Home
Accesso / Registrazione
 di 

V diversi tra alimentatori e tester

3 risposte [Ultimo post]
ritratto di mecapiscusulu
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
1 anno 28 settimane fa
Utente dal: 15/02/2012
Messaggi: 11

ho trovato diversi alimentatori usatiad 1 euro!
testandoli con il tester il voltaggio non corrisponde a quello indicato! quello che dovrebbe essere 12V mi risulta 18V, quelllo di 5 V invece mi risulta da tester 9,80V.
Volevo usarli per apparecchiature con quelle specifiche, ma non credo siano affidabili in queste condizioni.
Voi cosa dite, provo a smontarli per vedere se è possibile fare qualcosa (eventualmente cosa?) oppure cestino direttamente?
Ciao

ritratto di Piero Boccadoro
Offline
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
3 ore 6 min fa
Utente dal: 28/06/2011
Messaggi: 907
Utente PREMIUM
Dipende... quanto tempo da

Dipende... quanto tempo da perdere hai? :)
Sarebbe un bell'hack ma non saprei darti un parere più preciso per cui ripeto: se hai tempo da spenderci su.. :D

ritratto di zuperone
Offline
Titolo: User
Utente
Ultima visita:
7 settimane 20 ore fa
Utente dal: 22/07/2009
Messaggi: 3
Utente PREMIUM
Probabilmente si tratta di

Probabilmente si tratta di alimentatori da muro e come tali hanno una tensione "a vuoto" sempre maggiore di quella nominale, quindi se hai semplicemente collegato il tester all'uscita senza applicarci un carico, hai riscontrato una condizione normale.
Per verificarne il funzionamento dovrai applicare all'uscita un carico adeguato (resistenza) e quindi misurarne la tensione di output.

Come fare?
Non è difficile. Devi usare la legge di Ohm: R = V / I
Facciamo un esempio: se hai un trsformatore da 12 Volt e 500 mA applicherai una resistenza che assorba almeno il 50% della corrente erogata quindi:
12 V / 0,25 A = 48 Ohm --> una resistenza da 47 Ohm andrà benissimo.
Stai attento però alla potenza che la resistenza dovrà assorbire e quindi al calore che dovrà disperdere. Sempre per la legge di Ohm avrai che
P = V * I, cioè P = 12 Volt * 0,25 A = 3 Watt.

A livello pratico valuta anche che con una resistenza in ceramica da circa 100 Ohm potrai già capire se i tuoi trasformatori funzionano o no e, in base a quello che rileverai, potrai controllare come lavorano.

ritratto di mecapiscusulu
Offline
Titolo: User+
Utente+
Ultima visita:
1 anno 28 settimane fa
Utente dal: 15/02/2012
Messaggi: 11
infatti avevo collegato il

infatti avevo collegato il tester all'uscita senza applicarci un carico, non avevo idea di quanto dici. Appena scopro cos'è una resistenza e come si applica, farò le prove che mi indichi...

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti