La legge di Moore [Subs ITA]

La legge di Moore [Subs ITA]

Adam Savage e Jamie Hyneman mostrano le meraviglie della Legge di Moore, che è al centro di incredibili progressi nella tecnologia dei computer.

Per quanto ne so, la legge di Moore afferma che il numero di transistor su un chip raddoppia più o meno ogni 24 mesi… quindi raddoppia anche la velocità? In teoria… Se raddoppiasse la velocità potrebbe essere più facile per te parlare!! Beh si…

Ti faccio qualche esempio più veloce che posso! Nel 1949 il computer ENIAC calcolava pi greco 2.037 digit in 70 ore ora un moderno portatile può farlo in 3,5 secondi! 5 milioni di volte più veloce di questa macchina degli anni 50… …O posso calcolarlo in un altro modo: nel 1971 il primo microprocessore andava a meno di 8 kHz con circa 800 commutazioni al sec per ciascun transistor…

I processori DUAL CORE odierni superano la velocità di 2,5 GigaHz al secondo per un totale di miliardi di operazioni al secondo tenuto conto che gli Hertz… Sbaglio o ha raddoppiato la velocità?

24 mesi dopo… ed i nuovi pc sono ancora meglio: vediamo un altro paragone il mio portatile ha un numero di transistor di 6.000 maggiore, quindi devi dividere la lunghezza di 1,2 mm per 6.000… ….%nlkh-lk/&£… Temevo qualcosa del genere Comunque sembra proprio confermare la legge di Moore!!! …e posso lavorare molto velocemente..e fare al contempo qualcos’altro in maniera così lenta da darmi ai nervi!!! Hey aiutami!

E’ assurdo che i pc possano anche essere così! Sai…una volta ho sentito che i computer hanno una specie di timer interno che progressivamente rallenta ogni volta che esce un nuovo modello? sembra all’avanguardia! Si infatti… Sembra una leggenda urbana…molto più di me!!! dobbiamo crederci? Non lo so non ho modo di saperlo!!!

Guarda il Video SOTTOTITOLATO in Italiano


Iscriviti al nostro canale YouTube e vota i VIDEO migliori

STAMPA     Tags:,

6 Comments

  1. linus 14 dicembre 2011
  2. Emanuele 14 dicembre 2011
  3. Fabrizio87 14 dicembre 2011
  4. Emanuele 15 dicembre 2011
  5. linus 15 dicembre 2011

Leave a Reply