Home
Accesso / Registrazione
 di 

Hitachi SimpleDrive USB, il nuovo hard disk esterno di Hitachi. 2/2

Hitachi SimpleDrive USB

L’hard disk esterno Hitachi SimpleDrive USB rappresenta un valido strumento per chiunque avesse necessità di spazio e velocità, grazie alle diverse capacità in cui si presenta il prodotto (500 GB, 1TB e 2TB) e ai 7200 RPM, oltre che a 32 MB di cache. Il SimpleDrive di Hitachi che viene recensito in questo articolo ha uno capacità pari a 2TB e supporta una interfaccia USB 2.0, quindi ancora niente USB 3.0, per il momento accontentiamoci di velocità di trasferimento della passata generazione..

Livello di rumore: sfortunatamente questa è una nota dolente..il rumore prodotto dai click di lettura e scrittura è facilmente percepibile anche durante una conversazione tra più persone ed è anche stato misurato il numero di decibel durante la lettura e il momento di maggior utilizzo, rispettivamente pari a 47 e 63. Questi dati posizionano il Simple Drive nei i primi posti, tra gli hard disk esterni, per rumorosità, che è probabilmente amplificata dall’involucro in alluminio (fosse stato in plastica, il rumore sarebbe stato più contenuto).

Surriscaldamento: dopo un’ora di attività lettura/scrittura, la temperatura dell’hard disk misura in media 56C, evidentemente non viene raffreddato in modo opportuno; 56C, infatti, sono davvero vicini ai 60C che determinano la soglia di calore massimo entro il quale è ancora garantita l’operatività.

Il SimpleDrive ha alcuni fori per la ventilazione, ma non possiede alcun sistema di raffreddamento (escludiamo ovviamente la presenza dell’alluminio, che elimina una percentuale minima di calore per conduzione).

Conclusioni

Il SimpleDrive USB 2.0 di Hitachi presenta un corpo solido, grande capacità e svolge il suo compitino, anche se USB 2.0 non è affatto spettacolare nelle prestazioni, anzi limita di molto le potenzialità del Deskstar 7K2000. Infatti l’hard disk è limitato ad una velocità di trasferimento massima pari 30 MB/s, ergo meglio lasciare i voluminosi back up per la notte. In ogni caso, solo pochi computer supportano USB 3.0, quindi l’interfaccia 2.0 è ancora un’opzione piuttosto diffusa.

Il grande problema con il SimpleDrive, come detto prima, è rappresentato dal rumore troppo elevato, seguito immediatamente dalla troppa facilità a surriscaldarsi dopo un prolungato periodo di utilizzo (circa un’ora).
Andiamo a vedere, per completezza di informazione, uno schema dei pro e dei contro.
Pro:

    - Fino a 2TB di capacità di storage.
    - Un design molto semplice e raffinato.
    - Una qualità di costruzione molto buona che garantisce solidità.
    - Garanzia a 3 anni

Contro:

    - Rumore troppo elevato.
    - Diventa molto caldo dopo circa un’ora di utilizzo continuo
    - La spina a muro è molto grande e occupa gli spazi di altre prese.
    - Davvero difficile da aprire senza danneggiare l’involucro.

Dunque, sicuramente un buon prodotto, dalle grandi capacità, buone potenzialità, limitate da alcuni aspetti negativi come il facile surriscaldamento e il rumore; nel caso si necessiti di molto spazio e di un hard disk che non debba essere parcheggiato a vita sulla scrivania, ma usato quando ci si sposta, Il SimpleDrive rappresenta una valida alternativa.

Disponibilità e prezzi

I modelli da 500GB (LS-0500-US), da 1TB (LS-1000-US) e da 2TB (LS-2000-US) di Hitachi SimpleDrive, sono già disponibili sul mercato rispettivamente al prezzo di 129.99$ e 249.99$.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 20 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti