Home
Accesso / Registrazione
 di 

I sistemi di ultima generazione firmati Freescale

Freescale propone sensori basati su mems e cmos

Freescale propone, per i sistemi embedded, una tecnologia interessante rappresentata dai sensori di accelerazione e di pressione basati su Mems e Cmos. I primi sono caratterizzati dalla cosiddetta “alimentazione intelligente” basata su Smartmos 10, messa a punto per prolungare la durata delle batterie e ridurre consistentemente i consumi energetici; in questo senso Freescale ha adottato anche un sistema di caricatori a singola cella fotovoltaica.

Freescale: Sensori di prossimità basati su Mems e Cmos

Le tre tecnologie chiave per il successo di un’applicazione embedded sono i sensori, la tecnologia di alimentazione e la tecnologia di computing. Queste tecnologie sono state oggetto di forte innovazione negli ultimi anni e ora sono pronte per essere utilizzate proficuamente nell’implementazione di sistemi embedded avanzati e innovativi, soprattutto in settori strategici come l’automotive e la comunicazione.

La tecnologia dei sensori più interessante proposta da Freescale per i sistemi embedded è quella dei Mems. Questa, prevalentemente orientata al settore automobilistico, si sta ora rivolgendo a mercati in crescita come quello dell’elettronica di consumo e dei controlli industriali automatizzati. Oltre ai sensori di accelerazione e di pressione basati su Mems, di particolare rilevanza applicativa sono anche i sensori di prossimità basati su Cmos. Nei sensori Mems si combina una forte integrazione di software embedded e di interfacce di comunicazione intelligenti. Questa combinazione aiuta lo sviluppatore nella messa a punto di applicazioni ad elevato livello di embedding.

La tecnologia dell’alimentazione intelligente è basata su Smartmos 10 di Freescale. Messa a punto per prolungare la durata della batterie, è una tecnologia a 130 nm che ha reso possibile una delle diminuzioni di consumi più consistenti mai registrate da una generazione all’altra nei dispositivi microelettronici. L’obiettivo applicativo sono i system-on-chip, in grado di gestire funzioni diversificate come, per esempio, protezione e alimentazione di batterie, schermi a colori, tastiere, Usb digitali ad alta velocità, microfoni e speaker. La tecnologia di computing (microprocessori e microcontrollori) è stata oggetto di grande attenzione da parte di Freescale sia in passato che attualmente, allo scopo soddisfare le esigenze di sviluppo sia nel settore computing portatile, sia quelle di embedding computing in ambiti con forti requisiti applicativi come l’automotive e il telecom. Tutte queste tecnologie, oltre ad essere la base dell’innovazione in settori chiave come l’automotive e la comunicazione, sono fondanti di applicazioni emergenti come per esempio “Smart Grid”, un’applicazione di metering in cui convergono le principali tecnologie di sensoristica, alimentazione intelligente e processing embedded.

Caricatori a singola cella fotovoltaica

Freescale ha messo a punto una tecnologia di conversione cc-cc avanzata a bassissima tensione che consente un rendimento elevato delle celle solari a una tensione di 0,32 V e il funzionamento a una tensione di 0,25 V. Questa tecnologia di conversione energetica consente di ridurre le soglie di accensione dei circuiti integrati a 0,32 V e di realizzare un rendimento di circa il 90%. Tra le applicazioni potenziali figurano caricabatterie alimentati a energia solare, caricatori di compensazione per sistemi automobilistici, caricabatterie per telefoni cellulari e laptop, acquisizione di dati a distanza e sistemi Hvac (riscaldamento e condizionamento) industriali, illuminazione domestica e commerciale alimentata a energia solare e transponder wireless autoalimentati.

Il livello di performance e di rendimento della tecnologia di conversione energetica cc-cc di Freescale è reso possibile dalla tecnologia Smartmos 10, una tecnologia di processo proprietaria di Freescale per la gestione intelligente dell'alimentazione di tipo BiCmos che integra dispositivi analogici di precisione di gestione efficiente dell’alimentazione con la logica Cmos.

 

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 20 utenti e 67 visitatori collegati.

Ultimi Commenti