Guerra degli amplificatori! Maxim contro National Semiconductor

Guerra degli amplificatori! Maxim contro National Semiconductor

Guerra ! Maxim sta muovendo guerra contro National Semiconductor ! ILe due case costruttrici di amplificatori operazionali general purpose combattono a colpi di chip!

Finora le truppe della National Semiconductor (LM48555 e LM4802B) hanno controllato il territorio (il mercato!), ma ora le truppe della Maxim (MAX9730 e MAX9788) sono pronte a lanciare un attacco. Ma quale è il premio per il vincitore?

La leadership degli amplificatori nel pilotare gli speaker ceramici. Gli speaker ceramici hanno bisogno di una tensione elevata, ma una corrente minore dei tradizionali speaker dinamici (chiamati anche moving coil speaker). Inoltre, paragonati agli speaker dinamici, hanno un profilo più sottile (0.7 mm contro 4 mm) e sono più leggeri (meno di 1 grammo). Sebbene persino i negozi di alimentari stiano perdendo soldi a causa della crisi mondiale, il mercato dei telefoni cellulari e tutte le branche connesse (smart phone ecc.) stanno ancora espandendosi, così ci aspettiamo una guerra senza esclusione di colpi. Diamo ora un’occhiata ai contendenti. L’ LM48555 è un amplificatore di potenza audio mentre l’LM4802B comprende un boost converter con un amplificatore di potenza audio, entrambi progettati per pilotare speaker ceramici in dispositivi portatili. Quando sono alimentati con 3.2 V e 3.0 V l’ LM48555 e l’ LM4802B producono rispettivamente 15.7 Vp-p e 12 Vp-p, con meno dell’1 % di TDH+N (Total Harmonic Distortion plus Noise – Distorsione armonica totale più rumore). Entrambi hanno gli amplificatori di potenza audio boomer progettati per dare un’alta qualità in uscita utilizzando un numero molto piccolo di componenti esterni ed entrambi includono un sofisticato circuito di click e pop per eliminare i rumori che si presentano durante i transienti dovuti alle accensioni ed agli spegnimenti.

LM48555 National Semiconductor

Il principale, o almeno uno dei principali problemi per i dispositivi audio portatili è la limitata tensione di alimentazione disponibile per gli amplificatori degli speaker. Le batterie al litio producono una tensione nominale di 3.7 V e vengono generalmente usate in questi dispositivi audio, ma gli amplificatori degli speaker richiedono una tensione più elevata per produrre un suono accettabile. Per questo motivo la maggior parte degli amplificatori degli speaker utilizzano una particolare configurazione (bridge-tied-load) che raddoppia la tensione di alimentazione, ma alcuni dispositivi, come gli speaker ceramici e i GPS, richiedono una potenza in uscita ancora più elevata. Una soluzione per soddisfare questa richiesta di potenza è quella di aumentare la tensione di alimentazione usando separatamente un boost converter DC-DC, ma in questo caso il costo e la complessità del sistema aumenta notevolmente. Gli amplificatori di potenza in classe G della Maxim, MAX 9370 e MAX 9388, hanno risolto il problema con l’uso di una pompa di carico (charge pump) per aumentare la tensione di alimentazione

MAX9730 Maxim
Schema a blocchi del MAX9370

La pompa di carico è totalmente integrata nell’amplificatore, richiede soltanto due condensatori esterni al posto del un grosso induttore che generalmente viene usato per ottenere le stesse prestazioni, genera una tensione negativa con una amplificazione uguale all’alimentazione e, in questo modo, raddoppia la tensione di alimentazione. Il boost converter e l’eliminazione del grosso induttore riducono i costi e le dimensioni in maniera significativa e con i consumatori che richiedono dispositivi sempre più piccoli questa soluzione avrà delle notevoli opportunità in futuro. La vita delle batterie è un parametro di estrema importanza nei dispositivi portatili e in particolar modo MAX 9370 e MAX 9388 usano un amplificatore di 10 V invece dei 5 V degli amplificatori comuni, pertanto si richiedeva un’alta efficienza. La classe AB non forniva l’alta efficienza che veniva richiesta, la classe D è altamente efficiente ma non è compatibile con gli speaker ceramici e soffre degli inconvenienti dovuti alle interferenze elettromagnetiche, cosi Maxim ha trovato nella classe G la tecnologia che stava cercando. La classe G utilizza diverse tensioni di alimentazione invece di una tensione di alimentazione fissa. Al variare dell’ampiezza dei segnali in ingresso la tecnologia della classe G seleziona automaticamente l’alimentazione adatta per ridurre la caduta di tensione attraverso i transistor d’uscita. In questo modo si migliora in maniera significativa l’efficienza allungando la vita della batteria e si riduce il consumo di corrente.

MAX9730

Come potete vedere sia National Semiconductor che Maxim hanno dei forti combattenti, la guerra è appena all’inizio.

36 Comments

  1. linus 1 febbraio 2011
  2. Alex87ai 2 febbraio 2011
  3. SuperG72 7 febbraio 2011
  4. stewe 1 febbraio 2011
  5. Fabrizio87 1 febbraio 2011
  6. s1m0n3t 1 febbraio 2011
  7. s1m0n3t 2 febbraio 2011
  8. Fabrizio87 1 febbraio 2011
  9. s1m0n3t 1 febbraio 2011
  10. s1m0n3t 1 febbraio 2011
  11. s1m0n3t 1 febbraio 2011
  12. Fabrizio87 1 febbraio 2011
  13. s1m0n3t 1 febbraio 2011
  14. Cosimo Candita 1 febbraio 2011
  15. Cosimo Candita 1 febbraio 2011
  16. Fabrizio87 1 febbraio 2011
  17. stewe 1 febbraio 2011
  18. stewe 1 febbraio 2011
  19. Cosimo Candita 1 febbraio 2011
  20. Fabrizio87 1 febbraio 2011
  21. s1m0n3t 1 febbraio 2011
  22. Fabrizio87 1 febbraio 2011
  23. Fabrizio87 1 febbraio 2011
  24. giuskina 2 febbraio 2011
  25. Alex87ai 2 febbraio 2011
  26. linus 2 febbraio 2011
  27. s1m0n3t 2 febbraio 2011
  28. Alex87ai 2 febbraio 2011
  29. SuperG72 2 febbraio 2011
  30. giuskina 2 febbraio 2011
  31. Wales8686 2 febbraio 2011
  32. Wales8686 3 febbraio 2011
  33. linus 3 febbraio 2011
  34. linus 3 febbraio 2011
  35. mingoweb 6 febbraio 2011
  36. linus 2 febbraio 2011

Leave a Reply