Indicatori visivi a scorrimento: ecco il controller di cui avete bisogno.

I LED sono dispositivi elettronici estremamente semplici che ormai vengono impiegati dovunque: dall'essere solo segnalatori visivi per pannelli di controllo sono diventati output funzionali ed oggi rappresentano addirittura il cuore pulsante delle nuove specializzazioni dell'architettura. Dietro il loro funzionamento, però, c'è sempre dell'elettronica di controllo. Ed oggi vi presentiamo una soluzione che vi consentirà di farli funzionare al meglio.

Il LED è uno dei dispositivi elettronici più semplici che esistano ed il suo funzionamento è altrettanto immediato: vengono polarizzati, col giusto valore di tensione, ed emettono luce.

Un LED è un diodo che può servire a tantissime cose, in applicazioni anche molto diverse tra loro. Chi prova a giocare con i microcontrollori usa l'accensione del LED come il programmatore impara l'"Hello World", ad esempio. Chi progetta un pannello di controllo facilmente utilizzerà un LED per segnalare la presenza di alimentazione, l'uscita di un dispositivo, il funzionamento corretto o eventuali condizioni di errore.

I LED oggigiorno sono dovunque: nei nostri televisori, negli smartphone, nei nostri PC e ci segnalano ogni condizione e ogni avviso utile. Senza contare che esiste tutto un nuovo modo di illuminare ambienti, aperti e chiusi, pubblici e privati, che è tutto basato su queste piccole ma straordinarie lampadine. E questo perchè si beneficia dei bassi consumi, delle dimensioni contenute, del tempo di vita estremamente e significativamente più longevo. E i vantaggi non finiscono qui, come ben sanno architetti e designer.

Se da un lato è vero che per pilotare correttamente uno o più LED serve una polarizzazione, dall'altro, però, non basta che ci sia questo. Più l'applicazione diventa complicata, infatti, più ci sarà bisogno di un controllo preciso e puntuale anche sugli specifici valori.

La scheda di cui vi parliamo oggi è una board piuttosto semplice per la gestione di più LED contemporaneamente. Si tratta di una soluzione integrata basata su un microcontrollore ATmega3216PU, una soluzione targata ATMEL ad 8 bit con 32 kB di memoria Flash, 1 kB di memoria in formato EEPROM e 32 pin di I/O.

Con questo semplice modulo per le luci a scorrimento a LED possono venire gestiti fino a 16 LED, o anche gruppi di LED (strip). Nelle impostazioni di fabbrica sono, peraltro, disponibili ben 17 diverse sequenze di illuminazione. Il controller è dotato anche di un programma che consente di passare automaticamente da una sequenza all'altra, con intervallo di 6 secondi.
Anche la velocità è regolabile e può funzionare con 26 diversi livelli.
Questa scheda può essere azionata in modalità "stand alone" o "RC": nel primo caso si può effettuare la commutazione e la scelta delle singole luci di scorrimento, tramite la semplice pressione dei tasti. Nel caso in cui si usi la modalità "RC", le funzioni delle luci di scorrimento possono essere commutate con un trasmettitore su un canale di ricezione libero. In modalità "RC" sono, inoltre, disponibili 4 ulteriori uscite commutabili per implementare funzioni speciali. Grazie al programma Open Source C-Control Pro sarà, inoltre, possibile personalizzare la programmazione della scheda.

Per capire meglio a cosa può essere utile, vediamo nello specifico le caratteristiche funzionali della scheda:

  • Numero di canali luci di scorrimento: 16;
  • Numero di canali di commutazione speciali: 4;
  • Portata massima di corrente per canale regolare: 150 mA (MAX);
  • Portata massima di corrente per canale speciale: 2000 mA (MAX);
  • Sequenze luci di scorrimento: 17 + programma automatico;
  • Livelli di velocità delle luci di scorrimento: 26;
  • Temperatura operativa: da -5 °C a +60 °C.

Per quanto riguarda l'alimentazione, invece, la scheda funziona a:

  • Tensione d'esercizio: 5 - 18 V/DC;
  • Assorbimento di corrente: 45 mA c.a (senza LED).

Dal punto di vista delle dimensioni, la scheda si presenta lunga 5 cm, larga 3 cm ed alta 1 cm; queste caratteristiche dimensionali la rendono semplice da inserire praticamente in ogni soluzione, anche in caso di oggetti di design.

Tutti i pin dell'integrato sono connessi a diversi componenti, switch e pads secondo uno schema che, per chiarezza e facilità di approccio, vi proponiamo qui di seguito sotto forma di legenda commentata:

schema scheda led

nello specifico sono evidenti:

  • UB: contatto positivo per supply voltage (+);
  • GND: contatto negativo per supply voltage (+);
  • RC: Input per remote control signal;
  • GND: contatto GND per remote control signal;
  • K1 – K16: contatti per LED;
  • S1 – S4: contatti per special switching functions;
  • SW 1: Reset button;
  • SW 2: Mode button;
  • LED1: indicatore LED;
  • USB TO UART: contatti per la USB interface.

Punti di forza e dettagli:

  • utilizzabile con telecomando;
  • programmabile singolarmente;
  • funzionamento "Stand alone".

Alla consegna, avrete a disposizione: il controller delle luci di scorrimento LED a 16 canali e le relative istruzioni per l'uso. Ed è tutto ciò di cui avete bisogno per essere subito operativi.

Se vi serve consultare la documentazione tecnica di questo prodotto, potete fare riferimento direttamente a questo file pdf.

Tra gli accessori che potreste pensare di acquistare ci sono certamente un pacco batterie ricaricabili, e vi consigliamo che sia da 7.4 V, 2500 mAh, ed un convertitore da Mini-USB ad UART, ideale per le comunicazioni seriali.

Il prezzo di questa scheda è ottimo, soprattutto per le possibilità che vi si prospettano dopo l'acquisto: parliamo di appena € 22,95.

In conclusione, che voi siate studenti di ingegneria alle prime armi, designer o architetti appassionati di illuminotecnica o professionisti col pallino dell'elettronica, ha poca importanza: con questo acquisto il divertimento è garantito.

Il controllo delle luci LED che abbiamo visto è disponibile a catalogo CONRAD con spedizione in 24 H.

Registrati gratuitamente all'Embedded IOT

Registrati gratis all'EmbeddedIOT
STAMPA     Tags:, ,

Scrivi un commento