Imperdibile: LG Intouch Max GW620

LG intouch

Il primo smartphone Android dalla ditta koreana, l’LG Intouch GW620 Max sembra eccezzionale, ha preso una direzione diversa rispetto ai suoi concorrenti, sono molto pochi i telefoni Android, che hanno mirato alla fine alla fascia più bassa del mercato, ed è interessante il fatto che l’azienda koreana abbia scelto questa tattica. Tuttavia, mentre i costi sono stati mantenuti fino a farne un concorrente per il Tattoo HTC.

LG ha ancora aggiunto una decente quantità di innovazioni nel suo telefono, offrendo la scelta dell’esperienza Android o la propria interfaccia S-Class, che offre un nuovo livello di funzionalità.
Il telefono cellulare è piccolo, da 3.2 pollici resistivo HVGA impallidisce in confronto con il Google Nexus come telefono cellulare, con il suo schermo massiccia 3,7 pollici OLED, ma l’Intouch GW620 Max porta anche una tastiera completa e un array veramente qualitativo di pulsanti.

LG intouch: piccole chicche

La parte esterna del telefono è ben progettata in una ottima plastica, è leggero ma si sente ancora solido in mano. La presa da 3,5 mm per le cuffie risiede di fianco alla presa della corrente in alto e anche il pulsante di blocco, ed è stata sollevata anche in modo che il jack per le cuffie si incastri perfettamente a filo con il telaio, qualcosa che non si è visto molto nei cellulari più recenti, che lasciano il metallo del jack della cuffia solitamente esposto. LG ha avuto anche una buona pensata rispetto ai media che offre l’intouch Max GW620, con un tasto dedicato per la musica accanto al pulsante di scatto della fotocamera sul lato sinistro del dispositivo.

E ‘una caratteristica che abbiamo visto nel Nuovo LG Chocolate BL40 dalla ditta, e qualcosa del qauale siamo grandi fan. Semplice ma utilissimo al contempo. C’è anche una porta dedicata per la scheda microSD sul lato dell’LG intouch quindi l’avvicendamento di schede di memoria è molto più facile, per qualche motivo non c’è stata una tendenza verso l’utilizzo di questa funzione sotto la batteria negli ultimi telefoni Android, ed è molto fastidioso quando vuoi vedere un video da un altro dispositivo e non si è in grado di collegarlo ad un PC, quindi complimenti a LG per questo. Piccoli accorgimenti che però per l’utente non professionale aiutano senza dubbio.

LG intouch e Android

Il lato sinistro del telefono cellulare è fondamentale, il controllo del volume e lo slot microUSB si trovano qui, con quest’ultimo ospitato da un ottimo to-release gate. Le funzioni principali Android possono essere utilizzate tramite i 3 pulsanti frontali, touch home sensitive, e back buttons, e la chiave fisica per l’accesso ai menu. Se si sta eseguendo l’aggiornamento da un altro dispositivo di Google bisogna prestare attenzione perchè sicuramente avrà un differente layout. In mano, il telefono cellulare si adatta molto bene, in tutte le modalità camera, il telaio Dinky è confortevole all’utilizzo, ma nella tasca c’è ancora un po’ di… diciamo che non è tra i dispositivi più sottili in commercio, in parte a causa sicuramente della tastiera QWERTY. Che non è troppo dire che è troppo pesante.
In finale diciamo che gli aspetti positivi dell’LG intouch sono:
-ottima tastiera
-ottimo utilizzo di opzioni networking
-compattezza
-buona camera
-possibilità di utilizzo S-class
-prezzo basso
Gli aspetti meno positivi sono:
-schermo poco rispondente ai comandi
-fattura scarsa
-vecchia versione Android
-lag UI a volte

 

STAMPA     Tags:,

Leave a Reply