Home Forum Scrivi una domanda di elettronica tensione trifase su arduino

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  andrea.pendino 1 anno fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60079

    andrea.pendino
    Partecipante

    Ciao a tutti, sono un nuovo utente e vorrei innanzitutto esprimere un grande apprezzamento per questo sito e tutti i suoi specialisti. Molto competenti e disponibili.

    Vi espongo il mio problema: ho la necessità di rilevare tensioni trifase in un range 380-420 V a frequenza tra i 50 e i 60 HZ.
    Secondo voi è fattibile con arduino? Avevo pensato a 3 trasformatori trifase 400-12 ciascuno dedicato ad una fase con in ingresso la fase ponticellata sui 3 ingressi e in uscita i 12 volt poi abbattuti a 5 con un partitore resistivo.
    E’ fattibile? può funzionare secondo voi?

    grazie a tutti per l’aiuto e se ho scritto fesserie vi prego di perdonare la mia inesperienza :D

    ciao

    #74336
    IvanScordato
    IvanScordato
    Partecipante

    Ciao Andrea, benvenuto!
    Dimmi un pò…
    Tu vuoi “leggere” la tensione, o sapere l’assorbimento?

    A presto,
    Ivan

    #74339

    andrea.pendino
    Partecipante

    Ciao Ivan grazie mille!

    Io vorrei dare la possibilità ad arduino di “sentire” la tensione concatenata o fase neutro di un generatore trifase. Questo perchè vorrei calcolare la potenza che mi assorbe un carico generico.
    Userei dei trasformatori di corrente per permettergli di “leggere” la corrente di fase e ho il problema di come fargli leggere la tensione.
    Pensavo a dei trasformatori tarando poi in fase di programma il valore letto.
    ad esempio in maniera semplificata: 230V tensione L1-N trasformo a 5 e dico ad arduino che 5 su A0=230V. Devo però conservare le informazioni sulla fase che mi serve poi per permettergli di calcolare la potenza attiva, reattiva e apparente assorbita dal carico.

    E’ una cosa fattibile?

    grazie mille!

    ciao!

    #74381
    IvanScordato
    IvanScordato
    Partecipante

    Ciao, premetto che quello che voglio fare è aiutarti ma preferisco che qualcuno controlli che non scriva fesserie :)

    Allora…
    Per misurare la tensione puoi utilizzare gli ingressi analogici che Arduino offre, e basta leggere i valori da quelli. Se devi leggere una tensione più alta di quella di alimentazione (come nel tuo caso), usa un partitore resistivo.

    Invece per misurare la corrente corrente:
    prima la fai passare in una resistenza, così la converti in tensione secondo la legge di Ohm. La resistenza deve essere piccola, quindi devi per forza amplificare questo valore.
    Misurare potenza: usi la formula P = V * I

    Spero di averti, almeno in qualche modo,
    Saluti,
    Ivan

    #74386

    andrea.pendino
    Partecipante

    Ciao Ivan, intanto grazie mille per i suggerimenti.

    A dire il vero però ero arrivato qualche passo più in la…
    per la tensione dovendo leggere un segnale sinusoidale farò così: uso un trasformatore 230-9 v e a valle di questo un partitore con l’ingresso della prima resistenza collegato al secondario del trasformatore (l’altro capo del trafo lo metto a gnd) e l’uscita della seconda resistenza la collego a un partitore resistivo collegato tra +5v e gnd di arduino intefacciando con un buffer realizzato con un lm311n

    Il problema adesso è la corrente, la leggerò con delle rogowsky che mi danno già in uscita dei valori in tensione se alimentate in continua (uso sempre la tensione proveniente da +5 di arduino) ora però devo amplificare il valore in alternata molto piccolo che mi arriva dalle rogowsky e avevo pensato ad uno stadio con op-amp che mi consigli?

    grazie ancora per l’aiuto

    ciao

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.