[Internet delle Cose] Accendi il riscaldamento di casa in automatico appena entri nel tuo quartiere!

Internet delle cose in automatico con la tua posizione

Avevate pensato di accendere la caldaia con un SMS oppure di accendere le luci con il Tablet o un Tweet? Con questo progetto Open Source siamo andati oltre, adesso potete fare tutte le attivazioni/disattivazioni che desiderate, senza nessuna azione ma automaticamente quando entrate/uscite da una specifica area impostata. Ad esempio, mentre state guidando, la sera, per tornare a casa, appena entrerete nel vostro quartiere, il riscaldamento si attiverà, poi appena sarete nella strada in cui abitate, si accenderanno anche le luci, tutto in automatico! Il progetto è completamente Open Source, sia Hardware che Software!!

Lo abbiamo già annunciato, questo sarà l’anno di Internet delle Cose e quindi vi presentiamo un’altra applicazione nata dall’accoppiata vincente FTPmicro e IFTTT anzi, in questo caso è un trio perché abbiamo utilizzato anche la nuova scheda relè e prototipazione.

Vediamo passo-passo come realizzare questa innovativa applicazione!

Impostiamo IFTTT

Prima di tutto è importante leggere questo articolo che vi fornirà le informazioni base su IFTTT e poi, una volta registrati al servizio potete iniziare la configurazione.

Attivate il canale iOS Location

Impostate la vostra zona di interesse utilizzando + e – per fare lo zoom e quindi restringere ed allargare l’area.

Quindi impostate il TRIGGER affinché vi avvisi con una email personalizzabile, quando entrate (o uscite, se volete) dall’area che avete precedentemente determinato.

Potete mantenere il modello di messaggio preconfigurato con anche l’immagine della mappa, ma è inutile appesantire il messaggio, per l’utilizzo che ne dobbiamo fare (leggere il messaggio con FTPmicro ed attivare il relè al quale sono collegate le luci) è più che sufficiente impostare un OGGETTO univoco.

Installazione hardware

A questo punto la parte internet è configurata (quando entrate in una zona prefissata viene inviata una email all’indirizzo specificato con un oggetto predefinito). Ora dovete predisporre FTPmicro affinché possa leggere l’email del TRIGGER. Per fare questo dovete necessariamente aver preparato FTPmicro tramite le indicazioni presenti in questo articolo e le modifiche presenti in quest’altro.
Una volta raggiunta la configurazione di cui sopra, dovente intervenire semplicemente aggiungendo la scheda relè e modificando la parte firmware relativa alla lettura dell’email e la relativa azione da compiere. Vediamolo nel dettaglio:

dopo aver letto, e messo in pratica, gli articoli precedenti dovreste trovarvi con la seguente configurazione

ora quindi dovete semplicemente togliere FTPmicro dalla breadboard ed inserirla nella scheda relè

Fatto questo dovete collegare l’alimentazione alla scheda relè (che alimenterà anche FTPmicro) tramite morsetto X1 oppure connettore micro-usb, in quest’ultimo caso potete utilizzare un comune caricabatterie del telefono cellulare. Dopodiché fate i vostri collegamenti ai relè di potenza. Se volete gestire l’illuminazione, collegate una o più lampade (max 150W) al relè di potenza K1 e se volete gestire anche il riscaldamento collegate il segnale di attivazione caldaia al relè di potenza K4. Questi collegamenti ovviamente sono personalizzabili in base alla configurazione del firmware eventualmente realizzata per la vostra applicazione. Fate sempre e comunque attenzione alla tensione ed alla corrente massima commutabile sui contatti del relè utilizzato.

Ora l’hardware è configurato, potete occuparvi della parte firmware di FTPmicro.

Modifiche software

Quindi, ricapitolando, vogliamo attivare/disattivare le luci, che sono collegate al relè K1 che a sua volta è comandato dal pin12 di FTPmicro e quindi RE3 del microcontrollore. E poi vogliamo anche attivare/disattivare il riscaldamento che è collegato al relè K4 che a sua volta è comandato dal pin 10 di FTPmicro e quindi RE1 del microcontrollore.

RE3 -> PIN 12 FTPMICRO -> Rele K1

RE1 -> PIN 10 FTPMICRO -> Rele K4

Dopo aver configurato i pin RE1 ed RE3 come uscite devo effettuare le seguenti modifiche al firmware:

	case SM_BUFFER_FLUSH_0:  // svuota buffer
		// Check to see if the remote node has disconnected
		if(!TCPIsConnected(MySocket))
		{
			GenericTCPExampleState = SM_DISCONNECT;
			// Do not break;  data in the TCP RX FIFO
		}

		// Get count of RX bytes waiting
		w = TCPIsGetReady(MySocket);	

