Graphone – Grafene basato sul nanomateriale con proprietà magnetiche

Graphone - Grafene

Un team di ricercatori ha progettato una nuova base di grafite sul nano materiale magnetico che si comporta come un semiconduttore e potrebbe aiutare gli scienziati a creare la prossima generazione di dispositivi elettronici come i microchip.

Un team di ricercatori da Virginia Commonwealth University, Peking University in Beijing, Cina; Chinese Academy of Science in Shanghai, Cina e Tohoku University in Sedai, Giappone ha utilizzato una tecnica di modellizzazione sul computer per progettare un nuovo materiale – graphone – che è derivato da un materiale conosciuto come grafene.

Il grafene, creato dagli scienziati 5 anni fa, è 200 volte più resistente dell’acciaio, i suoi elettroni sono estremamente mobili e ha proprietà uniche di trasporto ed ottiche. Alcuni esperti ritengono che il grafene può essere più versatile dei nanotubi al carbonio, e la capacità di rendere magnetico il grafene aggiunge al suo potenziale nuove applicazioni in spintronica (l’elettronica fondata sullo spin). Spintronica è un processo che utilizza lo spin dell’elettrone per sintetizzare nuovi dispositivi per l’elaborazione di memoria e dei dati.

Il nuovo materiale – graphone – rende il grafene magnetico semplicemente controllando la quantità di copertura di idrogeno (in sostanza, quanto idrogeno è nel grafene). Ci sono molte possibilità per la realizzazione di nuovi materiali funzionali, semplicemente cambiando la loro composizione e la struttura, ha dichiarato Puru Jena, Ph.D., professore presso il Dipartimento di Fisica VCU.

Repost: 15 Set 2009

Leave a Reply