Installare VirtualBox su Ubuntu

Installare VirtualBox su Ubuntu

Come installare ed eseguire VirtualBox su Ubuntu, quali sono i comandi per installarlo e come funziona. VirtualBox è un software di virtualizzazione che ci permette di installare uno o più sistemi operativi in modalità virtuale. Cos’è e come funziona il più famoso tra i software di virtualizzazione ovvero VirtualBox. A cosa serve e quali sono i vantaggi offerti da questo software.

A cosa serve VirtualBox:

Virtual Box è un software di virtualizzazione grazie al quale è possibile “emulare” uno o più sistemi operativi sulla stessa macchina. Con VirtualBox infatti potremo installare un sistema operativo diverso da quello presente sul PC che stiamo utilizzando ed eseguirlo in modalità virtuale. L’OS che andremo ad installare verrà quindi posto in un ambiente virtuale creato ad “hoc” e del quale potremo scegliere la quantità di ram, la capienza dell’Hard Disk ed altre specifiche tecniche riguardanti la macchina. Inoltre il sistema operativo virtuale potrà essere utilizzato in qualsiasi momento ed in maniera indipendente dal principale, quindi senza creare danni al pc stesso.

Tra i vantaggi di questo software ci sono senza dubbio la possibilità di condividere file, la connessione e le perifieriche con il sistema principale e di eseguire più di un sistema operativo contemporaneamente in modalità finestra. Sarà inoltre possibile interagire con tutti gli os in tempo reale.

Grazie a VirtualBox si potrà utilizzare il sistema operativo di cui abbiamo bisogno senza dover ogni volta riavviare la sessione o cambiare addirittura PC. Il tutto è gestito splendidamente da un’interfaccia grafica molto intuitiva che ci permette di avviare o fermare la virtualizzazione di un sistema in qualsiasi momento.

Anche l’installazione dei sistemi virtuali risulta essere molto semplificata e l’utente viene guidato passo dopo passo in tutte le fasi dalla preparazione fino alle prime fasi di utilizzo della macchina virtuale. Sono numerosi i sistemi operativi supportati da Virtualbox e tra questi ci sono MS-DOS, Windows 3.0, 95, 98, ME, XP, Vista, 7 e ovviamente Linux in molte delle sue distribuzioni Ubuntu compresa. Inoltre anche Mac OSX sembra essere pienamente supportato da VirtualBox ma ricordiamo che installare il sistema operativo della casa di Cupertino su un Hardware diverso da quello Apple è considerato come una pratica illegale e pertanto non lo prenderemo in considerazione.

Gli utilizzi di un software come Virtualbox sono senza dubbio molteplici, personalmente utilizzo una macchina virtuale per Windows Xp in modo da poter eseguire quelle applicazioni e programmi che non esistono su Ubuntu. Una bella risposta a chi dice di non voler abbandonare il sistema di casa Microsoft per paura di non poter più fare affidamento sui suoi programmi Windows. Inoltre Virtualbox può essere utilizzato anche per piccoli esperimenti sui sistemi virtuali, prima di agire sull’OS principale, in questo modo il nostro PC non corre pericoli. Inoltre c’è anche chi giura di riuscire ad eseguire dei game su macchina virtuale, su questo lato rimango però abbastanza scettico a meno che non possediate enormi quantitativi di ram ed un super PC.

Installare Virtualbox su Ubuntu:

Su Ubuntu VirtualBox è molto semplice da installare, vediamo insieme quali sono i passaggi da terminale per iniziare subito ad utilizzare questo favoloso software.

Prima di tutto bisogna aggiungere i repository non-free di VirtualBox, quindi digitiamo dalla finestra del terminale il seguente comando:


echo “deb http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian maverick non-free #VirtualBox” | sudo tee -a /etc/apt/sources.list

Dopo di che aggiungiamo, sempre da terminale, la Verification Key digitando e confermando:

wget -q http://download.virtualbox.org/virtualbox/debian/oracle_vbox.asc -O- | sudo apt-key add –

Ora un aggiornamento dei pacchetti è d’obbligo e quindi:

sudo apt-get update

Infine andiamo ad installare Virtualbox con l’apposito comando:

sudo apt-get install virtualbox-3.2

Fatto ciò vi troverete il software in utilità di sistema, non vi resta che avviarlo e verificarne il funzionamento.

14 Comments

  1. bustale 22 febbraio 2011
  2. mingoweb 28 febbraio 2011
  3. Fabrizio87 14 febbraio 2011
  4. linus 14 febbraio 2011
  5. Fabrizio87 14 febbraio 2011
  6. gabri87 14 febbraio 2011
  7. giuskina 28 febbraio 2011
  8. mingoweb 14 febbraio 2011
  9. linus 15 febbraio 2011
  10. glz 25 febbraio 2011
  11. EnrY.ilMarine 12 marzo 2011
  12. Alex87ai 16 febbraio 2011
  13. gaetech45 25 febbraio 2011
  14. linus 17 febbraio 2011

Leave a Reply