Make4cash: i 5 progetti finalisti

make4cash: 5 finalisti makers e diy

Ieri si è conclusa la prima fase di make4cash! Tanta partecipazione, alcune discussioni (concluse positivamente) e soprattutto molti partecipanti che hanno presentato ben 26 progetti open source. Ecco i 5 progetti finalisti.

Finalmente siamo arrivati al 5 Giugno! Ieri si è conclusa la votazione sociale per decretare i 5 finalisti che sono:

 

Generatore di Segnali di FEDDY85

L’idea del generatore di segnali scaturisce dalla necessità di avere uno strumento di laboratorio a basso costo, con le caratteristiche di un’apparecchiatura semiprofessionale. Il modo più veloce e semplice di progettare un generatore di segnali con buone caratteristiche è quello di utilizzare un integrato ad hoc. Quindi dopo un’attenta analisi, ho optato per i sistemi a DDS (direct digital syntesis). In particolare ho utilizzato l’AD9833 dell’Analog Devices; sostanzialmente è un sintetizzatore digitale di onde sinusoidali, quadre, triangolari; come si può notare dal datasheet, ha un ampio range di funzionamento (0Hz-25Mhz), e una precisione impostabile che dipende da quest’ultimo. Il progetto completo prevede quindi il pilotaggio del DDS con il classico micro, io ho utilizzato un ATmega8515; inoltre l’impostazione della frequenza avviene tramite una tastiera, la frequenza, e i vari menu che ho previsto vengono visualizzati tramite un semplice display alfanumerico 16×2.

 

 

TAP FINGERS, la nuova generazione di mouse intelligente, divertente e assolutamente easy di manuel.teck-eco

Tap fingers: sistema innovativo di mouse, pensato per semplificare il normale utilizzo del mouse usando i movimenti naturali di ogni dito. il pollice ha la proprietà di alzare e abbassare la pagina oppure ingrandire e diminuire per esempio un progetto in corso d’opera su autocad. L’indice è la parte fondamentale del tap fingers, ha la proprietà di puntare la freccina con estrema precisione e accuratezza. Il medio agisce sul “clic” sinistro del comune mouse l’anulare agisce invece sul “clic” destro del mouse. Il terzo tasto, prima incorporato alla rotellina è stato “montato” sulla pcb di controllo, così da semplificare la funzione clicca e sposta.

 

 

Domotica con Souliss di veseo

Souliss è un framework per soluzioni domotiche distribuite basate su schede Arduino con interfaccia Android. Controlla dispostivi elettrici attraverso classici pulsanti o interfacce basate su smartphone e tablet, gestisci in remoto e programma le azioni da effettuare in base alla geolocalizzazione o alla temporizzazione.

 

 

Sviluppo di un apparato innovativo per la deambulazione assistita di AndreaCalanca

Questo articolo descrive la realizzazione di una ortesi attiva indirizzato a bambini e ragazzi affetti da paralisi cerebrale infantile. Il prototipo è stato costruito durante il progetto PACIS presso il laboratorio Altair. L’idea alla base è quella di realizzare una macchina riabilitativa efficace e semplice.
Gli attuali prodotti di robotica riabilitativa sono infatti sistemi complessi, ingombranti e ad alto costo. Per questo motivo l’uso è condiviso tra più pazienti e il che rende i trattamenti costosi e, dal punto di vista del singolo paziente, dilazionati nel tempo. Studi clinici hanno recentemente dimostrato che l’efficacia di strumenti robotici per la reabilitazione è paragonabile a quella della terapia manuale. Nella mia opinione di progettista ciò significa che la sfida attuale è quella di trasferire i benefici in macchine a basso costo ed alta usabilità per un futuro in cui ogni disabile motorio possa avvalersi di trattamenti intensi e di lungo periodo con un costo sostenibile dalla sanità pubblica. Ciò rappresenta una opportunità di benessere per i pazienti e per le loro famiglie nonchè una nuova frontiera per la ricerca e un nuovo potenziale di sviluppo per la nostra economia.
Attualmente lo sviluppo della macchina, nella generalizzazione dei suoi principi, sta proseguendo nell’attività di ricerca del Laboratorio Altair presso l’Università degli Studi di Verona.

 

 

Robot Arm – Un braccio robotico economico con meccanica essenziale di LivioCicala

Perché un altro braccio robotico?
Esistono molti bracci robotici in commercio: perché proporne un altro ancora? Perché questo progetto mostra un approccio innovativo che riduce la meccanica quasi a zero e permette a chiunque di costruirsi un piccolo braccio robotico in casa, spendendo pochissimo. Inoltre, e sembra incredibile, si ottiene una precisione maggiore di quella di prodotti commerciali da 200/500 Euro, abbastanza per scrivere, disegnare e fare piccole lavorazioni.

 

 

Chi può votare?

Solo i partecipanti al contest possono votare uno dei cinque finalisti, semplicemente scrivendo la loro preferenza qui sotto nei commenti. Data la particolarità dell’articolo, non saranno ammessi commenti anonimi e commenti non inerenti allo scopo primario: decretare il vincitore!

Anche i finalisti possono esprimere una preferenza, ma NON è possibile auto-votarsi, semmai ci fosse bisogno di dirlo :)

In bocca al lupo a tutti e 5!!

20 Comments

  1. telegiangi61 5 giugno 2012
  2. alex_r 5 giugno 2012
  3. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 6 giugno 2012
  4. dariolx 6 giugno 2012
  5. Ciro Tranchino 6 giugno 2012
  6. davidessss 6 giugno 2012
  7. Marco_Lai 6 giugno 2012
  8. manuel.teck-eco 8 giugno 2012
  9. Livio Cicala 8 giugno 2012
  10. manuel.teck-eco 8 giugno 2012
  11. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 9 giugno 2012
  12. FEDDY85 11 giugno 2012
  13. Marco Massari 10 giugno 2012
  14. veseo 11 giugno 2012
  15. fuzzzy 11 giugno 2012
  16. AndreaCalanca 11 giugno 2012
  17. Emanuele 14 giugno 2012
  18. Livio Cicala 14 giugno 2012
  19. Emanuele 15 giugno 2012
  20. Egidio 15 giugno 2012

Leave a Reply