Home
Accesso / Registrazione
 di 

Gestione dei server facile e veloce con TurnKey Linux

TurnKey Linux permette una gestione rapida e veloce dei server grazie alle caratteristiche pre-installate

TurnKey Linux è formato da una serie di software appliances basate su Ubuntu server 8.04.2, che permettono di ridurre al minimo i tempi di installazione, configurazione, gestione delle dipendenze di un ambiente applicativo. Il punto di forza di TurnKey Linux è che contiene molti programmi server per creare siti Web interattivi o sistemi di messaggistica online già installati e controllabili attraverso interfacce grafiche o a riga di comando.

Cos’è e come funziona TurnKey Linux

A cosa serve TurnKey Linux? Facciamo un esempio. Cosa succede quando viene richiesto un server Drupal o Wordpress, o è necessario un file server per la vostra azienda? Durante l'installazione di un server, le vostre preoccupazioni principali sono che la distribuzione debba avere un piccolo foot print, che i pacchetti e le dipendenze connesse possano essere installati facilmente. Si guarda anche alla configurazione del Web-management, della rete e delle impostazioni del firewall, che dovrebbero essere facili.

TurnKey Linux può essere la risposta a tutte queste preoccupazioni. Si tratta di un progetto orientato alla comunità open source ideato da Alon Swartz e Liraz Siri, per semplificare la vita degli utenti. E’ disponibile come Live CD installabile ISO e come formato di immagine della macchina virtuale.

TurnKey può essere installato sulla vostra piattaforma preferita di virtualizzazione (VMware, Parallels, Xen e VirtualBox) o su un servizio come il cloud di Amazon. TurnKey Linux, al suo interno, è un derivato della 8.04.3 LTS di Ubuntu ed eredita la stessa funzionalità.

TurnKey è molto leggero, e include una Web AJAX-shell, Webmin, reti, sistemi e moduli per gli strumenti. Si richiedono solo quattro minuti per installarlo e un minuto per la piattaforma di virtualizzazione che avete scelto. Visitando www.turnkeylinux.org potrete scaricare l'immagine ISO o l'immagine della macchina virtuale dei pacchetti open source del software preferito.

Per fare un esempio, si può scaricare la virtual appliance del file-immagine della macchina server dal sito web di TurnKey Linux: è un semplice file da 133 MB di dimensione, e dopo l'estrazione, occupa circa 414 MB. L'immagine di macchina virtuale comprende VMDK, vmx e file OVF, e può essere utilizzata con qualsiasi piattaforma di virtualizzazione come VMware Workstation. È inoltre possibile utilizzare l'ultima versione di VirtualBox.

Dopo l'estrazione, chiudere VMware Workstation e scegliere di aprire un VM esistente. Questo caricherà le impostazioni di virtual appliance dal file vmx. Accendere la macchina virtuale e TurnKey Linux inizierà a caricare. Al primo avvio, TurnKey Linux si auto-aggiorna con gli aggiornamenti di protezione più recenti, e quindi richiede una connessione Internet. Se non c’è alcuna connessione a Internet è possibile aggiornare successivamente eseguendo il comando cron-apt.

Successivamente, verrà caricata la configurazione di TurnKey Linux, in modo da impostare Ethernet. È possibile scegliere di assegnare automaticamente le impostazioni IP da DHCP, oppure fornire un IP statico manualmente. TurnKey Linux è pre-configurato con un certificato SSL autofirmato per consentire l'accesso alle pagine di configurazione tramite HTTPS.

Non dimenticate di guardare la pagina Menu avanzato. Selezionare Esci, e vi sarà presentata la console di log-in rapido. Non esiste una password configurata per l'utente root, per impostazione predefinita. Se avete intenzione di fare un lavoro serio, non dimenticate di cambiare la password. TurnKey Linux viene precaricato con un file manager e una Web-shell.

Problemi con TurnKey Linux

Tra i problemi con TurnKey Linux, bisogna considerare che è configurato solo per l'aggiornamento automatico degli ultimi aggiornamenti di sicurezza. Gli aggiornamenti del pacchetto di sicurezza installati automaticamente, potrebbero portare dei problemi alla funzionalità di un apparecchio. Inoltre, per effettuare l'aggiornamento a una versione più recente di un pacchetto di software open source, è consigliato di fare un back-up utilizzando un back-up TurnKey Linux prima di migrare alla nuova versione della macchina.

TurnKey Linux ha tutti i pacchetti necessari, ma se si vogliono installare altri pacchetti è necessario disporre di una connessione Internet e di accedere al pacchetto di repository online. È possibile utilizzare la riga di comando, Webmin o la shell di AJAX per l'installazione del pacchetto.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 2 utenti e 47 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti