L’Effetto Netbook: Come i piccoli portatili colpiscono i grandi tempi

L'Effetto Netbook: Come i piccoli portatili colpiscono i grandi tempi

Molte persone, io direi la maggior parte, non hanno bisogno di computer con alte prestazioni. Solo alcune persone (come i designer grafici) hanno bisogno di computer potenti. Le azioni più comuni (e-mail, navigazione sul web ecc.) non hanno bisogno di grandi capacità di elaborazione, quindi perchè l’industria del PC ha inondato per così tanto tempo il mercato con macchine ad alte prestazioni? Ovviamente perchè i margini di profitto erano molto alti. Pertanto, qual è l’alternativa Un netbook naturalmente. Il netbook fu inventato da Mary Lou Jepsen per dare ai bambini, nei paesi di sviluppo, l’opportunità di avere un computer.

neetbook_history

Il netbook, come primo requisito, doveva essere economico; doveva essere equipaggiato con una tastiera completa e uno schermo a colori; doveva essere piccolo e capace di lavorare con un minimo quantitativo di energia; doveva essere senza fili. Miss Jepsen decise di usare una flash memory al posto dell’hard disk affinchè non si rompesse se il netbook fosse caduto. Come software decise di utilizzare Linux e gli altri pacchetti open source per evitare di pagare i prodotti della Microsoft. Miss Jepsen non sapeva che stava per creare un terremoto nel mondo dei computer: per tradizione le persone cercavano i modelli di fascia alta, dopo l’invenzione del netbook le persone cercano i modelli di fascia bassa.

STAMPA     Tags:

Leave a Reply