Home
Accesso / Registrazione
 di 

VEGA TEST verità o commercio?

2 risposte [Ultimo post]
ritratto di walter1949
Offline
Titolo: User
Utente
Ultima visita:
17 settimane 1 giorno fa
Utente dal: 07/04/2009
Messaggi: 5

Ho avuto modo di smontare una apparecchiatura per il VEGA TEST atta a rivelare intolleranze alimentari. Dentro ho trovato un operazionale quadruplo, due 555, uno strumento indicatore tarato da zero a 100, un potenziometro ed un altoparlante, una batteria ed un circuito per ricaricarla. Avendo avuto a disposizione pochi minuti non mi è stato possibile ricostruire lo schema elettrico. Qualcuno è in grado di aiutarmi a costruire un esemplare casalingo? Grazie

ritratto di Piero Boccadoro
Online
Titolo: Moderator
Moderatore
Ultima visita:
4 sec fa
Utente dal: 28/06/2011
Messaggi: 855
Utente PREMIUM
Glab :) Non lo so. O meglio,

Glab :)
Non lo so.
O meglio, non so esattamente sulla base di quale principio funzioni un aggeggio di questo genere.
Non saprei neanche identificare cosa rileva.
Ed ecco la prima domanda: cosa rileva un VEGA TEST?

ritratto di walter1949
Offline
Titolo: User
Utente
Ultima visita:
17 settimane 1 giorno fa
Utente dal: 07/04/2009
Messaggi: 5
l'apparecchiatura consiste in

l'apparecchiatura consiste in un generatore di tensione (0,85 volt secondo quanto dicono le scarse documentazioni relative alla macchina del dottor Voll, l'inventore) un polo del quale è collegato ad un tubo di ottone tenuto in mano dalla persona esaminata. L'altro polo viene collegato ad un disco metallico (forse di alluminio) nel quale sono praticati vari fori ciechi. Dal disco metallico il circuito si chiude su un puntale che viene appoggiato ad uno dei punti dell'agopuntura cinese sito sul dito indice della mano opposta a quella che regge il puntale. I fori ciechi praticati nel disco metallico servono ad accogliere una o più fiale contenenti gli elementi che potrebbero aver provocato l'intolleranza alimentare. Lo strumento misura la corrente che fluisce attraverso l'organismo umano, corrente che varia quando nei fori ciechi viene inserita una fialetta contenente l'elemento cha ha causato l'intolleranza alimentare. Il valore (indicativo) di questa corrente e le sue variazioni vengono visualizzate dalla lancetta di un microamperometro sulla scala da 1 a 100 e contemporaneamente l'altoparlante emette un suono cupo la cui frequenza varia concordemente con l'indicazione dello strumento. La taratura si effettua prima di collegare gli elettrodi al paziente mettendo in corto circuito puntale e tubo di ottone e ruotando un potenziometro in modo che l'indice si disponga sul valore 50.
Spero di essere stato chiaro con questa lunghissima esposizione. Ciao

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 57 visitatori collegati.

Ultimi Commenti