riscaldarsi forse sbaglio in qualche passaggio che ignoro.

    Fiducioso di una Vostra gradita attenzione, saluto.
    Domenico.

    #75472

    alemi
    Membro

    Led in parallelo? Soluzione molto discutibile..

    Le tensioni di soglia dei led difficilmente saranno idemtiche e quindi il led con la soglia più bassa impedirà la piena accensione degli altri collegati brutalmente in parallelo.Ti consiglio di fare due  serie di tre led ognuna (3,6V x 3) e calcolare una resistenza indipendente per ogni serie,le due serie potrai poi collegarle in parallelo alla fine.In questo modo la corrente sulla resistenza è quella di un solo led e la caduta di tensione  sarà molto più bassa (12-(3,6×3)V),limitando quindi la potenza da essadissipata.

    #75473

    Pacifico437
    Membro

    Gent.mo Alemi,

    ringrazio della gentilezza, il motivo che avrei gradito il parallelo dalla serie è che se si dovesse bruciare un led in serie, rimanenti due rimarrebbero spenti.
    Da quello che ho compreso, avendo 7 diodi dovrei fare due serie di 4 e 3 led ed il tutto in parallelo con un'unica resistenza.

    Attualmente mi si presenta una confusione e mi scuso se oso chiederti una cortesia se faresti in dettaglio, tempo permettendo, il calcolo della resistenza.

    Anticipatamente ringrazio e fiducioso, saluto.

    Domenico.

    #75474

    alemi
    Membro

    Allora,non puoi fare una serie da 4 led poichè la somma delle tensioni di soglia (Vg) dei led non può superare quella dell'alimentazione che tu fissi a 12V.In pratica la serie sarà costituita da tre led,per cui la tensione totale ai led sarà 3,6V+3,6V+3,6V=10,8V.Fissando la corrente sui led a 20mA,il valore della resistenza R sarà dato da V/I e cioè da (12-10,8)V/20mA e quindi da (1,2/0,020) Ohm,cioè 60 Ohm,la stessa di prima (56 Ohm consigliato),ma con una potenza dissipata pari a VxI,cioè a (1,2V x 0,02A)= 24mW soltanto.Ogni serie da tre avrà la sua resistenza e le due serie saranno collegate in parallelo.

    Il modo corretto per collegare in parallelo i diodi led è quello di mettere una resistenza individuale su ogni led e poi fare il parallelo. Questa tecnica è usata per tutte le giunzioni PN,anche quando si mettono in parallelo più transistor finali di potenza negli amplificatori finali e serve proprio per equalizzare le differenti tensioni di soglia delle giunzioni base/emettitore (che si comportano da diodo polarizzato direttamente) che hanno sempre delle pur minime tolleranze costruttive,si aggiungono delle resistenze sugli emettitori che in pratica sono come le resistenze in serie ai tuoi led,solo che in quel caso sono un ostacolo alla corrente che scorre sugli emettitori,limitando la potenza erogata e quindi sono di valore molto basso,dell'ordine delle frazioni di Ohm. Spero di essere stato chiaro anche se sintetico.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.