Home Forum ELETTRONICA GENERALE WIRELESS RFID ZIGBEE

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Piero Boccadoro 2 anni fa.

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #59146

    maripina
    Membro

    salve
    sono una studentessa in ing.elettronica
    (corso di laurea triennale)
    del politecnico di bari
    sto lavorando sulla mia tesi
    il cui titolo è ”sistemi e telecomunicazioni nelle smartcity”
    il tema è molto vasto
    e difficilmente si riescie a trovare
    un’applicazione concreta
    da analizzare o, meglio sarebbe, da realizzare.
    Leggendo del materiale su internet
    ho trovato molto interessante il suo sito
    ed in particolare il progetto della microspia.
    Le parole chiave che mi hanno portato al suo progetto
    sono ”Wireless RFID Zigbee”

    mi farebbe un favore enorme
    se in poche e semplici parole
    mi facesse capire il nesso
    tra la sua microspia e le reti rfid zigbee

    la microspia trasmette sulle frequenze radio
    e fin qui ci siamo
    ma il ”sistema zigbee” quando interviene?

    per favore mi risponda,
    ho disperato bisogno di una mano :)

    grazie

    #71767

    ZigBee è un insieme di protocolli di comunicazione quindi su due piedi mi verrebbe di risponderti: quando c’è una comunucazione :D

    No dai, scherzi a parte: che cosa intendi con “quando”?
    Tieni presente che uno dei motivi per cui ZigBee nasce è quello di minimizzare il consumo di potenza, rimanendo con i ricevitori attivi per poco tempo.
    Quanto poco dipende dal tipo di rete in cui ti trovi.
    ZigBee funziona con reti in cui è presente il cosiddetto “beacon” (sono le beacon enabled) e reti in cui non c’è (pensalo come un flag, ora mi spiego meglio!).
    Nel primo caso, i nodi della rete consumano energia solo per il periodo in cui c’è il beacon. Quelle “non-beacon”, invece, sono reti i cui nodi sono sempre attivi (e pertanto il consumo di energia è alto).
    Le seconde, peraltro, sono reti, cosìddette, “miste” perchè ci sono alcuni dispositivi che sono costantemente pronti a ricevere ed altri che, invece, si limitano a trasmettere solo se c’è uno stimolo esterno.
    Praticamente devi pensare che funzionano come il cellulare: è tutto spento meno il pulsante di accensione perchè quando lo premi, deve accendersi, per l’appunto.
    Le prime reti, invece, hanno dei nodi (Router ZigBee) che trasmettono periodicamente dei beacon allo scopo di segnalare la loro presenza agli altri nodi. Come un segnale di check (tipo un “bip” di controllo per dire che tutto funziona!).
    Solo in questa configurazione, nell’intervallo tra beacon, i nodi possono cambiare modalità (sempre per risparmiare energia).
    Quindi si utilizzano intervalli predefiniti, misurati comunque nell’ordine dei ms!).

    Quindi, in definitiva, la risposta alla tua domanda è: dipende. Di che crete stiamo parlando?

    #71768

    Emanuele
    Keymaster

    Ciao Maripina,
    non riesco a comprendere a quale microspia ti riferisci…..

    “mi facesse capire il nesso tra la sua microspia e le reti raid zigbee”

    P.S. evitiamo di darci del LEI… OK?

    #71769

    maripina
    Membro

    22 Feb 2012 da Emanuele
    Microspia per ascolto ambientale
    [Ascolto ambientale per uso Hobbistico]

    è finora l’unico dispositivo semplice e concreto che ho trovato in rete

    ti chiedo se in qualche maniera sfrutta la tecnologia zigbee
    ed il protocollo 802.15.4

    perchè mi piacerebbe
    inserire nella mia tesi molto discorsiva (stile telecomunicazionista)
    qualcosa di concreto (stile elettronico)

    ti faccio questa domanda perchè il progetto della microspia
    è stato inserito, nel vostro sito, nella sezione WIRELESS RFID ZIGBEE
    però, purtroppo, non risco a capire perchè :P

    #71770

    maripina
    Membro

    è quello che volevo sapere :)
    la microspia ambientale per uso obbistico,
    il cui progetto è nel sito nella sezione WIRELESS RFID ZIGBEE
    pubblicata il 22 febbraio 2012

    in che rete funziona?

    la risposta a questa domanda a me serve semplicemente per
    capire se inserendo nella mia tesi questo dispositivo vado
    fuori traccia o meno

    e putroppo non riesco a capirlo

    quella microspia comunica tramite reti che sfuttano
    il protocollo IEEE 802.15.4 ???

    #71771

    Emanuele
    Keymaster

    La categoria WIRELESS RFID ZIGBEE (Elettronica senza fili) è una categoria che comprende tutti gli articoli e progetti Wireless, siano essi RFid, Zigbee, ma anche Bluetooth, WiFi o semplicemente RF. Questo NON significa che devono essere sia RFID che ZIGBEE……. :)

    Per quanto riguarda la Microspia, tu ti stai riferendo a questo progetto

    http://it.emcelettronica.com/microspia-ascolto-ambientale

    che, come se evince dallo schema elettrico, ha poco a che fare sia con RFID che con Zigbee, infatti è un semplice trasmettitore audio (vedi l’oscillatore ed il finale a transistor).

    Per realizzare un sistema Zigbee ci vuole ben altro, in genere un microcontrollore ed un transceiver.
    Abbiamo pubblicato vari articoli sull’argomento, puoi seguire la tag Zigbee (questa si specifica su Zigbee), oppure sostenendo il progetto EOS-Book puoi richiedere addirittura l’argomento del prossimo articolo tecnico. Che già immagino quale sia :)

    #71772

    Credo di aver fatto tardi a rispondere ma sunto è quello che ti ha detto Emanuele :)

    PS: posso chiederti con chi stai facendo la tesi? (pura curiosità…anche io sono studente a bari ma per la magistrale e sempre in elettronica :p )

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)

Devi aver eseguito l’accesso per poter rispondere a questa discussione.