Le aspettative di mercato dell’IoT

L’Internet delle cose (IoT) è una rivoluzione tecnologica spinta sia dalle applicazioni consolidate che sfruttano la connettività cellulare sia da altre tecnologie di comunicazione come Bluetooth Low Energy. La rivoluzione sta portando e porterà nel prossimo futuro ad un deciso impatto nella nostra vita quotidiana e lavorativa con la visione dell'Industry 4.0 o IIoT.

Introduzione

L’internet delle cose o IoT è un cambiamento tecnologico che apre scenari applicativi sconfinati; imprese, governi e consumatori avranno la possibilità di interagire con il mondo fisico attraverso una quantità notevole di dati, permettendo così di ridurre i costi e migliorare l’efficienza operativa in varie situazioni aziendali. Gli analisti di mercato come Machine Research stimano una forte riduzione dei costi di gestione attraverso l’IoT applicata all’industria (conosciuta come IIoT), con un aumento della produttività e il miglioramento delle condizioni di lavoro.  Il numero totale di connessioni IoT crescerà dai 10 miliardi nel 2015 a circa 34 miliardi nel 2020, e oltre 50 miliardi nel 2025 con un CAGR del 16%.

Le connessioni cellulari cresceranno da 334 milioni alla fine del 2015 ad oltre 2 miliardi entro il 2025, con la maggioranza verso la tecnologia LTE. Il 45% di queste connessioni sarà nel settore 'Connected Car'. L’11% delle connessioni nel 2025 utilizzerà tecniche low power Wide Area (LPWA) come Sigfox, LoRa e LTE-NB1. Cina e Stati Uniti rappresentano il core del mercato globale, con la Cina che costituisce il 21% di tutte le connessioni globali dell’IoT, davanti solo agli Stati Uniti con il 20%.  L'opportunità totale dei ricavi complessivi sarà di circa 3000 miliardi di dollari (USD) nel 2025 (dai 750 miliardi nel 2015).  Entro il 2025, l'internet degli oggetti genererà oltre 2 zettabyte di dati, per lo più generati dai dispositivi di elettronica di consumo. Inoltre, il traffico cellulare sarà particolarmente generato anche da cartelloni pubblicitari digitali, connettività a bordo dei veicoli e telecamere a circuito chiuso.

Sensori

I dispositivi IoT sono dotati di sensori in grado di registrare variazioni di pressione, temperatura, movimento, luce e suono. Nel mondo fisico, sempre più oggetti possono comunicare tra loro attraverso sensori embedded, attuatori e tag.  Il nuovo rapporto di mercato  della Zion Research dal titolo “IoT Sensors Market by Type (Pressure, Temperature, Humidity, Magnetometer, Accelerometer, Gyroscope, Inertial, Image), Network Technology (Wired & Wireless), Vertical (Consumer IoT, Commercial IoT, Industrial IoT), and Region – Global Forecast to 2022″, stima un mercato dei sensori degli oggetti di circa 38,41 miliardi di dollari USD entro il 2022, crescendo ad un CAGR del 42,08% tra il 2016 e il 2022.

I principali fattori che determinano la crescita del mercato dei sensori IoT sono racchiusi nelle dimensioni e consumi energetici, ma anche nei tempi di calcolo e nella capacità di risposta in tempo reale per le esigenze di computing. Il mercato è segmentato principalmente in sensori di pressione, temperatura, accelerometri, giroscopi, magnetometri e sensori di luce. Nel 2014 il sensore di temperatura è stato uno dei principali segmenti con una maggiore crescita, ampiamente utilizzato nel settore della sanità, industrie automobilistiche e di consumo. Il mercato dei sensori di pressione dovrebbe tenere un’importante quota durante il periodo di previsione (2016-2022). Questo è principalmente dovuto al loro ampio utilizzo in una vasta gamma di applicazioni tra cui quelle mediche, dispositivi di monitoraggio ambientale, indossabili, telerilevamento, automazione industriale e applicazioni nel campo delle smart city. Varie applicazioni di automazione industriale (ma anche in ambito della sanità e consumer), hanno bisogno di un costante monitoraggio in gran parte realizzato con l'aiuto dei sensori di pressione (Figura 1 e 2).

