Iphone: da telefono a telecomando universale

iphone: telecomando universale

Ormai non c’è quasi più niente che iPhone non possa fare. Stavolta il telefonino si candida a sostituto del telecomando TV con un simpatico case a raggi infrarossi: d’ora in poi niente più ricerche disperate tra i risvolti del divano, basterà chiamare il proprio numero per trovare il telecomando.

Con la diffusione delle televisioni a schermo piatto (e non solo), grazie agli ingressi VGA, DVI o HDMI, ormai è diventato possibile collegare qualsiasi tipo di PC alla propria TV, per navigare su internet e godersi i contenuti multimediali che la rete ormai offre comodamente seduti sul divano dotandosi di tastiera e mouse senza fili (o con fili abbastanza lunghi per attraversare il salotto). In realtà, la soluzione di mouse e tastiera esterni, oltre ad essere abbastanza antiestetici in salotto, non sono nemmeno tanto comodi da utilizzare, considerando che la tastiera è comunque piuttosto ingombrante e scomoda da sdraiati e non sempre è facile trova una superficie adatta per utilizzare il mouse ottico. Ecco qui che ci viene in soccorso un piccolo adattatore da pochi euro che si inserisce nella presa auricolari dell’ iPhone e trasforma, insieme all’applicazione sul telefono Apple, il nostro iPhone in un telecomando universale intelligente, cioè capace di apprendere qualsiasi tasto da qualsiasi telecomando.

Abbiamo bisogno di due IR LED (940 nm) e una presa audio. I diodi LED all’infrarosso (IR LED) emettono luce infrarossa invece che luce visibile. Per il resto sono identici ai diodi LED a luce visibile. Vengono usati generalmente per barriere luminose (invisibili a occhio nudo) e per, guarda caso, i telecomandi. Questo perchè i sensori all’infrarosso sono molto meno sensibili alla luce visibile per cui si scongiurano attivazioni per errore.

collegamento led infrarossi

Collegandosi al sito http://remote.rtfms.com si sceglie opportunamente il tipo di televisore (per esempio Samsung) e l’opzione che si desidera fare: aumentare audio, cambiare canale e così via. Il principio generale di questo dispositivo è abbastanza semplice: basta riprodurre un file audio. Il tutto si basa sui IR LED che lampeggeranno per indicare la comunicazione con il televisore.

sito web

In realtà non abbiamo bisogno esclusivamente di un Iphone e di internet. E’ possibile scaricare i file da qualsiasi dispositivo in grado di riprodurre file audio, come per esempio:

* Qualsiasi smartphone come Android o Blackberry

* Maggior parte degli mp3

* PC

E’ possibile aumentare le performance di rivelazione collegando i led come in figura sotto:

maggior performance

in questo modo posso controllare la mia televisione anche a distanze maggiori.

E’ sufficiente un iphone o smartphone per comandare qualsiasi apparecchio che noi abbiamo in casa ? Modificando opportunamente il progetto possiamo controllare con pochi euro anche dispositivi più complicati (Vedi robot). In commercio esistono tante applicazioni software e hardware per utilizzare lo smartphone come telecomando universale, con l’unica differenza che non sono per niente economici. Il VooMote One è un nuovo telecomando universale sviluppato nella vicina Germania e pensato per funzionare, attraverso un particolare case e un’apposita app, su iPhone. Diversamente da molti altri telecomandi universali per iPhone, il VooMote, che costa 100 dollari americani, è un case che va applicato ad iPhone. Molti prodotti della concorrenza sono invece da posizionare su un tavolo e da controllare wireless con il proprio smartphone. Il Beacon Universal Remote della Griffin, creato in collaborazione con Dijit, converte il segnale bluetooth del telefono Apple in un segnale (a infrarossi) che qualsiasi dispositivo multimediale della nostra casa può interpretare. La Griffin ha messo la marca e l’accessorio, mentre la Dijit ha collaborato nel creare l’applicazione che rende l’iPhone un telecomando per tv e per qualsiasi altro dispositivo. Come qualsiasi altro telecomando universale, l’applicazione per iPhone si aggiorna per poter “capire” i nuovi dispositivi che useremo per implementare e migliorare l’arsenale video e audio del salone di casa nostra, anche se è possibile utilizzare una modalità standard e universale, che ci garantisce solamente le funzioni basiche, per i dispositivi non ancora supportati dall’accessorio.

2 Comments

  1. Emanuele 27 febbraio 2012
  2. mdipaolo 31 agosto 2011

Leave a Reply

Vuoi leggere un articolo Premium GRATIS?

RFID: un acronimo mille possibilità