Home
Accesso / Registrazione
 di 

LTC6992 - TimerBlox, nuovo PWM di Linear Technology

LTC6992 - TimerBlox

L'LTC6992 è un oscillatore di silicio con una capacità analogica easy-to-use. L'LTC6992 fa parte della famiglia TimerBlox.

Un'unica resistenza, RSET, programma la frequenza interna dell'LTC6992. La frequenza di uscita è determinata da un oscillatore master e un divisore di frequenza interno, NDIV, programmabile a otto impostazioni da 1 a 16384.

LTC6992: caratteristiche

    - PWM controllato da un semplice ingresso analogico da 0V a 1V
    - quattro opzioni disponibili definiscono i limiti del Duty Cycle
      – Minimum Duty Cycle: 0% o 5%
      – Maximum Duty Cycle: 95% o 100%

    - Gamma di frequenza: da 3.81Hz a 1 MHz
    - Configurato con 1-3 resistenze
    - Errore PWM Duty Cycle <3,7% massimo
    - Capacità VCO
    - 500μs Start-Up Time

I dispositivi TimerBlox sono allo stato solido e possono essere gestiti in condizioni di alta accelerazione, vibrazione e temperature estreme.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Alex87ai

Componente interessante per

Componente interessante per la sua semplicità di configurazione e per le appalicazioni di tipo industriale e automotive alle quali può essere dedicato visto la resistenza alle alte accelerazioni, vibrazioni e temperature. il fatto di poter limitare il minimo e il massimo valore di duty-cycle permette di adoperare questo componente in converitori DC/DC di potenza senza che sia necessario stare attenti a non superare un certo valore di duty-cycle per evitare di portare alla distruzione il tutto (si pensi ad esempio ad un convertitore dc/dc boost sollecitato con un 100% di duty-cycle). La frequnenza di lavoro lo porta però ad essere alloggiato su PCB in cui gli accorgimenti per la reiezione ai disturbi sono d'obbligo. Ottimo!1

ritratto di fra83

Per comprendere in modo

Per comprendere in modo chiaro il funzionamento del componente consiglio di simulare il file 6992-1.asc che trovate il LTspiceIV, è possibile vedere come il segnale PWM sia modulato a seconda della rampa che viene inserita sul pin MOD

ritratto di FlyTeo

Chiedo a voi...

Errore PWM Duty Cycle..qualcuno me lo può spiegare? =)

ritratto di Antonio Mangiardi

credo che sia un parametro di

credo che sia un parametro di qualità nel senso che l'errore di calcolo della frequenza del pwm è minore del 3.7% ...la regola in base al voltaggio come gia saprai..

ritratto di FlyTeo

=)

aaaaa..perfetto =)

ritratto di Giovanni Giomini Figliozzi

Un altro integrato molto

Un altro integrato molto versatile dalla Linear Technology. Ho guardato il datasheet qua
http://cds.linear.com/docs/Datasheet/69921234f.pdf
e come mi aspettavo, ho notato che le applicazioni sono tutte quelle che giocano molto sul controllo in pwm piuttosto che sulla frequenza del segnale. Quelle menzionate sono il controllo di servomotori, la gestione di heater (in inglese rende molto meglio che "scaldatori") e il controllo di LED. Ciò non toglie che può essere usato come VCO, facendo entrare il segnale di reazione sul piedino di SET. Tramite il piedino di DIV è possibile invece regolare il divisore di frequenza del PLL interno.
Il package di tipo DFN, quindi è intuibile che l'ambito d'uso sia maggiormente orientato verso un segmento più industriale che amatoriale. Non tanto per il package da solo, quanto per le dimensioni che sono di 2mm x 3mm. Sfiderei chiunque a saldare a mano un coso di questi considerando che i piedini sono 6 più la piazzola centrale.
Tornando alle caratteristiche tecniche questo integrato può vantare una corrente sempre inferiore a mezzo milliampere, e delle caratteristiche di tensioni, correnti ecc. ottime "sweeppando" in frequenza, in temperatura ecc.
Il datasheet è di 32 pagine. Non è esageratamente lungo, ma è conciso e spiega tutto quello che c'è da sapere sul dispositivo. Comprende inoltre molti circuiti di esempio e formule per calcolare i consumi

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 12 utenti e 78 visitatori collegati.

Ultimi Commenti