Figura 1: mercato globale dei sensori IoT [Fonte: Zion Research]

Le principali società coinvolte nello sviluppo di sensori IoT includono Texas Instruments, STMicroelectronics, TE Connectivity, NXP Semiconductors, Infineon Technologies e Analog Devices.  Sulla base della segmentazione regionale, il Nord America, seguito da Europa e Asia, ha dominato il mercato mondiale dei sensori IoT e ha rappresentato in questi ultimi anni la più grande quota del mercato.

Figura 2: soluzioni applicative dei sensori IoT

IoT Industriale

Il nuovo rapporto di mercato della MarketsandMarteks dal titolo "Industrial IoT Market by Device & Technology (Sensors, RFID, Industrial Robotics, DCS, Condition Monitoring, Smart Meters, AHS, Camera System, Networking Technologies), Software (PLM Systems, MES, SCADA), Vertical, and Geography - Global Forecast to 2022", stima un CAGR del 7,89% tra il 2016 e il 2022 per tutto il settore IIoT. Una chiave di crescita è la necessità di implementare tecniche di controllo per evitare tempi morti nel ciclo produttivo. I fattori che guidano il mercato IIoT includono il progresso tecnologico nel settore dei semiconduttori e il miglioramento delle tecnologie di cloud computing. L'adozione di Internet Industriale richiede un cambiamento nella progettazione, i sistemi IIoT devono essere adattabili e scalabili tramite software o funzionalità aggiuntive che si integrano con la soluzione globale. Secondo uno studio dell’IHS, la scala economica dei mercati coinvolti con l'automazione industriale sarà di oltre 300 miliardi di dollari nel 2018 (figura 3).

Figura 3: il mercato dei dispositivi connessi all'IIoT [Fonte: IHS]

IoT Semiconductor

La crescita globale del numero di "cose" connesse a Internet continua a superare in modo significativo l'aggiunta di utenti al World Wide Web. Le nuove connessioni sono ora in aumento di un fattore pari a 6 volte il numero di persone che si aggiungono alla rete ogni anno. Nonostante il crescente numero di connessioni, IC Insights ha tagliato di nuovo le sue previsioni di semiconduttori per i prossimi quattro anni di circa 1,9 miliardi di dollari USD, soprattutto a causa delle basse proiezioni di vendita per applicazioni smart city. Le vendite totali di semiconduttori nell'internet degli oggetti sono ancora in aumento come mostrato in Figura 4, ma la previsione aggiornata riduce il tasso annuo composto del mercato al 19,9% rispetto al CAGR originale del 21,1% tra il 2014 e il 2019

Figura 4: vendite dei semiconduttori IoT [Fonte: IC Insights]

Le vendite di semiconduttori IoT per sistemi indossabili sono anche leggermente aumentate nel periodo di previsione rispetto alla proiezione originale. Il mercato dei semiconduttori per applicazioni dell'internet degli oggetti indossabili è previsto a quasi 3,9 miliardi di dollari USD nel 2019. Il mercato per i microcontrollori (MCU) utilizzati in applicazioni dell'internet delle cose (IoT), quali building automation e indossabili, è destinato a crescere ad un tasso complessivo CAGR del 11 %, da 1,7 miliardi di dollari USD nel 2014 a 2,8 miliardi di dollari USD nel 2019 (figura 5).

Figura 5: il mercato MCU [Fonte: IHS]

Conclusioni

L’internet delle cose guiderà il mercato tecnologico per i prossimi anni, sostenuto anche dai notevoli miglioramenti previsti nel mondo industriale con l’IIoT.  I contatori intelligenti e le varie soluzioni smart building dovrebbero, se pur in bassa percentuale, trainare la rivoluzione, in particolare con i sistemi di videosorveglianza e la gestione degli impianti fotovoltaici, nonchè le soluzioni di smart logistics.  La smart home con il suo 7% dovrebbe contribuire con le applicazioni di antintrusione e termostati controllati.

 

 

 

Una risposta

  1. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio Di Paolo Emilio 28 marzo 2017

Scrivi un commento

ESPertino è la nuova scheda per IoT compatibile ARDUINO.
Scopri come averla GRATIS!