Home
Accesso / Registrazione
 di 

L' ISL21400 della Intersil

ISL21400 i2c intersil

Intersil, un leader mondiale nella progettazione e realizzazione di semiconduttori analogici con elevate prestazioni, ha lanciato il suo ISL21400 (Programmable Temperature Slope Voltage Reference). Non è difficile trovare in giro riferimenti di tensione con una tensione d'uscita fissata, inoltre ci sono molti tipi di sensori di temperatura.

Quindi qual è l'originalità di questo dispositivo? L'ISL21400 combina un riferimento di tensione e un sensore di temperatura consentendo agli utenti di compensare accuratamente le derive di temperatura settando sia il gradiente di temperatura (temperature slope) che la tensione in corrente continua della sua uscita. Poiché la prestazione della maggior parte dei circuiti analogici cambia con la temperatura, bisogna usare dei componenti molto costosi per ridurre l'impatto di una tale deriva della temperatura nei sistemi con prestazioni più elevate. Con l'ISL21400 è ora possibile generare una tensione di compensazione che può veramente eliminare la deriva del sistema nel campo analogico consentendo l'utilizzo di componenti più economici.

Il riferimento di tensione (VREF) e il gradiente di temperatura (VTS) sono programmati tramite un bus I2C con una risoluzione di 8 bit e vengono memorizzati in memorie non volatili per evitare di perdere i setting già programmati quando si spegne l'ISL21400. In questo modo si elimina la necessità di inizializzare il software alla sua accensione. Grazie alla bassa corrente di alimentazione (200µA) e alla piccola dimensione dei package (8 Ld MSOP) l'ISL21400 è ideale per piccoli sistemi alimentati a batteria.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 6 utenti e 53 visitatori collegati.

Ultimi Commenti