Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ma a cosa serve una rete di sensori wireless?

Wireless Sensor Network Immagine tratta da: http://zone.ni.com/cms/images/devzone/tut/Application_Areas.jpg

Quando nel biennio '70-'80 il mondo provava ad immaginare il nuovo millennio non riusciva a non augurarsi che fosse iper-moderno, avveniristico e ricco di interattività di altissimo profilo capace di semplificare la vita di ogni giorno grazie al più piccolo e semplice gesto. Oggi questa è ancora una prospettiva ma infinitamente più vicina e le Wireless Sensor Network si candidano a rendere tutto questo possibile. Vediamo insieme alcune esempi e soluzioni tra le quali gli Smart Sensor indicati dalla IEEE 1451.

Contenuto esclusivo per gli ABBONATI PLATINUM di Elettronica Open Source.

Leggi subito tutto l'articolo e poi ricevilo in PDF all'interno di EOS-Book insieme a tanti altri vantaggi offerti dall'Abbonamento Platinum! Diventa Utente PLATINUM

SCOPRI TUTTI I VANTAGGI DI UN ABBONAMENTO ANNUALE CHE COMPRENDE ANCHE TUTTO L'ARCHIVIO

 

 

 

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Giorgio B.

Il titolo di questo articolo è semplicemente geniale! Davvero

Il titolo di questo articolo è semplicemente geniale!
Davvero un bel pezzo.

ritratto di Antonello

Si, concordo. L'applicazione alla previsione dei terremoti mi

Si, concordo.
L'applicazione alla previsione dei terremoti mi sembra la più valida di tutte ma in generale un ottimo lavoro.

ritratto di Piero Boccadoro

Grazie ad entrambi. Ci tengo a precisare, però, che "preveder

Grazie ad entrambi.
Ci tengo a precisare, però, che "prevedere" i terremoti è più fantascienza che altro...
Al di sotto della crosta terrestre succede di tutto e noi ne abbiamo davvero pochissime informazioni e quindi una vaga idea.
Tuttavia quello che possiamo fare, e questo sì che si può fare davvero, è infittire la rete di controllo e monitorare 24/7 ogni seppur minimo segnale di indicazione.
E questo, se i costi di messa in piedi del sistema E di gestione si abbassano, diventa veramente molto molto facile :D

ritratto di Giorgio B.

Beh, insomma... Ricordo che per L'Aquila, che è una ferita a

Beh, insomma...
Ricordo che per L'Aquila, che è una ferita ancora aperta, c'è stata una condanna agli scienziati che non hanno previsto il terremoto...
Se un magistrato di esprime in questi termini qualcosa ci deve pur essere...

ritratto di Piero Boccadoro

Si, hai ragione. La condanna c'è stata. Non ho letto la s

Si, hai ragione.
La condanna c'è stata.
Non ho letto la sentenza però per cui preferirei non commentarla!
Ad ogni modo, se è per questo c'è anche, in quella vicenda, la figura di Gianpaolo Giuliani (se non ricordo male), uno scienziato che da quel gruppo fu cacciato e che aveva previsto il sisma di Aprile per il 29 Marzo (sempre se non ricordo male).
Purtroppo io non sono esperto in materia di terremoti per cui mi mancano una serie di elementi tecnici e scientifici per poter formulare un'opinione valida.
Tuttavia il principio del monitoraggio dettagliato mi sembra possa essere una cosa valida ed è con questo spirito che ho riportato questa come esperienza a riprova del valore delle WSN.

ritratto di Piero Boccadoro

Oops... Scusa Giorgio, ovviamente la risposta era per te :) /

Oops...
Scusa Giorgio, ovviamente la risposta era per te :)

ritratto di Emanuele

Un mems in ogni lampione, connesso in rete tramite wi-fi (o gsm)

Un mems in ogni lampione, connesso in rete tramite wi-fi (o gsm) ed alimentato ad energia solare. Se riuscisse a prevenire i terremoti, o quanto meno ad avvicinarsi ad una previsione (data la capillarietà del sistema) la cosa è fattibile, ed anche a costi contenuti.

Ne abbiamo discusso anche relativamente ad un progetto presentato al make4cash
http://it.emcelettronica.com/c...

ritratto di Antonello

Non l'avevo notato. Grazie per il suggerimento. Andrò subito a l

Non l'avevo notato. Grazie per il suggerimento. Andrò subito a leggerlo! ;)

ritratto di Piero Boccadoro

Si si, lo ricordo bene :)

Si si, lo ricordo bene :)

ritratto di Boris L.

Questo è il primo articolo PREMIUM che leggo, visto che il mio a

Questo è il primo articolo PREMIUM che leggo, visto che il mio abbonamento risale a ieri.
Ottimo lavoro.
Son curioso di leggere anche gli altri. :)

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti