Home
Accesso / Registrazione
 di 

L'utilizzo dei relè

Applicazioni dei relè elettromeccanici

I relè elettromeccanici sono dispositivi innovativi che offrono soluzioni in grado di rispondere agli attuali requisiti critici associati alla riduzione delle emissioni di sostanze nocive e del consumo di carburante negli autoveicoli. La sempre più ampia gamma di relè industriali disponibili in commercio consente di soddisfare nuove esigenze non solo nel settore dell'automazione, ma anche in termini di risparmio sui costi energetici in ambito domestico e industriale.

I relè impiegati nel settore industriale

Così come i relè elettromeccanici, anche i relè per impieghi industriali sono interessati da nuove tendenze di mercato. A seguito del costante aumento dei costi energetici, il tema delle energie alternative ha assunto un'importanza sempre maggiore. In qualità di principale produttore di componenti per l'industria del solare, Tyco offre un'ampia gamma di relè sviluppati appositamente per queste applicazioni. Il prodotto di punta è il PCFN Solar, un nuovo relè compatto a basso consumo dalle elevate prestazioni di commutazione utilizzabile per gli inverter. Tyco offre anche un'ampia gamma di prodotti per il settore dell'energia eolica, in particolare componenti per l'installazione all'interno dei quadri elettrici e in centraline di controllo degli impianti eolici. I relè presentano caratteristiche innovative anche sul fronte della capacità di integrazione nel processo produttivo. Pertanto Tyco ha sviluppato varianti specifiche per l'utilizzo in combinazione con processi produttivi in Smt. Si tratta dei relè RY da 8A e RT da 16 A in versione Thr (Through hole reflow). L'utilizzatore può quindi impiegare questi relè insieme a componenti Smt in un unico ciclo di produzione.

L'innovazione non conosce battute d'arresto anche nel settore della costruzione di quadri elettrici, per i quali si punta non solo a ridurne le dimensioni, ma anche a garantire una maggiore facilità di assemblaggio. Queste esigenze si rispecchiano nel relè XT, un dispositivo che presenta tutte le caratteristiche di un tradizionale relè a innesto su zoccolo - quali un indicatore luminoso e un sistema meccanico che permette di verificare il sistema di commutazione - in un sistema più compatto rispetto ai modelli offerti finora. I piedini del relè sono stati realizzati in una versione più larga e di maggior spessore, pur mantenendo la loro compatibilità con i modelli di zoccoli standard presenti sul mercato. Al fine di garantire l'intercambiabilità con gli attuali relè SNR di spessore 5 mm, è stata introdotta una variante a questa famiglia con i piedini di maggior spessore. A completamento della gamma sono disponibili anche nuovi zoccoli che presentano i terminali dedicati alla potenza in alto, e quelli dedicati al comando della bobina in basso. La presenza di staffe e ponti di connessione agevola l'utilizzo e le operazioni di cablaggio. Trattandosi di un accessorio compatibile con gli altri prodotti offerti, anche la gestione logistica è più semplice. Una novità è rappresentata dalle versioni con morsetti senza viti, che consentono di ridurre tempi e sforzi necessari per il cablaggio.

Novità nei campi di applicazione dei relè

I relè di segnale e per le telecomunicazioni vengono integrati in applicazioni elettroniche sempre più all'avanguardia, in particolare nei settori descritti di seguito:

• Elettronica automobilistica - Oltre che per le funzionalità standard nell'elettronica automobilistica, i relè di segnale con elevata tensione di mantenimento vengono utilizzati per l'esecuzione di funzioni innovative nelle vetture ibride. Il nuovo relè IM-B con tensione di tenuta pari a 2500 Vrms tra i contatti aperti e 3000 Vrms tra bobina e contatto si caratterizza per le sue dimensioni compatte da 10 x 6 x 5,65 mm ed è particolarmente adatto per operazioni di monitoraggio.

• Elettronica industriale - Le nuove varianti D del relè IM bipolare combinano un package estremamente compatto caratterizzato da bassa resistenza di contatto con una corrente di commutazione elevata. È quindi possibile applicare correnti fino a 5 A con potenza di commutazione pari a 60 W; sono ammessi anche carichi induttivi.

• Strumenti di misura - Sia nei sistemi di test per semiconduttori che in quelli per schede elettroniche i relè con resistenza di contatto stabile e bassa vengono utilizzati come commutatori dei punti di misurazione. La nuova variante P del relè IM soddisfa queste condizioni in modo pressoché ideale. Questi relè di dimensioni ridotte in versione Smd e fino a 20 milioni di commutazioni senza alcuna modifica della resistenza di contatto.

• Elettronica medicale - Analogamente ai processi di misurazione, anche nell'elettronica medicale i relè di segnale vengono utilizzati come commutatori del punto di misurazione. Le dimensioni compatte e l'elevata affidabilità rendono questi dispositivi ideali per le applicazioni di questo tipo. Sono adatte tutte le varianti del relè IM.

 

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 21 utenti e 77 visitatori collegati.

Ultimi Commenti