		// Obtian and print the server reply
		i = sizeof(vBuffer)-1;
		vBuffer[i] = '\0';
		while(w)
		{
			if(w < i)
			{
				i = w;
				vBuffer[i] = '\0';
			}
			w -= TCPGetArray(MySocket, vBuffer, i);
				if(GenericTCPExampleState == SM_BUFFER_FLUSH_0)
				break;
		}
			

		if (strstrrampgm(vBuffer,(ROM BYTE*)"Subject")!=NULL) //Subject
		{
		if (strstrrampgm(vBuffer,(ROM BYTE*)"K1_ON")!=NULL) // Relè K1 attivo 
		 {
		PopStatus[1] = 1; // K1_ON -> attiva il relè K1
		 }
		if (strstrrampgm(vBuffer,(ROM BYTE*)"K4_ON")!=NULL) // Relè K4 attivo
		 {
		PopStatus[2] = 1; // K4_ON -> attiva il relè K4
		 }
		if (strstrrampgm(vBuffer,(ROM BYTE*)"K1_OFF")!=NULL) // Relè K1 disattivo 
		 {
		PopStatus[3] = 1; // K1_OFF -> disattiva il relè K1
		 }
		if (strstrrampgm(vBuffer,(ROM BYTE*)"K4_OFF")!=NULL) // Relè K4 disattivo
		 {
		PopStatus[4] = 1; // K4_OFF -> disattiva il relè K4
		 }
		}

		GenericTCPExampleState = SM_BUFFER_FLUSH_1;
		break;

Sopra abbiamo visto la gestione dei messaggi in entrata (email) e l’attivazione della flag relativa al comando, mentre di seguito vediamo l’attivazione dei comandi:

-attiva / disattiva il relè K1 (luci)
-attiva / disattiva il relè K4 (caldaia)

static void ProcessIO(void)
{
 if (PopStatus[5] == 1) //process i/o
 {
	if (PopStatus[1] == 1) // Relè K1 attivo 
	{
	RELE1_IO = 1; // Attiva relè K1 (luci)
	PopStatus[1] = 0;
	}
	if (PopStatus[2] == 1) // Relè K4 attivo 
	{
	RELE4_IO = 1; // Attiva relè K4 (luci)
	PopStatus[2] = 0;
	}
	if (PopStatus[3] == 1) // Relè K1 disattivo 
	{
	RELE1_IO = 1; // Disattiva relè K1 (luci)
	PopStatus[3] = 0;
	}
	if (PopStatus[4] == 1) // Relè K4 disattivo 
	{
	RELE4_IO = 1; // Disattiva relè K4 (luci)
	PopStatus[4] = 0;
	}
 PopStatus[5] = 0;
 }
}

Se aggiungete nuove uscite non dimenticate di dichiararle prima.

Infinite possibilità

Con le modifiche hardware e software riportate sopra potete attivare il riscaldamento automaticamente quando entrate nel vostro quartiere in modo da trovare casa calda al vostro arrivo, allo stesso tempo, quando siete sulla via di casa, quindi ormai quasi arrivati, potete accendere le luci del vostro edificio che vi permetteranno l’accesso in tutta sicurezza. Volendo potete anche impostare la procedura inversa, quindi spegnare il riscaldamento e le luci quando uscite da casa o da un’area ristretta precedentemente impostata. Tutto questo senza dover tirare fuori il telefono, semplicemente tenendolo con voi nella giacca o nella borsetta! Le possibili configurazioni sono infinite.

Di seguito gli avvisi dell’app di IFTTT che vi notificano l’accesso ad una determinata area.

Su iPad

 

e su iPhone

Il progetto è completamente open source, come scheda madre potete utilizzare FTPmicro (disponibile nel nostro store) oppure Arduino (la scheda relè è compatibile anche con Arduino), quindi potreste anche realizzare l’intero progetto da soli, da veri Makers!

 

Quello che hai appena letto è un Articolo Premium reso disponibile affinché potessi valutare la qualità dei nostri contenuti!

 

Gli Articoli Tecnici Premium sono infatti riservati agli abbonati e vengono raccolti mensilmente nella nostra rivista digitale EOS-Book in PDF, ePub e mobi.
volantino eos-book1
Vorresti accedere a tutti gli altri Articoli Premium e fare il download degli EOS-Book? Allora valuta la possibilità di sottoscrivere un abbonamento a partire da € 2,95!
Scopri di più

19 Comments

  1. Boris L. 25 marzo 2014
  2. MIZIO.TM MIZIO.TM 25 marzo 2014
  3. Gius_Res Gius_Res 25 marzo 2014
  4. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 25 marzo 2014
  5. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 25 marzo 2014
  6. robertocoriglione 25 marzo 2014
  7. Emanuele Emanuele 25 marzo 2014
  8. Emanuele Emanuele 25 marzo 2014
  9. Emanuele Emanuele 25 marzo 2014
  10. Emanuele Emanuele 25 marzo 2014
  11. Emanuele Emanuele 25 marzo 2014
  12. Max Caruso 26 marzo 2014
  13. Alessandro.Smacchia 1 4 aprile 2014
  14. Emanuele Emanuele 5 aprile 2014
  15. piergiorgio.moroni 7 aprile 2014
  16. Emanuele Emanuele 7 aprile 2014
  17. piergiorgio.moroni 9 aprile 2014
  18. Emanuele Emanuele 9 aprile 2014
  19. piergiorgio.moroni 9 aprile 2014

Leave a Reply