Home
Accesso / Registrazione
 di 

L'esercito degli Stati Uniti pronti a dotarsi di Advanced Precision Kill Weapon System

L'esercito americano pronto a dare il via all'utilizzo di Advanced Precision Weapon System

Gli Aviatori del Corpo dei Marines hanno completato la valutazione operativa dell'Advanced Precision Kill weapon System, il sistema di armi che è stato sviluppato da BAE Systems ed ha ottenuto otto colpi diretti su otto tentativi nelle ultime due settimane. La valutazione operativa che ne hanno fatto gli aviatori dell'esercito americano prevedeva l'opportunità di una sorta di “test drive” del sistema prima che questo venga acquistato ed utilizzato.

Non solo questo: gli aviatori chiamati a testare il sistema di armi di BAE systems dovevano anche rendere nota la loro opinione e confermare l'utilità in combattimento del razzo da 2,75 inch, guidato dal laser, vale a dire dovevano confermare se una simile arma soddisfacesse le loro esigenze in combattimento.
Advanced Precision Kill weapon System
, sviluppato da BAE Systems in stretta collaborazione con il governo degli Stati Uniti d'America, fornisce agli aviatori un'arma precisa che è estremamente efficace contro gli obiettivi “morbidi” o leggermente blindati contenendo al minimo i danni collaterali.

Advanced Precision Kill weapon System si rivelerà particolarmente importante nelle aree urbane e nelle situazioni in cui ci sono sul campo anche dei non combattenti o elementi di forze amiche che stazionino nelle vicinanze di obiettivi ostili.
In una serie di colpi di prova sparati durante due settimane di test gli elicotteri Marine AH-1W COBRA volando su scenari vari e differenti hanno sparato i razzi a guida laser Advanced Precision Kill weapon System verso bersagli tipici che si possono trovare su un tradizionale scenario di guerra.
I razzi dell'Advanced Precision Kill weapon System hanno colpito gli obiettivi designati e i razzi sono esplosi nel momento dell'impatto senza alcun problema di funzionamento.

 

L'efficacia dell'Advanced Precision Kill weapon System

"La valutazione data dagli aviatori dell'esercito americano ha dimostrato che il sistema Advanced Precision Kill weapon System è capace di operare in una varietà di scenari che coinvolgono obiettivi vari e differenziati per velocità, piattaforma, tempi di azione e tattiche sul campo.” Queste le parole del maggiore Matt Sale, responsabile dei requisiti delle armi del Marine Corps Aviation.
"L'affidabilità del sistema è stato dimostrato dalle riuscite prestazioni nei test: il sistema di armi ha superato i requisiti e le nostre più rosee aspettative. Siamo sicuri che il Advanced Precision Kill weapon System sarà utile per molti dei nostri impegni tipici e sarà efficace nel permettere al corpo aviatori dei Marines di perseguire gli obiettivi previsti dalle missioni.

La fase finale del programma di sviluppo di Advanced Precision Kill weapon System è la qualificazione dei sistemi per quel che riguarda gli ambienti in cui potrebbero essere impiegati, trasportati e conservati. Il test dovrebbe essere effettuato a breve per consentire poi alla Marina di completare ulteriori test e poi prendere una decisione sulla produzione.

"Ogni volta che ho l'opportunità di parlare con i nostri uomini e donne in uniforme, ho sentito e percepito la chiara e urgente necessità di dotarsi di tale strumento per la capacità offerta da Advanced Precision Kill weapon System in combattimento". Queste le parole di John Watkins, direttore dei missili e delle munizioni per la BAE Systems a Nashua. "L'arma in questione fa la differenza vera nel consentire ai combattenti dell'esercito degli Stati Uniti d'America di completare le loro missioni e di tornare a casa in totale sicurezza.”

La Marina Militare statunitense ha assunto la supervisione esecutiva di acquisizione del programma nel 2008 e ha finanziato integralmente la produzione. BAE Systems è stato il contraente Advanced Precision Kill weapon System.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 28 utenti e 65 visitatori collegati.

Ultimi Commenti