Home Forum ELETTRONICA GENERALE Termometro digitale

Questo argomento contiene 20 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Anonimo 2 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 21 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58257

    Mingele
    Membro

    Salve a tutti, avrei intenzione di costruire un termometro digitale sfruttando come uC un pic16f84, ma prima di cominciare avrei bisogno di un chiarimento per quanto riguarda i sensori di temperatura.Prendendo ad esempio un lm75, ho visto essere abbastanza commerciale e quindi reperibile, per rilevare la temperatura devo mettere il semiconduttore a contatto diretto con il corpo di cui ne voglio conoscere la temperatura oppure si devono utilizzare delle sonde?Grazie anticipatamente per la collaborazione.

    #69754
    Luca Giuliodori
    Luca Giuliodori
    Partecipante

    Ciao Mingele,

    tutto dipende dal tipo di applicazione che devi realizzare, ma solitamente tutti i sensori di temperatura devono stare a contatto con il corpo a cui devi misurare la temperatura oppure immersi nel liquidi a cui devi sempre misurare la temperatura; questo chiaramente è per avere la misurazione più affidabile possibile. Non so se esistono dei sensori di temperatura che hanno delle “guide di calore” (non sono sicuro che si dica così) da mettere a contatto con il corpo o il fluido ma comunque credo che siano per applicazioni particolari.

    Ti consiglio di scegliere il sensore sulla base dell’applicazione e non viceversa, altrimenti rischi di non riuscire a realizzare ciò che desideri.
    Se l’intento del tuo progetto è quello di misurare la temperatura di un oggetto che non arriva a condizioni termiche particolari e se non è richiesta una precisione particolare, puoi anche usare lm75 ma ti conviene fare prima un analisi più dettagliata.

    Facci sapere.

    #69757

    divivoma
    Membro

    Confermo la cosa detta da Luca… Facci sapere un pò che tipo di applicazione vuoi realizzare…perchè ad esempio, se vuoi misurare soltanto la temperatura ambiente, le cose si semplificano molto… invece se vuoi misurare la tempeeratura di qualche fluido o corpo particolare (per ora non identificato :) ),le cose si complicano sicuramente.. però guardando al sensore che hai citato…posso immaginare che vuoi fare una misura di tensione di dispositivi fisici dato che LM75 sembra essere utilizzato sopratutto per quello, poi ovviamente c e spazio per la fantastia quindi, aspettiamo tue ulteriori informazioni..

    Guarda ho trovato un esempio di interfacciamento PIC /LM75 ( e nn 35 ha I2C per connettersi al micro):

    http://www.plcforum.it/forums2/index.php?showtopic=66478

    Ciao

    #69758

    Mingele
    Membro

    in pratica io dovrei realizzare il termometro per rilevare la temperatura del motore su alcuni veicoli che non sono provvisti di indicatore, ma solo della spia di emergenza, ovvero quasi tutte le macchine e motorini moderni, ho citato l’lm75 a titolo di esempio, poiche volevo capire una volta realizzato il circuito il suddetto componente, o equivalente , lo devo collegare in modo da poterlo spostare nel punto di interesse?

    #69759

    divivoma
    Membro

    mmm..siamo in ambito automotive..cmq io credo che essendo un sensore di temperatura “ambiente” praticamente si devi metterlo più vicino al p.to di interesse..che credo sia il motore nel tuo caso.. ma questa è soltanto un potesi mia…frutto del fatto che in questo modo sei sicuro che la temperatura misurata sia praticamente dovuta soltanto al calore emesso dal motore.. ovviamente il sistema è complesso..bisogna verificare anche che il sensore abbia tutte le carte in regola per essere applicato in ambito automotive..il che richiede una non banale esperienza…te l ha consigliato qualcuno questo sensore?
    Oppure hai visto qualche esempio in cui lo usano in tale settore?

    #69761

    Mingele
    Membro

    sinceramente guardando un po su internet ho visto varie applicazioni,ma non utilizzavano quel componente, poi guardando nel catalogo di RS tra i vari sensori,quelli piu economici, ho trovato lm57a, che è la versione digitale dell’lm75,poichè è la prima volta che mi cimento in una cosa del genere non mi interessa molto l’accuratezza, anche se il range di funzionemento del dispositivo va da -40 °C a 125 °C,con un passo di 0.125 °C, per me la cosa imporatante è cominciare a realizzare uno strumento che soddisfi le mie esigenze,niente di più, magari in segiuto possono esserci degli accorgimenti.

