Home Forum ELETTRONICA GENERALE Ups fai da te

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da daniele.vln daniele.vln 5 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #60761

    Daniele.
    Membro

    Salve a tutti,

    avrei bisogno di creare un piccolo ups in grado di fornire alimentazione di backup in caso di blackout.

    Siccome devo alimentare arduino e altri piccoli(pochi componenti) mi occorre una una tensione di alimentazione pari a 12volt, avevo pensato quindi ad una batteria al piombo da 2Ah.

    Informandomi un poco ho visto che tale UPS dovrebbe essere costituito da vari moduli: modulo di ricarica/mantenimento batteria, modulo di switching alimentazione in caso di blackout, trasformazione della tensione della batteria da 12volt a 5 volt(visto che uso arduino con chip standalone), etc…

    Qualcouno ha idee, suggerimenti,  o schemi elettrici di come posso realizzare il tutto?

     

    Grazie

    #75726
    Piero Boccadoro
    Piero Boccadoro
    Partecipante

    Salve :)
    Dunque, tanto per iniziare, il progetto mi pare una sfida davvero interessante.
    Abbiamo scritto di simili attività in passato e trovi tutto nella nostra categoria: http://it.emcelettronica.com/ups
    In particolare, abbiamo pubblicato una guida pratica alla realizzazione:

    http://it.emcelettronica.com/ups-guida-pratica-alla-realizzazione

    abbiamo parlato di un progetto di riferiemnto

    http://it.emcelettronica.com/progetto-di-riferimento-di-un-gruppo-di-continuit%C3%A0-ups-con-onda-sinusoidale-pura-digitale

    che potrebbe essere utilissimo come guida, e poi abbiamo anche fatto un ragionamento sui rischi che questa scelta comporta:

    http://it.emcelettronica.com/gli-ups-fai-da-te-%C3%A8-scelta-migliore

    Creare un UPS richiede grande perizia e molta cura.
    Ma sono sicuro che con la buona volontà e qualche post su questa discussione, il lavoro sarà portato a termine :)
    In bocca al lupo e facci sapere se possiamo supportarti ancora e come.

    #75729
    IvanScordato
    IvanScordato
    Partecipante

    Questo post mi piace…

    #75746
    daniele.vln
    daniele.vln
    Partecipante

    Ciao Daniele, sono Daniele e faccio scopa ihihihi

    oltre ai link che ti hanno consigliato, ottimi per entrare nel merito degli UPS, io ti consiglio un’altra soluzione.
    In particolare, la tua esigenza è di avere dell’energia disponibile per mantenere alimentato il tuo arduino, e questo può essere fatto in modo più semplice di progettare un UPS che fa ben altro (stabilizzazione di tensione eventualmente con ricostruzione della sinusoide, mantenimento della carica, etc.) Una board con microcontrollori in genere consuma pochi mA ed è a basse tensioni (vedi la tua 12V o 5V). Potrebbe fare a caso tuo dimensionare una capacità in ingresso tale che scaricandosi con una corrente di x mA (quella assorbita dalla tua scheda)impieghi tot secondi a passare da una tensione massima di carica della capacità ad una tensione tale da garantire il funzionamento della scheda.

    Ad esempio considera di avere un regolatore dc-dc per la 5V che normalmente fai lavorare a 12V in ingresso ma che potrebbe lavorare fino a 6V in ingresso (ipotizzo) allora puoi dimensionare in modo tale che la scarica del condensatore da 12V a 6V avvenga in tot secondi.

    Facendo questi calcoli arriverai probabilmente a capacità abbastanza grandi (superiori al F), e quindi poi la scelta ricadrà sui supercondensatori (non so se ci hai mai lavorato ma son fantastici e ormai si trovano a prezzi accessibili).

    Dimensionata la capacità (piccolo calcolo veloce e immediato) dovrai pensare a qualcosa di più complesso (ma non difficile) per far si che alla prima accensione non debba aspettare la ricarica della capacità. La ricarica dipende dalla tensione in ingresso (che risulta fissa per te o almeno credo) e dalla corrente di ricarica. Se non attui nessuna strategia avrai che alla prima accensione la capacità risulta come un corto, assorbendo quasi tutta l’energia. Quando raggiungerai una certa tensione (ad esempio i 6V che fanno attivare il regolatore) allora entrerà in funzione anche la scheda e dunque arduino. Una strategia è quella di inserire un circuito che faccia da interruttore normalmente aperto in testa alla capacità, cosi alla prima accensione entra in funzione arduino ed esso stesso possa autogestire la ricarica della capacità.

    Fammi sapere se ti sono stato utile o se hai bisogno di altri consigli per provare questa strada.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.