Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il futuro dell'M2M e delle telecomunicazioni

m2m

m2mAIR è la novità del business di Telit i cui prodotti di altissimo livello e spessore avranno presto ancora maggiore valore innovativo grazie al fatto che usufruiranno dei servizi M2M premium di Telefonica. Una suite unica costituita da moduli Embedded compatibili con le funzioni cloud e backend services.

Quando si effettua lo scaling di applicazioni M2M si incontrano una serie di sfide che non sono direttamente correlate alla vera e propria funzionalità dell'applicazione. m2mAIR è una soluzione che risolve una serie di problemi: fondere i due link, il modulo wireless e i servizi di connettività. Questo permette l'accesso bidirezionale ed offre notevoli vantaggi in termini di riduzione di TCO e BOM. Oltre al fatto che permette una migliore gestione dei costi di produzione ed anche una affidabile risoluzione dei problemi.

Di che cosa si costituisce, però, questa soluzione? Com'è fatta?
Lo vediamo subito. Essa è costituita da cinque blocchi ciascuno dei quali contiene componenti che rappresentano lo stato dell'arte nel loro rispettivo campo:

  • Tier 1 global network di Telefonica;
  • Core network M2M ed il servizio di gestione della sottoscrizione della SIM Service Delivery Platform (SPD);
  • servizi di Telit (che rappresentano il valore aggiunto come il Remote Module Management);
  • un sistema di supporto per il business;
  • supporto tecnico.

Il primo componente e le sue capacità di connettività supportano almeno due MNO locali nella maggior parte dei paesi utilizzando soltanto una SIM il che sostanzialmente permette una migliore copertura, performance di più alto livello ma soprattutto l'introduzione della ridondanza.
Data la sua dimensione, la società ha un enorme potere d'acquisto e questo si riflette naturalmente sui servizi offerti ed anche sulle tariffe.
Telefonica, a differenza di molte altre MNO, ha implementato un network separato per le comunicazioni M2M il che, è ovvio, dal momento che il servizio è dedicato, vuol dire che viene offerta molta più qualità ed affidabilità ai clienti.

Ma il vero valore aggiunto di questa "partnership" è certamente quello che Telit ha fatto sui suoi moduli inserendo proprio quel terzo blocco di cui abbiamo parlato in precedenza. Essi sono basati su moduli Embedded client firmware in combinazione con i servizi del SDP. Questo vuol dire che ci saranno una serie di features Over-The-Air (che indicheremo con l'acronimo OTA) come, per esempio, la diagnostica sia dell'hardware sia del software sia della funzionalità di rete il che, come è ben noto, serve soprattutto all'azienda per garantire un servizio di assistenza in tempo reale di maggiore qualità, anche perché questa stretta connessione che c'è tra l'SDP ed i moduli Telit permette ai clienti di generare ed ottenere informazioni in real-time.

Non soltanto per la diagnostica, però, le informazioni che possono essere acquisite risultano largamente utili ma anche per quanto riguarda i consumi, il che permette anche la rilevazione di eventuali utilizzi dei dati contenuti all'interno della SIM non previsti oppure per cui l'applicazione non è stata progettata.
In questi casi è anche possibile che venga bloccata la comunicazione.

Vi ha incuriosito? Anche a noi, quando ne siamo venuti a conoscenza. E, per approfondire e capire meglio il tutto, siamo andati a cercare di che cosa si trattasse ed abbiamo trovato un'Application Note davvero interessante. La proponiamo qui anche a voi.

Abbiamo anche parlato di TCO, forse però è il caso di soffermarci un attimo su questo acronimo, che accorcia l'espressione "Total Cost of Ownership. Di cosa si tratta? Di una valutazione di impatto economico e di fattibilità del progetto. Non vi basta come risposta? Non bastava nemmeno a noi. E allora abbiamo approfondito: ecco come l'azienda descrive il TCO.

Per quanto riguarda quel quarto elemento di cui avevamo accennato, ovvero il Business Support System, c'è da dire che è stato specificatamente progettato per gestire sottoscrizioni e funzionalità M2M anche abbastanza complesse e ciò permette a Telit di muoversi con scioltezza all'interno di applicazioni industriali anche di un certo livello.

Quello che si nota, sostanzialmente, rispetto all'intera sfida progettuale dei servizi offerti è che l'm2mAIR stabilisce un approccio proattivo al problema della comunicazione e reattivo rispetto al supporto tecnico, il quale è focalizzato sulla validazione delle applicazioni e la certificazione al fine di risolvere tutti i problemi nel più breve tempo possibile.

Insomma, sembra proprio che il futuro dell'M2M stia diventando realtà.

 

Per ulteriori informazioni potete scrivere a questa email: msangalli@arroweurope.com

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Miki Nacucchi

embedded SIM?

É prevista una SIM embedded?
Penso che diventerà sempre più importante averla in questo ambito.

In generale se ne mai parlato qui? Sarei curioso di approfondire questi sistemi, sopratutto di capire se e quanto limitano l'operatore con cui vengono associate la prima volta.

Interessante questa accoppiata Telit-Telefonica. Da seguire

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 4 utenti e 53 visitatori collegati.

Ultimi Commenti