    #69762

    divivoma
    Membro

    ok..allora che dirti.. comincia a buttar giù qualcosa e poi ci fai sapere come sta andando il progetto.. utilizza pure questo sensore qui lm57a..e poi magari se ti serve qualche aiuto su dimensionamenti o scelta di frequenze.. ci sentiamo sicuramente qui..dove la community ti potrà aiutare, va bene?

    Ciao!

    #69763

    Mingele
    Membro

    mi metto a lavoro, e alla ricerca del componente, e poi vi farò avere notizie,l’idea pero di avere questo componente appeso sinceramente non mi piace molto…comunque vi farò avere mie notizie.Grazie mille per la disponibilità!

    #69764

    divivoma
    Membro

    neanche a me a dire il vero..la vedo poco robusta… ma dove lo potresti “attaccare” :).. chiedilo a un meccanico magari conosce qualche sondino che fa questo lavoro in maniera più “sporca” ..comunque se trovo altro posto sicuramente..ciao a presto

    #69728
    Luca Giuliodori
    Luca Giuliodori
    Partecipante

    Secondo me, usare lm75 per misurare la temperatura di un motore di automobile non la vedo una scelta molto giusta. I motori delle auto arrivano a temperature elevate e rischi di far funzionare lm75 nelle condizioni limite.

    Come dice divivoma io ti consiglierei di sentire il parere di un meccanico, sia per la posizione sia per il tipo di sensore da usare perchè magari solitamente la temperatura da misurare magari non è quella esterna ma quella dell’olio oppure quella dell’acqua refrigerante.

    Comunque sia se vuoi puoi iniziare a fare qualche esperimento con lm75 così vedi anche come poterlo gestire o linearizzare (alcuni sensori hanno bisogno di una linearizzazione hardware o software), poi se devi cambiarlo con uno più adatto ti basterà cambiare quel pezzo di codice che lo gestisce.

    Facci sapere.

    #69766

    Mingele
    Membro

    diciamo che il meccanico sarei io, visto che mio padre ha un officina e sono praticamente in quell’ambiente,anche se non è prorpio il mio mestiere, posso sicuramente dire,ed è cio che mi interessa, e che la temperatura del liquido refirgerante non superi i 100 °C perchè la cominciano i problemi, poichè la ventola per il raffreddamento in teoria dovrebbe entrare in funzione un po prima, vorrei essere certo della temperatura a cui entra in funzione.Quindi credo che i 125 °C dell’lm75a possano bastare…speriamo bene

    #69767

    divivoma
    Membro

    mmmm quindi ti terresti un 25°C di margine praticamente… mmmm nn so.. bisogna vedere anche come reagisce ai cambiamenti repentini di temperatura… immaginati un BMW che fa 130 in autostrada(tenendomi nei limiti :) )di media e poi si fermano a lugano dopo aver camminato un bel po…li passi dal limite ad anke sotto zero in inverno..!
    Chissà..i quesiti sono parecchi…io sarei più sicuro tenendomi almeno un 50/60 °C sopra la temperatura di funzionamento… comunque se il prezzo e di poce decine di euro..fa niente che bruci un paio di chip.. ma almeno porti le condizioni al limite e verifichi più o meno quali sono le vere temperature di funzionamento.. che ne pensi?

    #69768

    Mingele
    Membro

    forse non sono stato molto chiaro, mi spiego meglio, se ad esempio in officina mi entra un veicolo al quale non funziona la ventola per il raffreddamento,in via generale le cause possono essere un paio o non funzione la ventola,o il sensore oppura nn si apre la valvola termostatica, supponendo che in condizioni normali la ventola dovrebbe entrare in funzione quando il liquido raggiunge una temperatura di 70-80 °C,questa è quella che mi interessa perche di certo non faccio andare il veicolo in ebollizione per effettuare un test,per questo credo sia sufficiente il limite di 125,ma fino a quando nn avrò il termometro nn saprò con sicurezza a che temperatura si accende la ventola.

    Non so se ci hai mai fatto caso ma sui veicoli con indicatore la lancetta ha il fondo scala a 120 °C,tempeeratura alla quale comunque non si dovrebbe arrivare.

    #69769

    divivoma
    Membro

    perfetto..allora dovresti esserci pienamente viste le specifiche del sensore che hai scelto…non conoscevo la temperatura max..ma grazie per la precisione.. mi hai insegnato qualcosa in più ;) grazie..

    aspettiamo notizie quando poi parti col progetto!
    Ciao Mingele

    #69770

    Mingele
    Membro

    figurati siamo qui per collaborare.
    A presto

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 21 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.