Home
Accesso / Registrazione
 di 

Localizzazione veicolare con GPS e cellulare - 5

Localizzazione veicolare con GPS e cellulare

L’hardware necessario è semplicemente composta da un modem in grado di lavorare a 9600 baud (qualsiasi modem, anche il più scalcinato lo è) e da un PC dotato di Windows 95. E’ consigliabile utilizzare un PC con almeno 16 Mb di memoria e con Hard-disk da 500 Mb.

Per quanto riguarda il software, il programma fondamentale è quello per la gestione della cartografia digitale descritto sul fascicolo di maggio 1998. Questo programma, col relativo manuale in italiano e la chiave hardware, viene distribuito dalla ditta Futura Elettronica.

Per quanto riguarda le mappe georeferenziate è possibile acquistarle presso alcuni rivenditori specializzati oppure crearsele da soli partendo da comuni cartine stradali. Per i patiti della navigazione virtuale, ricordiamo che da molti siti Internet è possibile scaricare delle cartine georeferenziate di numerose zone d’Italia e d’Europa. Il terzo programma necessario (denominato TGPS) è quello di comunicazione per effettuare la chiamata ed instaurare il collegamento.

Insomma “il collegamento al terminale remoto” della situazione. Purtroppo, a differenza di questo programma che può restare “aperto” unitamente ad Internet, nel nostro caso ciò non è possibile e pertanto bisogna ricorrere ad un artificio per mantenere la comunicazione nel momento del passaggio da un programma all’altro.

In altre parole col programma di collegamento è possibile instaurare la connessione col dispositivo remoto ma per lanciare il programma di gestione bisogna chiudere il primo programma in quanto la porta seriale non può essere condivisa. Durante questo breve intervallo la comunicazione si interrompe in quanto il modem non “vede” più la porta seriale del computer. Il trucco consiste nell’impiego di un cavo con soli tre fili di collegamento (TX, RX e massa).

Le restanti linee di controllo vanno collegate tra loro nel seguente modo (porta seriale DB25 del computer): pin 4 (RTS) con pin 5 (CTS) ed ancora pin 6 (DSR), pin 8 (DCD) e pin 20 (DTR) connessi tra loro. Gli stessi ponticelli vanno effettuati anche sul connettore del modem. Se ci troviamo in presenza di portatili o modem con presa DB9, i ponticelli da effettuare riguardano i pin 7 e 8 ed i pin 1-4-6.

Ricordiamo che nei connettori DB9 la massa corrisponde al 5 anziché al 7. Conviene trasferire i due programmi (quello di comunicazione e quello di gestione) sul desktop; prima di effettuare la chiamata bisogna inserire nel programma di comunicazione i dati necessari. Cliccate col tasto destro del mouse sulla icona TGPS entrate nelle proprietà e quindi nel menu “Programma”; nella riga di comando, dopo il nome del programma inserite nell’ordine: spazio, prefisso telefonico del cellulare, virgola, numero telefonico, trattino, password (cinque caratteri), trattino ed infine la scritta com1 o com2 a seconda della porta utilizzata; confermate il tutto ed uscite.

Per attivare la comunicazione, dal desktop fate doppio clic sull’icona TGPS ed a video comparirà una finestra la quale visualizzerà le varie fase della procedura. Una dopo l’altra compariranno le seguenti scritte: “controllo modem”, “inizio chiamata attendere prego”, “connessione stabilita”, “invio codice di sicurezza *****”. Se per qualsiasi motivo il dispositivo remoto non risponde, a video compare la scritta “connessione fallita” ed il programma dopo 5 secondi termina automaticamente. Se invece tutto è OK a video compiono i dati forniti dal GPS (coordinate, orario, velocità eccetera).

Anche in questo caso, tuttavia, dopo alcuni secondi il programma viene chiuso automaticamente pur essendo il modem ancora connesso grazie all’accorgimento hardware descritto in precedenza. Non resta dunque che fare doppio clic sul programma di georeferenziazione per visualizzare sulla cartina la posizione della vettura, il percorso, eccetera.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 4 utenti e 69 visitatori collegati.

Ultimi Commenti